Greenstyle Benessere Rimedi naturali Come allontanare le cicale in modo naturale

Come allontanare le cicale in modo naturale

Come allontanare le cicale in modo naturale

Le cicale costituiscono lo “sfondo rumoroso” delle nostre estati. Il canto è tipico degli esemplari maschili che, tramite il loro “frinire”, cercano di attrarre l’attenzione dell’esemplare femminile.

Questo rumore non è sempre apprezzato o tollerato: considerando che il canto della cicala può raggiungere anche i 120 dB, è ragionevole chiedersi se esiste una soluzione in grado di allontanare questi insetti, senza tuttavia far loro del male.

Per fortuna, ci sono diversi modi naturali per allontanare le cicale e godere di un po’ di silenzio: continua a leggere per scoprirli tutti!

Come allontanare le cicale in modo naturale

Puoi sbarazzarti delle cicale utilizzando alcuni rimedi casalinghi del tutto innocui, sia per l’insetto che per la tua stessa salute e quella dei tuoi familiari. Si tratta di tecniche fai da te piuttosto semplici da mettere in pratica, che ti consentiranno di allontanare le cicale e preservare, oltre che la tua tranquillità, anche gli alberi e la vegetazione che ti circonda.

Quali sono i danni causati dalle cicale?

Le cicale sono tra quegli insetti definiti “trapanatori di piante”, dal momento che causano parecchi danni alle piante in generale e alle coltivazioni. Questo perché sottraggono loro dei liquidi per nutrirsi: gli adulti si nutrono dalle piante superficiali, le larve (o ninfe) attaccano invece le radici, dal momento che vivono sotto terra.

Il danno degli esemplari appena nati è maggiore, dal momento che non è subito visibile: spesso, proprio per questo, quando ci si accorge della problematica è già troppo tardi.

I danni degli esemplari adulti, invece, sono visibili quasi nell’immediato: basta notare, ad esempio, lo stato di salute di una foglia, che in presenza di cicale apparirà secca e priva di nutrienti.

Rimuovi manualmente le cicale

La cicala non è pericolosa per l’uomo: non morde e non è in grado di procurare alcun fastidio concreto (se non con il canto!). Pertanto, è possibile senza troppi indugi rimuovere le cicale a mano, dovunque si trovino. Gli esemplari adulti possono essere rimossi agitando un po’ le mani (come per le mosche) in modo da spaventarli; le ninfe (ovvero esemplari appena nati), invece, devono essere rimosse a mano, dal momento che non possono ancora volare.

Dopo aver effettuato questa operazione, non dimenticare di lavarti le mani.

Utilizza delle fasce adesive intorno agli alberi

Le fasce adesive possono aiutare a proteggere i tuoi alberi dai danni della cicala. Basta avvolgerlo attorno alla corteccia degli alberi, alle piante e al fogliame. Una volta che calpestano la trappola, le cicale verranno catturate e non potranno scappare.

Proteggi le tue piante con dei vecchi collant

Puoi proteggere le tue piante coprendole con una rete protettiva. Puoi crearne una con dei semplici collant di nylon, che magari non usi più perché fuori taglia o rotti: mettili intorno alle piante e noterai che riusciranno a tener lontane le cicale e altri parassiti.

In questo modo, la pianta potrà ancora ricevere la luce solare ed essere annaffiata attraverso i collant. Puoi anche usare una garza come alternativa ai collant.

Avvolgi gli alberi con una pellicola di alluminio

I danni delle cicale possono essere prevenuti avvolgendo con una pellicola di alluminio i tuoi alberi. Questo impedirà agli insetti di nutrirsi dei tuoi alberi o riprodursi.

cicala, albero

Usa un tubo da giardino per innaffiare le piante

Un altro approccio naturale consiste nell’utilizzare semplicemente un tubo da giardino resistente e innaffiare le piante. Questo le farà cadere dalla pianta, le disperderà e le indurrà a cercarne un’altra.

Non si tratta di una soluzione definitiva, ma di sicuro ti potrà aiutare a mitigare momentaneamente il problema.

Oli essenziali contro le cicale

Gli oli essenziali hanno un odore molto forte, che di sicuro terrà lontane le cicale: per questo, ti conviene spruzzarne un po’ sulle tue piante.

Esistono diversi oli essenziali adatti allo scopo, ma alcuni dei più comuni che funzionano bene sui parassiti sono:

  • olio di menta piperita
  • olio di lavanda
  • olio dell’albero del tè
  • olio di menta verde
  • olio di timo
  • olio di citronella.

Come utilizzare gli oli essenziali contro le cicale? Ti basterà riempire un flacone spray con acqua e alcune gocce dell’olio preferito e spruzzarlo direttamente sulle piante. Il profumo respingerà anche le cicale in modo naturale e impedirà loro di deporre le uova.

Non dimenticare: se innaffi le piante ogni giorno, gli oli si dissiperanno molto più velocemente e dovrai riapplicarli per mantenere la loro efficacia.

Prova a potare le piante

Un’ulteriore idea è quella di potare e smaltire rami o ramoscelli che hanno uova di cicala, in modo da controllarne la popolazione. In questo modo, impedirai agli esemplari appena nati di scavare nel terreno e mangiare le tue piante.

Pianta le tue piante più tardi (dopo la stagione delle cicale)

Non piantare nuovi alberi o arbusti durante la primavera o l’autunno poiché è durante questo periodo che si diffondono nuovi esemplari di cicale.

Aspetta fino all’inizio dell’inverno o alla fine dell’estate per iniziare a piantare nuove piante: è questo infatti il periodo in cui il numero di cicale diminuisce drasticamente. E assicurati di aver potato e che non ci siano più adulti che ronzano attorno a quelle già presenti!

Seguici anche sui canali social

Altri articoli su Insetti