Greenstyle Oli essenziali

Oli essenziali

Oli essenziali

Fonte immagine: Unsplash / Alexey Fedenkov

Gli oli essenziali sono sostanze di origine vegetale molto conosciute e utilizzate in aromaterapia come rimedi naturali per il benessere psicofisico. Grazie alle loro proprietà, possono aiutarti a ritrovare calma e serenità e a contrastare tantissimi disturbi, dalla tosse al raffreddore, dai dolori mestruali alla cattiva digestione.

Trovano anche ampia applicazione in cosmetica, soprattutto per la bellezza di pelle e capelli. Anche in casa, sono utili per profumare, detergere e igienizzare naturalmente gli ambienti. Con un diffusore per liberarli nell’aria o un massaggio per applicarli, sprigionano tutto il loro aroma e il loro potenziale benefico.

Ma quali sono gli oli essenziali migliori? Come utilizzarli? Dove comprarli? Hanno controindicazioni? Nel nostro approfondimento ti spieghiamo tutto su questi alleati del tuo benessere e ti diamo i consigli per usarli al meglio.

oli essenziali cosa sono
Fonte: Unsplash / Crystalweed Cannabis

Oli essenziali: cosa sono

Gli oli essenziali, anche detti essenze, oli eterei o oli volatili, sono sostanze odorose di origine vegetale che si trovano in moltissime piante.

Sono miscele complesse di diverse molecole, volatili e profumate, che giocano un ruolo cruciale per le piante che le producono. Grazie alla loro proprietà benefiche, gli oli essenziali sono estratti e usati dall’uomo fin dall’antichità, come rimedi naturali per il benessere fisico e psicologico.

Dove si trovano gli oli essenziali

Gli oli essenziali si possono trovare, con caratteristiche e in concentrazioni diverse, in tutte le parti delle piante: nelle radici e nei rizomi, nelle cortecce, nelle foglie, nei fiori e nei frutti. Possono essere presenti anche nelle secrezioni, per esempio nelle resine.

Oli essenziali: a cosa servono

Gli oli essenziali sono sintetizzati dalle piante per diverse finalità, per lo più difensive. Ecco le principali funzioni che svolgono:

  • attirano insetti impollinatori (pronubi), che trasportano il polline da un fiore all’altro
  • difendono il territorio, impedendo a piante di specie diverse di colonizzarlo
  • proteggono da parassiti, funghi, batteri e muffe
  • conferiscono un sapore sgradevole ad alcune parti della pianta e, in questo modo, evitano che gli animali erbivori se ne cibino.
proprietà oli essenziali
Fonte: Unsplash / Volant

Proprietà

L’aromaterapia, una branca della fitoterapia, sostiene che queste essenze abbiano numerose proprietà che le rendono alleate del benessere, sia fisico che emotivo e psicologico.

Ecco le principali virtù e gli effetti benefici attribuiti agli oli essenziali.

  • Proprietà calmanti: molti oli essenziali svolgono un’azione rilassante che aiuta a ritrovare la serenità in caso di stress, nervosismo e insonnia. Grazie al loro effetto distensivo, queste essenze possono essere usate efficacemente anche contro tensioni muscolari e dolori mestruali. Tra i migliori oli essenziali dall’azione rilassante ci sono quelli di camomilla, lavanda, melissa, bergamotto, sandalo, cedro e geranio.
  • Proprietà digestive: alcuni oli essenziali favoriscono la digestione e aiutano a contrastare gonfiore e dolore addominale, meteorismo e flatulenza. Le essenze più efficaci a questo scopo sono quelle di finocchio, anice e menta.
  • Azione tonica e stimolante: alcuni oli essenziali hanno proprietà toniche che li rendono utili per combattere la stanchezza fisica e mentale, per ritrovare vigore ed energia, per migliorare memoria e concentrazione. Questi oli sono benefici anche per stimolare la circolazione e combattere gonfiore e inestetismi, come la cellulite. Tra gli oli essenziali che hanno questi effetti benefici ci sono il rosmarino, il limone e il mandarino.
  • Proprietà balsamiche: gli oli essenziali con proprietà balsamiche sono molto benefici contro i disturbi dell’apparato respiratorio. Si rivelano utili in caso di raffreddore, contro la tosse grazie alla loro azione espettorante, per liberare il naso chiuso e respirare meglio contrastando l’eccesso di muco. Tra gli oli essenziali dall’effetto balsamico ci sono quelli di eucalipto, di pino e di timo.
  • Proprietà antisettiche e antibatteriche: alcuni oli essenziali hanno proprietà antisettiche, antibatteriche, antivirali e antimicotiche che ne fanno un utile rimedio naturale in presenza di problematiche come herpes, micosi, dermatiti e acne, verruche, cistite e candida, infezioni delle vie respiratorie e del cavo orale, come le afte. Tra le essenze più utilizzate a questo scopo ci sono quelle di tea tree e di timo.
  • Azione lenitiva e cicatrizzante: alcune essenze hanno proprietà lenitive e cicatrizzanti che le rendono utili in presenza di ferite, tagli, ustioni, punture di insetto. Tra queste, spiccano lavanda e camomilla.

Come usare gli oli essenziali

In aromaterapia è possibile godere degli effetti benefici degli oli essenziali inalandoli, per esempio attraverso suffumigi o la diffusione nell’ambiente. Questo è l’utilizzo più frequente e conosciuto, ma non è l’unico. Queste essenze, infatti, sono utili per il benessere psicofisico anche se assunte per via orale o per via cutanea, come avviene durante un massaggio.

Oltre che con finalità terapeutiche, gli oli essenziali possono essere utilizzati anche per altri scopi. Per profumare gli ambienti domestici o la biancheria, come repellenti contro gli insetti e per aromatizzare le pietanze.

È importante sottolineare che l’aromaterapia, comunemente ritenuta una medicina naturale e alternativa, non è accettata e riconosciuta dalla scienza medica e non è stata sottoposta a verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico. Potrebbe quindi rivelarsi inefficace o pericolosa.

Raccomandiamo quindi di considerare gli oli essenziali un possibile supporto alla medicina tradizionale, non un sostituto, e di utilizzarli solo dopo aver consultato il medico o un erborista specializzato in aromaterapia, soprattutto durante una terapia farmacologica.

Scopriamo più in dettaglio i principali utilizzi degli oli essenziali, come rimedio naturale in aromaterapia e in casa.

come usare oli essenziali aromaterapia
Fonte: Unsplash / Tron Le

Gli oli essenziali in aromaterapia

L’aromaterapia prevede diverse modalità di impiego degli oli essenziali per il benessere e la salute. Approfondiamo i principali.

Inalazione

L’inalazione è il metodo più comune per utilizzare gli oli essenziali: basta respirare per assorbire i loro preziosi principi attivi. Questa modalità di impiego può sfruttare un diffusore che liberi nell’aria queste essenze volatili oppure dei suffumigi.
Che differenza c’è?

L’uso dei diffusori, elettrici o a fiamma, prevede che piccole quantità di oli essenziali – indicativamente dalle 2 alle 10 gocce – vengano versate nell’acqua che, scaldandosi, li fa evaporare e diffondere nell’aria. Si tratta di un modo più delicato per assumere queste essenze che, in più, ha anche il vantaggio di profumare gli ambienti.

Come usare gli oli essenziali senza diffusore? Un’ottima e piacevole alternativa è aggiungerne qualche goccia nell’acqua della vasca quando si fa il bagno oppure negli umidificatori dei termosifoni.

Nel caso dei suffumigi, invece, bisogna versare qualche goccia di olio essenziale in una bacinella d’acqua calda, posizionare il viso molto vicino al recipiente e inalare i vapori sprigionati da questa miscela. L’effetto è quindi molto più intenso.

Non a caso il metodo dei suffumigi viene utilizzato come rimedio naturale in presenza di disturbi delle vie respiratorie come raffreddore o naso chiuso, sfruttando l’azione di essenze balsamiche che aiutano ad alleviare i sintomi.

oli essenziali assorbimento cutaneo
Fonte: Unsplash / Chelsea Shapouri

Uso cutaneo

Gli oli essenziali possono anche essere applicati sulla pelle. Grazie alla loro composizione affine ai tessuti del corpo umano, vengono assorbiti molto velocemente.

Per favorire l’assorbimento epidermico delle essenze e dei loro principi attivi, è sufficiente praticare un lieve massaggio utilizzando qualche goccia di olio essenziale, preferibilmente diluito in oli vegetali come l’olio di mandorle, in creme o in lozioni. Gli oli essenziali puri, infatti, potrebbero irritare la cute.

Uso orale

Gli oli essenziali possono anche essere assunti per via orale, con miele, zucchero o oli vegetali. Questa modalità di utilizzo ne potenzierebbe l’azione, rendendoli ancora più efficaci a fini terapeutici.

È importante, tuttavia, che l’assunzione orale venga fatta con cautela e adottando alcune precauzioni, come utilizzare solo oli essenziali per cui l’uso orale è previsto e considerato sicuro, o ancora meglio integratori alimentari a base di oli essenziali, appositamente formulati per essere ingeriti.

È anche consigliabile, prima di assumere gli oli essenziali per via interna, fare un test cutaneo per escludere la presenza di allergie. Per evitare rischi, è preferibile chiedere preventivamente il parere del medico o dell’erborista.

Come utilizzare gli oli essenziali in casa

Come abbiamo visto, l’uso più frequente degli oli essenziali in casa avviene attraverso il diffusore, per profumare gli ambienti in modo naturale mentre godiamo delle loro proprietà terapeutiche. È tuttavia possibile usare gli oli essenziali con altre finalità e senza diffusore. Vediamo i principali utilizzi.

  • Per allontanare batteri e cattivi odori dalla cucina o dal bagno: aggiungendo qualche goccia di olio essenziale di rosmarino, lavanda, menta o tea tree ad una soluzione di acqua e aceto si ottiene un ottimo detergente naturale perfetto per pulire sanitari e piastrelle. L’olio essenziale di limone, invece, è perfetto per eliminare i cattivi odori dal frigorifero.
  • Per profumare la biancheria: un batuffolo di cotone inumidito con olio di lavanda, sistemato in un sacchetto di stoffa e posizionato in armadi e cassetti, è un ottimo deodorante naturale, oltre che un efficace antitarme.
  • Come repellenti naturali per gli insetti: a questo scopo è molto utile l’olio essenziale di citronella diffuso nell’ambiente.
  • Per proteggere orto e giardino da parassiti e muffe: tra gli oli essenziali più indicati ci sono patchouli, menta piperita, pino, lavanda, citronella, salvia, timo, rosmarino e tea tree.
  • Per aromatizzare le pietanze: gli oli essenziali di limone, anice o cannella sono ottimi per profumare i dolci, mentre l’olio essenziale di bergamotto è molto usato nel tè.
come usare oli essenziali a casa
Fonte: Pixabay / k-e-k-u-l-é

Controindicazioni ed effetti collaterali

Come abbiamo già accennato, l’aromaterapia, per quanto sia una pratica molto diffusa, non è riconosciuta dalla scienza medica. Inoltre, anche se gli oli essenziali sono sostanze di origine naturale, possono avere controindicazioni o causare effetti indesiderati.

Per questo è importante ricorrere a questi rimedi solo dopo aver consultato il medico, sia che si scelga di usarli per inalazione o per assorbimento cutaneo, sia, a maggior ragione, se si decide di assumerli per via orale.

La raccomandazione vale ancora di più per chi soffre di patologie o sta seguendo una terapia farmacologica, per le donne in gravidanza o in allattamento, per i bambini al di sotto dei 12 anni. Gli oli essenziali, infatti, potrebbero causare un peggioramento della malattia, interferire con i farmaci, essere controindicati o provocare effetti collaterali anche seri.

Tra i principali effetti avversi che potrebbero verificarsi ci sono:

  • reazioni allergiche
  • irritazioni cutanee
  • irritazione della mucosa gastrointestinale e disturbi gastrointestinali in caso di assunzione per via orale
  • tossicità, in caso di sovradosaggio o ipersensibilità ai componenti dell’olio essenziale
  • sensibilizzazione e pigmentazione cutanea dopo l’esposizione diretta al sole, causata dalle proprietà fototossiche di alcuni oli essenziali (per esempio, quelli di bergamotto e limone).

Per questo è fondamentale assumere gli oli essenziali solo dopo aver richiesto un parere al medico e rispettare le dosi consigliate, evitando il fai da te o l’utilizzo sregolato di questi preparati.
Trattandosi di essenze molto concentrate, per ridurre il rischio di irritazione di pelle e mucose è anche preferibile usarle diluite.

Un’altra raccomandazione importante è utilizzare gli oli essenziali solo per brevi periodi e a dosaggi molto bassi.

oli essenziali dove comprarli
Fonte: Unsplash / Towfiqu Barbhuiya

Oli essenziali: dove comprarli e consigli per l’acquisto

È consigliabile comprare gli oli essenziali dal proprio erborista di fiducia per avere la certezza di acquistare un prodotto puro, non diluito e non adulterato. In commercio, infatti, esistono essenze sintetiche che, per quanto simili dal punto di vista organolettico, potrebbero non avere le stesse proprietà benefiche di quelle naturali oppure oli essenziali sofisticati con essenze sintetiche.

Come riconoscere un olio essenziale puro e naturale? Il prezzo è un buon indicatore della sua qualità. In linea di massima, il costo di un olio essenziale puro si aggira sugli 8-10 euro per 10 ml di prodotto. È bene diffidare di essenze vendute a prezzi molto più bassi, che potrebbero essere la spia di un prodotto sintetico o contraffatto. Rivolgersi a rivenditori di fiducia mette al riparo da questo rischio.

I migliori oli essenziali: elenco e benefici

Quali sono i migliori oli essenziali per la salute e il benessere psicofisico? Ecco alcune delle essenze più comunemente utilizzate e apprezzate, le loro caratteristiche e i loro effetti benefici.

Olio essenziale di salvia

L’olio essenziale di salvia è un rimedio naturale utile per il benessere psicologico grazie alle sue proprietà calmanti, ma anche un alleato di bellezza. Rilassa la mente, aiuta a contrastare ansia e stress e a dormire meglio, favorisce il buonumore. In aromaterapia è anche utilizzato per migliorare la salute della pelle in caso di acne, micosi, punture di insetti e per avere capelli forti e lucenti. Applicato sull’addome con un massaggio, allevia i dolori mestruali.

Scopri di più sull’olio essenziale di salvia, le sue proprietà e i suoi usi.

essenza lavanda
Fonte: Unsplash / Elly Johnson

Olio essenziale di lavanda

L’olio essenziale di lavanda è molto utilizzato nei prodotti per la detersione del corpo e la cura della casa, come saponi, profumi, lozioni e deodoranti per gli ambienti. Grazie alle sue proprietà rilassanti e analgesiche, è utile per infondere calma e serenità e contrastare gli stati dolorosi, come quelli legati al ciclo mestruale.

In aromaterapia, la lavanda è considerata anche un antinfiammatorio naturale, indicato nel trattamento di problematiche della pelle come arrossamenti, dermatite, forfora, eruzioni cutanee, crosta lattea infantile.

All’olio di lavanda sono attribuite anche proprietà cicatrizzanti, utili in caso di ferite, scottature, punture di insetti. Questo olio essenziale, associato a quelli di limone e menta piperita, agisce anche da antistaminico naturale contro le allergie.

Scopri di più sull’olio essenziale di lavanda e sui suoi benefici.

Olio essenziale di gelsomino

L’olio essenziale di gelsomino viene estratto dall’omonima pianta e, come tutte le essenze volatili, vanta molte proprietà benefiche utili per il benessere psicofisico. Ha un effetto rilassante che lo rende un alleato contro l’insonnia, da solo o mescolato con l’olio essenziale di lavanda.

È anche considerato un ottimo rimedio naturale per tosse e raffreddore, contro i dolori mestruali e per i disturbi tipici della menopausa. Applicato sulla cute, è utile contro la pelle secca e screpolata.

Nel nostro articolo, ti spieghiamo più in dettaglio le proprietà e gli usi dell’olio essenziale di gelsomino.

olio essenziale eucalipto
Fonte: Unsplash / Diana Polekhina

Olio essenziale di eucalipto

L’olio essenziale di eucalipto è un’essenza balsamica nota soprattutto per le sue proprietà decongestionanti ed espettoranti. Usato per fare suffumigi, è un utile rimedio per liberare le vie respiratorie in caso di naso chiuso e raffreddore, contro tosse e mal di gola

Svolge anche un’azione antibatterica che lo rende un alleato contro le infezioni delle vie urinarie, come la cistite, ma anche contro carie e malattie gengivali. Non a caso, è spesso utilizzato come ingrediente nei prodotti per l’igiene orale.

Vuoi saperne di più sull’olio essenziale di eucalipto, le sue proprietà e i suoi usi? Leggi il nostro articolo.

Olio essenziale di patchouli

L’olio essenziale di patchouli si ottiene per distillazione a vapore delle foglie della pianta Pogostemon cablin, un’aromatica coltivata soprattutto in Cina, in Indonesia e nelle Filippine. È una delle essenze odorose più conosciute e utilizzate, dal caratteristico aroma di bosco.

Si usa per profumare gli ambienti, per tenere lontani gli insetti e come rimedio naturale contro stress e mal di testa, spesso abbinato ad altre essenze dall’azione calmante e distensiva come lavanda e sandalo. È benefico anche per la cura della pelle, per esempio come trattamento contro la cellulite e la ritenzione idrica, le smagliature e le rughe.

Scopri di più sulle proprietà dell’olio essenziale di patchouli.

olio essenziale geranio
Fonte: Unsplash / Miguel Angel

Olio essenziale di geranio

L’olio essenziale di geranio ha moltissime virtù per il nostro benessere psicofisico. È un alleato soprattutto della salute della pelle: vanta proprietà antimicrobiche e antibatteriche che lo rendono utile contro le infezioni ed è considerato un ottimo cicatrizzante, benefico in caso di scottature e per favorire la guarigione delle ferite.

Grazie alla sua azione astringente e purificante, aiuta anche a combattere l’acne. Diluito in acqua e usato per fare gargarismi, è un ottimo rimedio naturale contro il mal di gola.

Scopri di più sull’olio essenziale di geranio, proprietà e usi.

Olio essenziale di anice stellato

L’olio essenziale di anice stellato è conosciuto soprattutto per le sue proprietà rilassanti e riequilibranti che lo rendono utile quando hai bisogno di un’iniezione di energia e buonumore. Questa essenza, tuttavia, ha anche molti altri effetti benefici.

Come l’eucalipto, grazie alle sue proprietà espettoranti è un ottimo rimedio per liberare le vie respiratorie e rinforzare le difese immunitarie in caso di asma, raffreddore e bronchite. Applicato su pelle e capelli ha un effetto seboriequilibrante e aiuta a contrastare l’acne.

Scopri tutti i benefici dell’olio essenziale di anice stellato.

olio essenziale arancio
Fonte: Unsplash / Volant

Olio essenziale di arancio

L’olio essenziale di arancio è conosciuto e apprezzato per le sue proprietà cosmetiche e aromaterapiche. Viene estratto dalla scorza dell’arancia tramite un processo di spremitura a freddo.

In campo cosmetico, questa essenza è considerata un’alleata per la cura della pelle, come antirughe, per trattare l’acne, per proteggere la cute dai danni dei raggi solari e dell’invecchiamento grazie alla sua azione antiossidante, dovuta alla presenza di composti come il limonene.

Ha anche proprietà antisettiche, antibatteriche, disinfettanti e antinfiammatorie, utili in caso di ferite, eczema, psoriasi e gengivite. L’aromaterapia attribuisce all’olio essenziale di arancio anche un’azione dimagrante.

Vuoi saperne di più? Leggi il nostro articolo su proprietà e usi dell’olio essenziale di arancio. Troverai anche la ricetta per prepararlo a casa: scopri come si fa!

olio essenziale limone
Fonte: Unsplash / Tirza Van Dijk

Olio essenziale di limone

L’olio essenziale di limone, oltre ad essere un perfetto olio rilassante e antistress con cui profumare la casa, ha molte altre proprietà benefiche per la salute e la bellezza. L’aromaterapia gli riconosce un effetto detox, antinfiammatorio, digestivo e stimolante della circolazione, utile contro fragilità capillare e vene varicose.

Sul fronte della bellezza, grazie alla sua azione drenante e tonificante è un rimedio naturale contro la cellulite. Applicato sulla pelle, aiuta anche a schiarire le macchie e favorisce la cicatrizzazione delle ferite, mentre massaggiato sulle unghie le rende più forti.

Vuoi saperne di più e imparare a fare a casa l’olio essenziale di limone? Leggi il nostro articolo e scopri la nostra ricetta.

Olio essenziale di ginepro

L’olio essenziale di ginepro è un’essenza dal caratteristico aroma fresco, legnoso e balsamico. È molto apprezzato per i suoi effetti benefici per la mente, grazie alla sua azione rilassante che favorisce la calma, rinforza l’autostima e aiuta a dormire meglio.

All’olio essenziale di ginepro sono attribuite anche proprietà depurative e drenanti che lo renderebbero utile per disintossicare l’organismo, favorire l’eliminazione delle tossine in eccesso e contrastare la cellulite. Per la sua azione astringente e purificante è anche un ottimo alleato naturale per la salute della pelle, spesso indicato per trattare disturbi come acne, punti neri e pelle grassa.

Nel nostro articolo, ti sveliamo tutto su proprietà e usi dell’olio essenziale di ginepro.

oli essenziali menta

Olio essenziale di menta

L’olio essenziale di menta piperita si ricava per estrazione dalle parti fiorite e dalle foglie dell’omonima pianta ed è uno dei prodotti più utilizzati nel mondo della cosmesi, della farmacologia, della medicina e della pulizia.

A questo olio essenziale sono attribuite proprietà analgesiche, utili per esempio in caso di mal di testa e dolori muscolari, decongestionanti ed espettoranti, che lo rendono efficace per liberare le vie respiratorie e placare la tosse.

Se applicato sulla pelle, contrasta il prurito e aiuta a combattere problematiche come dermatite e acne. A casa, diluito in acqua, è un ottimo repellente per gli insetti, mentre abbinato all’aceto è efficace per disinfettare naturalmente gli ambienti.

Vuoi scoprire di più sulle sue proprietà e sapere come si fa l’olio essenziale di menta a casa? Leggi il nostro articolo.

olio essenziale basilico
Fonte: Unsplash / Yakov Leonov

Olio essenziale di basilico

L’olio essenziale di basilico, che si estrae per distillazione dall’omonima pianta aromatica, vanta numerosi effetti benefici, sia per la mente che per il corpo. Ha un’azione calmante che rilassa e scioglie le tensioni ed è considerato un ottimo espettorante utile nel trattamento di tosse, raffreddore, sintomi influenzali e sinusite.

Fa bene anche all’apparato gastrointestinale perché favorisce la digestione e allevia pesantezza e gonfiore grazie alla sua azione carminativa. L’olio essenziale di basilico apporta anche molti benefici a pelle e capelli, combatte l’acne, accelera la guarigione delle ferite e rende la chioma più luminosa e vitale.

Scopri di più sulle proprietà benefiche dell’olio essenziale di basilico.

Olio essenziale di bergamotto

L’olio essenziale di bergamotto si ricava per spremitura a freddo dalle bucce dei frutti del noto agrume. È conosciuto per le sue proprietà calmanti, che lo rendono utile come rimedio naturale per ritrovare la serenità contro stress, ansia, agitazione, depressione. Svolge anche un’azione antisettica, antibatterica e disinfettante.

Grazie a queste virtù, è indicato nel trattamento di svariati disturbi, come l’acne, la cistite e altre infezioni del tratto urogenitale, l’alitosi, gli ascessi e le infezioni del cavo orale. Come molte essenze, l’olio essenziale di bergamotto trova applicazione anche nell’industria alimentare oltre che in ambito fitoterapico. Può essere usato per dare un aroma inconfondibile a dolci, marmellate, carni bianche e pesce.

Scopri di più sull’olio essenziale di bergamotto, le sue proprietà e i suoi utilizzi.

Olio essenziale di cedro

L’olio essenziale di cedro ha proprietà toniche, astringenti, espettoranti e analgesiche che lo rendono benefico contro moltissimi disturbi. Diffuso negli ambienti, dona calma e serenità e combatte ansia e stress. Applicato localmente con un leggero massaggio, dà sollievo dai dolori mestruali e articolari.

Usato per fare suffumigi, libera le vie respiratorie in caso di raffreddore e tosse. Può anche essere aggiunto allo shampoo per contrastare la caduta dei capelli perché stimola la circolazione sanguigna. È efficace anche come repellente per gli insetti e come antitarme.

Nel nostro articolo, ti spieghiamo tutto sull’olio essenziale di cedro e sui suoi benefici.

rosmarino olio essenziale
Fonte: Unsplash / M Dean

Olio essenziale di rosmarino

L’olio essenziale di rosmarino è utilizzato per il trattamento di numerosi disturbi e per favorire uno stato di benessere generale. A livello mentale ed emotivo, riduce lo stress e favorisce memoria e concentrazione. A questa essenza è anche riconosciuto un effetto benefico contro il raffreddore e le affezioni delle vie respiratorie grazie alle sue proprietà espettoranti.

L’olio essenziale di rosmarino è utile anche per la bellezza, grazie alla sua capacità di stimolare il microcircolo del cuoio capelluto, applicato sulla cute aiuta a contrastare la caduta dei capelli e svolge un’azione seboregolatrice. Per i suoi effetti positivi sulla microcircolazione, eseguire un massaggio con l’olio essenziale di rosmarino è anche utile per combattere la cellulite.

Scopri di più sulle proprietà benefiche dell’olio essenziale di rosmarino.

Tea tree oil

Il tea tree oil è un olio essenziale estratto dalla Melaleuca alternifolia, una pianta originaria dell’Australia, dove è nota con il nome di “Albero del tè”. Questa essenza vanta moltissime proprietà, in particolare antibatteriche, antinfiammatorie, antivirali, antiodoranti e antimicotiche.

Il tea tree oil trova largo impiego in campo estetico e cosmetico, in particolare nei prodotti per la cura della pelle. Grazie alla ricchezza di vitamina E, combatte i segni dell’invecchiamento, attenuando le rughe e migliorando l’elasticità cutanea. Svolge anche un’azione seboregolatrice che aiuta a contrastare i brufoli da acne, oltre ad essere un rimedio naturale per attenuare cicatrici e smagliature.

L’olio essenziale di tea tree è utile anche per la salute e il benessere dei capelli, alleviando il prurito e contrastando la forfora. Grazie alle sue proprietà antimicotiche e antibatteriche, può essere un alleato anche nel trattamento di problematiche come la micosi alle unghie e la candida.

Vuoi saperne di più su questo olio dai mille benefici? Leggi il nostro articolo sul Tea tree oil.

Conclusioni

Come ormai avrai capito, gli ambiti di applicazione degli oli essenziali e i loro effetti sul tuo benessere psicofisico sono tantissimi. Se cerchi un rimedio naturale per ritrovare l’equilibrio o per combattere disturbi e malanni, queste essenze possono essere tuoi grandi alleati.

Ma ricorda di chiedere sempre consiglio al medico o all’erborista per individuare l’olio essenziale più adatto a te, per essere sicuro di usarlo nel modo giusto e conoscere le eventuali controindicazioni. Così, potrai godere delle proprietà di queste preziose essenze aromatiche senza rischi per la salute.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare