Greenstyle Benessere Rimedi naturali Olio essenziale di arancio: proprietà e usi

Olio essenziale di arancio: proprietà e usi

Olio essenziale di arancio: proprietà e usi

Fonte immagine: Pixabay

L’olio essenziale di arancio (dolce) viene estratto dalla scorza del frutto (citrus sinensis dulcis) ed è noto e apprezzato per le sue proprietà cosmetiche e aromaterapiche e per i benefici che apporta. C’è chi lo usa per dimagrire, chi per usufruire delle proprietà astringenti e purificanti e chi per godere della sensazione di benessere e relax che offre.

A cosa serve olio essenziale di arancio? Ottimo per effettuare massaggi linfodrenanti e decontratturanti, approfondiamo gli usi del prodotto naturale.

Cos’è l’olio essenziale di arancio

Gli oli essenziali sono oli concentrati derivati ​​dalle piante e, in alcuni casi, dai frutti, specie gli agrumi. È il caso dell’olio essenziale di arancio. Questo viene estratto dalla scorza dell’arancia dolce tramite la spremitura a freddo, che utilizza semplicemente la pressione sulle bucce (a volte anche foglie e/o fiori) per ricavarne l’olio.

Un cenno merita il citrus sinensis, l’arancio appunto, albero di origine cinese appartenente alla famiglia delle Rutaceae. Diffusamente coltivato in Sicilia, ma anche in Campania e Calabria, raggiunge i 10-12 metri di altezza, ed i 4-5 metri di diametro, relativamente alla sua chioma.

I suoi fiori, (noti con il nome di zagare), sono bianchi e caratterizzati da un profumo inebriante: sbocciano all’inizio della primavera. I frutti, invece, maturano da novembre a maggio.

Olio essenziale di arancio proprietà e usi
Fonte: Pixabay

Olio essenziale di arancio dolce

L’olio essenziale di arancio si distingue in dolce e amaro. Il primo proviene dall’appena approfondito citrus sinensis, l’albero di arance comune che si caratterizza, rispetto al successivo, per il sapore aspro, ma anche tendente al dolce.

Olio essenziale di arancio amaro

È sempre un olio essenziale puro e naturale al 100% ottenuto dalla spremitura a freddo della scorza d’arancia. Ma, in questo caso, si ricava dal citrus aurantuim, dall’arancio amaro. Anche questo è un albero da frutto appartenente al genere citrus, ma si tratta di un antico ibrido, probabilmente fra il pomelo e il mandarino.

Olio essenziale di arancio fatto in casa

Come si fa l’olio essenziale di arancio? Se volete cimentarvi in casa, di seguito la ricetta ed il procedimento da seguire.

  1. Raccogliete le bucce di arancia e fatele asciugare all’aria aperta, preferibilmente in un luogo della casa soleggiato.
  2. Tagliate la buccia essiccata in pezzi piccoli e immergetela nella vodka o in qualsiasi alcol ad alta gradazione. Abbiate l’accortezza di agitare il contenitore diverse volte al giorno.
  3. Trascorsa una settimana, o anche più, filtrate le bucce e spremete l’alcool rimasto impregnato nelle stesse.
  4. Fate riposare quanto ottenuto per un paio di giorni in modo che l’alcol evapori, quindi conservate in una boccetta di vetro in un luogo fresco.
Olio essenziale di arancio proprietà e usi
Fonte: Pixabay

Olio essenziale di arancio: proprietà e benefici

Così come tutti gli agrumi, anche l’arancia ed in particolare sia l’olio di arancia amara che dolce, vanta numerose proprietà ed altrettanti benefici. I suoi componenti principali sono il limonene (potente antiossidante), il mircene, l’alfa pinene.

Ed ancora mircenolinalolo, citrale, farnesolo e geraniolo. Tale composizione rende l’olio essenziale di arancio un ottimo alleato per la cura della pelle e nel campo della cosmesi. Vanta inoltre effetto antidepressivo, antinfiammatorio, antisettico, battericida, sedativo del sistema nervoso.

A livello dello stomaco funge da digestivo; è infine un fungicida ed ha funzione ipotensiva.

Proprietà antisettiche ed antibatteriche

Ha la capacità di inibire i batteri e può anche prevenire la crescita di funghi che possono causare il deterioramento del cibo. Evita le infezioni poiché inibisce la crescita microbica e disinfetta le ferite.

Proprietà sedative

L’olio essenziale di arancia amara, come nel caso dell’olio di lavanda, è noto per le sue proprietà sedative e lenitive del sistema nervoso. In aromaterapia con olio essenziale di arancia si trattano i sintomi di ansia e depressione.

Proprietà digestive

Ha proprietà digestive e spasmolitiche. Agisce beneficamente in caso di digestione difficile ed è utile nella prevenzione del meteorismo intestinale e della stitichezza.

Antinfiammatorio

Fornisce rapido sollievo in caso di infiammazione, sia interna che esterna. È utile per ridurre l’infiammazione associata a eczema e psoriasi, ma non usato puro sulla pelle.

Fa dimagrire

Olio essenziale di arancio amaro per dimagrire? Certo, il suo segreto sta nella sinefrina, sostanza stimolante e dimagrante che favorisce lo scioglimento dei grassi e stimola il metabolismo basale.

Olio essenziale di arancio proprietà e usi
Fonte: Pixabay

Olio essenziale di arancio dolce, proprietà cosmetiche

L’olio essenziale di arancio dolce è noto anche per le sue proprietà cosmetiche: agisce come tonico per la pelle ed è utile contro la pelle spenta, le smagliature e la cellulite. Ma non solo: è apprezzato da chi vuole combattere i primi segni di espressione sul viso e per chi vuole mantenere in salute la propria chioma.

Anti rughe

Combatte i segni dell’età come le rughe o le macchie scure sulla pelle grazie al fatto di stimolare la produzione di collagene. Vanta anche potere antiossidante, grazie al quale è in grado di protegge la pelle dai danni del sole e dall’inquinamento.

Capelli

L’olio essenziale di arancio dolce sui capelli è un toccasana. Una delle sue principali proprietà è l’eliminazione delle tossine non solo dalla pelle, ma anche dal cuoio capelluto. Potete unirne qualche goccia allo shampoo.

Per dare lucentezza alla chioma, invece, mescolate due cucchiai di miele, 10 gocce di olio di arancia e tanta acqua quanto basta per ottenere una maschera per capelli da tenere in posa almeno due minuti prima di risciacquare.

Come usare l’olio essenziale di arancio

L’olio essenziale di arancia si caratterizza per una grande varietà di usi. Ad esempio, ha la capacità di:

  • Migliorare l’umore: basta metterlo nel diffusore sia in casa che sul luogo di lavoro per beneficiare di un miglioramento dell’umore
  • Ridurre lo stress: in questo caso se ne può versare qualche goccia nell’acqua prima di fare un bagno caldo, o qualche goccia nel diffusore
  • Trattare l’acne ed altre condizioni della pelle: combatte le rughe e facilita il ricambio cellulare. Diluito in un olio vettore o in una crema per il viso o per il corpo, va massaggiato fino ad assorbimento
  • Contro gengivite e/o afte: basta fare degli sciacqui con 2 gocce di olio essenziale di arancio amaro versate in un bicchiere di acqua tiepida
  • Ridurre il dolore o l’infiammazione: uso interno
  • Alleviare il mal di stomaco: si può ingerire oppure usare localmente per massaggiare la zona dolorante
  • Essere sfruttato come detergente naturale per la casa: unito all’acqua prima di passare il mocio o di intingervi una pezza o una spugna
  • Essere utilizzato come olio per massaggi: versato sulla zona interessata, va massaggiato a lungo
  • Profumatore naturale (anche nell’industria cosmetica)
  • Insaporitore di cibi e bevande: basta aggiungerne poche gocce alle pietanze. Si abbina bene con il cioccolato, il pesce marinato, il condimento delle insalate e tanto altro.
  • Contro la cellulite: basta far sciogliere 4 cucchiai di sale marino e 7 gocce di olio essenziale di arancio amaro nell’acqua del bagno prima di andare a letto.
Olio essenziale di arancio proprietà e usi
Fonte: Pixabay

Olio essenziale di arancio, usi

I principali usi dell’olio essenziale di arancio possono essere così raggruppati:

  • Qualche goccia di olio essenziale di arancio versata in un diffusore, evaporando grazie al calore, permette al suo profumo di diffondersi in tutta la stanza.
  • Spray: aggiungendo l’olio essenziale di arancia all’acqua, con o senza l’aggiunta di un agente disperdente, si può ottenere un ottimo spray dai diversi impieghi.
  • Olio per massaggi: può essere sfruttato localmente per alleviare il dolore o l’infiammazione. Basta diluirlo nell’olio di cocco o di jojoba e procedere con il massaggio.

Controindicazioni

Così come tutti gli oli essenziali, anche questo non andrebbe applicato puro direttamente sulla pelle in quanto ha il potenziale di causare una reazione cutanea. È consigliabile effettuare una prova, dopo averlo diluito, in una zona interna del braccio. Si sconsiglia di usare l’olio essenziale di arancia vecchio o ossidato e di esporsi ai raggi del sole dopo averlo usato sulla pelle.

Inoltre:

  • non fatelo entrare in contatto con gli occhi
  • conservatelo lontano dalla portata dei bambini
  • tenetelo lontano dagli animali domestici

Da evitare durante la gravidanza o in allattamento: gli oli essenziali sono tutti controindicati durante tale delicato periodo della vita di una donna nel quale le precauzioni non sono mai troppe. Gli oli essenziali di agrumi sono più inclini all’ossidazione. Per evitare oscillazioni nella loro temperatura, lasciateli in un luogo fresco ad una temperatura costante compresa tra 5 e 10 C°.

Seguici anche sui canali social

Altri articoli su Oli essenziali