Greenstyle Alimentazione Alimenti Pepe nero: proprietà, controindicazioni e usi

Pepe nero: proprietà, controindicazioni e usi

Pepe nero: proprietà, controindicazioni e usi

Fonte immagine: Pixabay

Spezia apprezzata in tutto il mondo, il pepe nero è considerato un ingrediente immancabile in molte ricette. Oltre a insaporire i nostri piatti è anche un ottimo alleato per il buon funzionamento del nostro organismo. La spezia è infatti in grado di offrire effetti benefici che influenzano il nostro corpo in molti modi sorprendenti.

Non a caso, il pepe nero è apprezzato sin dai tempi più antichi, e porta con sé una storia affascinante e misteriosa.

In questo articolo faremo un viaggio alla scoperta delle origini della spezia, vedremo da vicino come viene prodotta e scopriremo tanti spunti e idee per usarla nelle ricette più impensabili, come quelle dei dolci ad esempio.

Vediamo da vicino tutto ciò che dovresti sapere in merito.

Pepe nero pianta: caratteristiche e varietà

Il pepe nero deriva dalla pianta originaria dell’India Piper Nigrum, un membro della famiglia delle Piperacee. Mediante la lavorazione dei frutti, da questa pianta è possibile ottenere il pepe, quello verde e la varietà nera.

Per l’esattezza, il pepe nero viene ottenuto raccogliendo i frutti del Piper Nigrum a metà maturazione, mettendoli in acqua bollente e poi lasciandoli essiccare al sole.

Il pepe bianco si ottiene dalla lavorazione dei semi decorticati, mentre quello verde ha origine dal frutto raccolto quando non è ancora maturo. Una varietà di pepe differente è quella rosa, che non deriva affatto dalla pianta del Piper Nigrum, bensì dalla Schinus molle. A differenza degli altri tipi di pepe, quello rosa ha un sapore più delicato e viene impiegato a scopo perlopiù decorativo.

Proprietà e valori nutrizionali

Pepe nero e spezie
Fonte: Pixabay

Di norma il pepe bianco, nero e verde hanno simili proprietà nutrizionali.

In 100 grammi di prodotto si trovano all’incirca 296 calorie. Il pepe nero contiene anche proteine, fibre, vitamine e minerali. In particolar modo, spicca la presenza di vitamina K, vitamina C, vitamina E, A e delle vitamine del gruppo B.

Fra i minerali degni di nota segnaliamo anche la presenza di:

Piperina

Importante è anche la presenza della piperina, un antiossidante naturale contenuto nel pepe nero, che ne conferisce non solo il caratteristico sapore, ma che rappresenta anche la fonte dei tanti benefici promossi da questa spezia.

La piperina permette infatti di ridurre il rischio di soffrire di malattie croniche, come quelle cardiovascolari ed esercita un effetto benefico sulla capacità di assorbimento delle sostanze nutrienti.

In altre parole, assumere alimenti contenenti piperina potrebbe favorire l’assorbimento dei nutrienti essenziali.

Quali sono i benefici del pepe nero?

Pepe nero
Fonte: Pixabay

Protagonista essenziale della medicina orientale, il pepe nero è in effetti un valido alleato per la salute. Questa spezia esercita effetti benefici sulla linea (è infatti molto apprezzata da chi desidera dire addio ai chili di troppo) e migliora anche la digestione.

Vediamo quali sono i benefici del pepe nero che dovresti conoscere.

Migliora la salute dell’intestino

Grazie alla presenza della piperina, questa spezia esercita un’azione stimolante, promuovendo così la formazione dei succhi gastrici e, di conseguenza, migliorando la digestione. Tra l’altro, come abbiamo accennato, la piperina favorisce anche l’assorbimento delle sostanze nutritive contenute negli alimenti che mangiamo ogni giorno.

Il pepe nero fa dimagrire?

Uno dei fattori che rendono tanto apprezzata questa spezia è proprio la capacità di favorire il processo di dimagrimento. Nello specifico, sembra che il pepe nero sia in grado di stimolare la termogenesi e di aumentare il senso di sazietà, favorendo così la perdita di peso.

A tal proposito, la spezia viene utilizzata per la realizzazione di un’apposita tisana dimagrante. Vediamo come prepararla.

Come usare il pepe nero per dimagrire?

Prima di vedere come preparare la tisana dimagrante, è importante sottolineare che, da solo, il pepe non può garantire un effetto dimagrante. Assumerlo nell’ambito di una dieta bilanciata e dimagrante, può però intensificare il processo di dimagrimento.

La preparazione di questa tisana è molto semplice. Vediamo quali sono gli ingredienti necessari e come prepararla.

Ingredienti
  • Acqua: mezzo litro
  • Pepe nero: mezzo cucchiaino
  • Succo di mezzo limone
  • Radice di zenzero fresco: mezzo centimetro
Procedimento

Innanzitutto dovrai fare bollire l’acqua. Quindi, aggiungi il pepe, il limone e lo zenzero. Lascia in infusione per una decina di minuti, filtra l’acqua e bevi la tisana calda. Potresti addolcirla utilizzando mezzo cucchiaino di miele o del dolcificante a tua scelta.

Proprietà espettoranti e antidepressive

Il pepe è anche noto per le sue proprietà espettoranti, oltre che per la capacità di alleviare gli stati infiammatori. Inoltre, si ritiene che questa spezia possa fungere da antidepressivo, poiché favorirebbe la produzione di endorfine nel cervello.

Ideale per massaggi e impacchi

Forse ti sorprenderà saperlo, ma questa spezia è impiegata anche nella cura del corpo. Sotto forma di olio essenziale di pepe nero, si rivela infatti ottimo per dei massaggi rilassanti in grado di stimolare la circolazione.

Inoltre, la spezia viene impiegata anche per la realizzazione di impacchi per curare lividi ed ematomi.

Migliora le difese immunitarie

Vista la ricca presenza di vitamine (compresa la vitamina C) e di minerali, appare evidente il ruolo benefico del pepe nero nel supporto delle difese immunitarie. Tale effetto ti aiuterà a combattere più efficacemente eventuali infezioni e malattie.

Curcuma e pepe nero: il mix perfetto per la tua salute

Se assunto in abbinamento con la curcuma, il pepe nero ne potenzia l’effetto, aiutando a depurare il fegato e migliorando il benessere della mucosa gastrica. Si ritiene che questo mix di spezie possa anche ridurre la perdita di memoria nelle persone con demenza o Alzheimer.

Pepe nero: controindicazioni

Il pepe nero fa male alla salute? In realtà non esistono particolari controindicazioni per quanto riguarda l’assunzione moderata di questa spezia. Inoltre, non sono state evidenziate delle interazioni fra il pepe nero ed eventuali farmaci.

Tuttavia, va evidenziata la capacità di questa spezia di aumentare l’assorbimento di alcuni medicinali, per cui sarà bene chiedere al proprio medico qualora stessimo seguendo una terapia farmacologica.

Inoltre, la spezia non dovrebbe essere consumata da coloro che soffrono di patologie gastrointestinali come reflusso gastroesofageo, gastrite o ulcere.

Che gusto ha il pepe nero?

L’aspetto e il sapore del pepe nero sono molto caratteristici. La spezia ha un tipico colore nero e appare sotto forma di grani rugosi e disidratati. Il sapore è molto piccante. Non a caso, quello nero è considerato il pepe più forte di tutti.

Il prodotto è disponibile nei supermercati e nei negozi biologici tutto l’anno. Ti consigliamo di acquistare una tipologia di pepe in grani con apposito macinapepe, in modo da essere certo di consumare un pepe fresco e non mescolato con additivi o altre sostanze.

Per cosa si usa il pepe?

Fonte: Pixabay

Abbiamo visto quali e quanti sono i benefici di questa spezia per la salute. Il pepe non è impiegato solo per la sua capacità di migliorare il nostro benessere, ma anche e soprattutto per la sua capacità di dare sapore alle nostre ricette. E allora, come usare il pepe nero in cucina?

Subito ci vengono in mente i deliziosi spaghetti cacio e pepe, un classico della cucina italiana. La spezia è anche un ingrediente immancabile del curry, e viene aggiunto a zuppe, piatti di carne e pesce, verdure saltate in padella o anche per esaltare un buon piatto di carote cotte al forno.

Ottimo anche per insaporire le ricette vegane, il pepe può dare quel tocco di carattere in più a del tofu con salsa di soia.

E che dire dei dolci con il pepe nero? Potresti aggiungerlo alle ricette più impensabili, come quelle a base di cioccolato e creme. Questa spezia è infatti perfetta per la preparazione di biscotti, torte e brownies dal gusto sfizioso e diverso dal solito.

Quanto pepe nero si può mangiare al giorno?

Inserire questa varietà di pepe nella propria alimentazione quotidiana può migliorare davvero la salute, ma come sempre, è importante non esagerare. Una spolverata nei tuoi piatti preferiti andrà più che bene. Ricorda solo di consumare la spezia con la giusta moderazione.

3 curiosità sul pepe nero

Dopo averne appreso i benefici, le indicazioni e le controindicazioni della spezia, diamo un ultimo sguardo alla storia del pepe nero e alle curiosità che lo accompagnano.

  1. La spezia dei faraoni: utilizzata già nei tempi più antichi, la spezia è stata ritrovata nelle tombe dei faraoni d’Egitto, a conferma di quanto fosse considerata pregiata.
  2. Oro nero: la spezia era anche chiamata “oro nero”, in quanto considerata merce di scambio nell’epoca romana. Chi lo possedeva, era considerato un uomo ricco.
  3. Un aiuto sotto le lenzuola: si ritiene che questa spezia abbia anche un potere afrodisiaco e stimolante e che possa rendere più piccante (è proprio il caso di dirlo) la vita sotto le lenzuola.

Ora sai davvero tutto su questa pregiata spezia, quindi non ti rimane che aggiungerla ai tuoi piatti e godere dei suoi tanti effetti benefici.

Seguici anche sui canali social

Altri articoli su Spezie