Greenstyle Casa & Giardino Orto & giardino Piante Come curare le piante aromatiche sul balcone

Come curare le piante aromatiche sul balcone

Come curare le piante aromatiche sul balcone

Non c’è niente di più piacevole che poter godere ogni giorno dei benefici delle piante aromatiche. Queste possono essere facilmente coltivate in vaso e posizionate sul balcone di casa, dove aggiungono anche un bel tocco estetico. E ammettiamolo, è abbastanza pratico avere un piccolo orto domestico e coltivare da soli le proprie erbe aromatiche!

Ecco alcuni suggerimenti su come curare le piante aromatiche per abbellire il tuo balcone e goderti una varietà di sapori deliziosi tutto l’anno.

Quali piante aromatiche coltivare su un balcone?

La scelta delle piante aromatiche da coltivare in balcone è vasta. Il timo è un must per la preparazione di molte salse e crescerà in vaso senza alcuna difficoltà. Questa pianta aromatica perenne possiede una straordinaria resistenza e può essere coltivata in vaso così come la santoreggia e il dragoncello. La menta, il prezzemolo e l’erba cipollina sono altre piante aromatiche che possono svilupparsi in balcone senza nessun problema. E che dire dell’immancabile basilico per il condimento delle salse di pomodoro?

Per semplicità, puoi piantare le tue piante aromatiche in vasi separati ma, per dare un tocco di fantasia al tuo terrazzo, puoi anche allestire delle fioriere con piante aromatiche diverse. In questo caso, attenzione: non tutte le erbe aromatiche hanno le stesse esigenze.

Se vuoi prenderti cura in modo appropriato delle tue piante aromatiche e fare in modo che crescano, devi essere consapevole delle loro diverse esigenze:

  • il rosmarino può essere associato a timo, alloro o alla lavanda, tutte piante aromatiche che necessitano di un terreno asciutto;
  • erba cipollina, basilico e prezzemolo invece amano il terreno più ricco.

Prenditi il tempo per conoscere le proprietà delle singole piante aromatiche in modo che possano crescere e darti splendidi risultati! E attenzione alla menta, che ama occupare tutto lo spazio a disposizione: se la metti con un’altra pianta, potrebbe gradualmente espandersi su tutta la superficie far morire la sua compagna nel vaso.

Come curare le piante aromatiche sul balcone

Non è necessario innaffiare troppo le piante aromatiche, specialmente quelle a cui piace un terreno particolarmente asciutto. Ogni pianta ha le sue esigenze, quindi tieni gli occhi aperti per vedere quando il terreno manca di umidità e diventa troppo asciutto.

È meglio annaffiare le piante aromatiche un po’ ogni giorno piuttosto che versare molta acqua in una sola volta. Si consiglia inoltre di scegliere vasi o fioriere con un sottovaso, in modo che l’acqua in eccesso possa drenare ed essere usata dalla pianta in seguito.

Rinvasa periodicamente le tue erbe aromatiche

In natura, il terreno si rigenera da solo per fornire alle piante i nutrienti necessari. Ma nella tua fioriera da balcone, il tuo terreno potrebbe perdere rapidamente il potenziale nutritivo che aveva all’inizio. Puoi quindi aggiungere un fertilizzante per aumentare la crescita delle tue erbe aromatiche, oppure puoi rinvasarle periodicamente per rinnovare la qualità del tuo terreno. Conserva sempre un po’ di terriccio in cui è cresciuta la tua pianta aromatica e aggiungi terriccio fresco.

Se non puoi rinvasare completamente, puoi anche arare delicatamente il terreno con un piccolo attrezzo da giardinaggio o con una forchetta e aggiungere solo alcune manciate di nuovo terriccio nella parte superiore. Ciò consentirà ai nutrienti di penetrare nel terreno al momento dell’irrigazione.

Consigli utili per curare le piante aromatiche sul balcone

Timo, rosmarino e salvia sono facili da curare e vanno annaffiate solo con un tempo asciutto. Queste tre piante aromatiche preferiscono un’esposizione a sud per perché amano il caldo e i terreni asciutti.

Invece il prezzemolo, l’erba cipollina e la menta vanno lasciate in un luogo fresco e ombreggiato e annaffiate regolarmente, dal momento che preferiscono un terreno sempre umido.

Se compaiono delle macchie sulle foglie, significa che la luce diretta del sole sta bruciando la tua pianta. In questo caso è importante cambiare posto velocemente al vaso e cercare un angolo un po’ più ombreggiato sul balcone.

Se la pianta inizia a marcire, vuol dire che assorbe troppa acqua. Pertanto, è necessario ritardare l’irrigazione o addirittura interromperla per alcuni giorni per consentirle di recuperare ossigeno.

Se le tue piante aromatiche iniziano ad appassire e sulle foglie appare un colore leggermente giallognolo, l’irrigazione non è efficace. In questo caso dovresti vedere il terreno completamente asciutto e questo significa che devi annaffiare la pianta più frequentemente.

Altri approfondimenti

Seguici anche sui canali social

Altri articoli su Piante aromatiche