Greenstyle Alimentazione Alimenti Quali sono le piante aromatiche perenni resistenti al freddo?

Quali sono le piante aromatiche perenni resistenti al freddo?

Quali sono le piante aromatiche perenni resistenti al freddo?

Fonte immagine: Pixabay

Le piante aromatiche sono molto semplici da coltivare e in più, molte di esse possono anche fungere da vari e propri arbusti ornamentali. Ma quali sono le piante aromatiche perenni che resistono al freddo? Se sei in cerca di questi esemplari, che possano anche darti una mano in cucina, devi sapere che la natura offre moltissime opzioni straordinarie.

Tra l’altro, coltivare le piante aromatiche è anche piuttosto semplice. Con poco sforzo e un pizzico di attenzione, potrai decorare il balcone con piantine e fiori di diversi colori. In più, potrai anche insaporire le tue ricette con ingredienti sempre freschi e magari anche biologici.

In questo articolo vogliamo segnalarti una lista di piante aromatiche perenni resistenti al freddo, per darti un’idea di come impreziosire il tuo orto. Ma prima di vedere di quali si tratta, vediamo quali piante aromatiche non possono stare vicine e quali invece possono essere piantate insieme.

Quali erbe aromatiche si possono piantare nello stesso vaso?

Erbe aromatiche in vaso
Fonte: Pixabay

Prima di tutto, devi sapere che è senza dubbio possibile piantare delle piantine aromatiche nello stesso vaso. Per farlo, ti basterà conoscere le caratteristiche e le necessità di ognuna delle piante che intendi far convivere insieme. Ad esempio, una pianta come la menta tende ad accaparrarsi tutti i centimetri a disposizione con le sue radici, per cui sarebbe meglio non inserirla nello stesso vaso insieme a un’altra pianta. Quest’ultima non avrebbe spazio per poter crescere.

In generale, ricorda che le piante aromatiche possono avere un ciclo annuale o possono essere perenni. Piante come prezzemolo e basilico necessitano di essere seminate ogni anno, mentre salvia, rosmarino, timo e maggiorana sono invece delle piante perenni.

Queste ultime, non amano cambiare “vicino di casa” ogni anno. Cerca quindi di abbinare le piantine tenendo in considerazione questa caratteristica e posiziona insieme solo piante annuali o solo piante perenni.

Piante aromatiche perenni da balcone: le erbe compatibili

Se intendi inserire due diversi tipi di piante nello stesso vaso, cerca di scegliere due piante che abbiano le stesse necessità dal punto di vista dell’annaffiatura e dell’esposizione alla luce. E a proposito di esposizione al sole, dove mettere le erbe aromatiche? Quando scegli il luogo adatto, tieni a mente che quasi tutte le erbe aromatiche hanno bisogno di vivere in punti soleggiati. Al tempo stesso è necessario un adeguato riparo dal freddo e dalle correnti d’aria, specialmente quando si verificano delle precipitazioni atmosferiche estreme.

Detto ciò, diamo un’occhiata alla lista delle piante aromatiche perenni resistenti al freddo e al caldo che potresti coltivare in balcone o nel tuo giardino.

7 piante aromatiche perenni resistenti al freddo

Piante aromatiche perenni resistenti al freddo
Fonte: Pixabay

Le piante aromatiche che ti segnaleremo possono essere piantate sia in vaso che in giardino. Grazie alle loro caratteristiche, non solo potranno insaporire i tuoi piatti, ma il loro gradevole profumo inonderà tutta la casa e terrà persino alla larga gli insetti.

Vediamo dunque quali sono le piante aromatiche perenni da vaso e da giardino.

Alloro (Laurus nobilis)

L’alloro, il cui nome scientifico è “Laurus nobilis” è una pianta dal gradevole e fresco profumo, ed è tra l’altro anche molto semplice da coltivare. Foglie di alloro trovano spazio nelle ricette sia in estate che durante l’inverno, in particolar modo nella preparazione di arrosti, zuppe e sughi. La pianta si presenta come un arbusto con foglie lucide e dal colore verde scuro.

L’alloro è in grado di resistere al freddo, purché venga protetto e posizionato in un posto riparato durante il periodo delle gelate. Per una buona coltivazione, il terreno dovrebbe essere ben drenato. La pianta dà il meglio di sé quando viene posizionata in punti soleggiati del balcone o del giardino.

Rosmarino (Rosmarinus officinalis)

Chi non ama insaporire i piatti con un rametto di rosmarino? Questa pianta dal profumo unico e dalle numerose proprietà benefiche, fa parte di quel gruppo di aromatiche che resistono al freddo.

Il rosmarino è infatti molto resistente, anche in inverno e durante i giorni più gelidi. La possibilità di coltivarlo sia in vaso che in giardino lo rendono un ottimo alleato per chi vuole dilettarsi nel giardinaggio in balcone.

Inoltre, il rosmarino può essere considerato una pianta aromatica ornamentale, grazie ai suoi fiori viola e blu molto decorativi.

Anice

Quando pensiamo all’anice (o staranise) ci viene in mente il Natale. L’anice stellato è infatti uno dei tradizionali simboli delle festività natalizie e ci ricorda tanto l’inverno, i biscotti, i liquori e i dolci. La pianta contiene anetolo, ovvero la stessa molecola che conferisce il profumo e l’inconfondibile sapore anche a un’altra pianta aromatica molto apprezzata, ovvero l’aneto. In natura possiamo trovare 3 tipi di anice, due dei quali sono delle piante perenni, mentre il terzo tipo è annuale. Le tre tipologie sono:

  • Anice stellato (Illicium verum)
  • Anice pepato (Xanthoxylum piperitium)
  • Anice verde (Pimpinella anisum), che è la tipologia annuale.

La pianta dell’anice può arrivare a raggiungere anche i 10 metri di altezza in natura. Come le altre piante aromatiche, anche l’anice ama le posizioni soleggiate e il clima caldo. L’anice stellato può essere coltivato anche in vaso.

Salvia (Salvia officinalis)

La salvia è considerata una pianta aromatica ornamentale per via del suo caratteristico aspetto e delle sue foglie dal colore verde-grigio. È possibile trovarla in tutta l’area del Mediterraneo. La salvia è una pianta aromatica perenne e potrà essere coltivata sia in vaso che in giardino.

Le foglie della pianta sono largamente impiegate sia per il loro aroma caratteristico che per le proprietà benefiche. La salvia vanta infatti degli effetti antispasmodici, ha proprietà antisettiche e aiuta persino a combattere i dolori del ciclo mestruale.

Dragoncello (Artemisia dracunculus)

Proviene dall’Est e più esattamente dalla Russia, dall’Asia centrale e dalla Siberia e si è man mano guadagnato l’attenzione degli amanti della cucina. Il drangoncello è una pianta appartenente alla famiglia delle Compositae, ed è spesso impiegata per insaporire ricette di vario genere, da quelle di pesce a quelle di carni rosse e pollo.

Il drangoncello può essere coltivato sia in balcone che in giardino. Le sue foglie lunghe e sottili e i suoi fiori gialli (che vedrai sbocciare in estate) lo rendono anche una piacevole decorazione per la tua casa. La coltivazione del dragoncello è piuttosto semplice. Come molte altre aromatiche, anche questa pianta predilige i luoghi caldi e soleggiati e durante i freddi intensi e invernali dovrà essere posizionata in un luogo protetto.

Dal momento che può essere coltivato anche in vaso, il dragoncello fa parte delle piante aromatiche perenni da balcone che potresti aggiungere al tuo piccolo orto.

Menta

La menta è una pianta un tantino invadente, quindi per la coltivazione è consigliabile un vaso singolo, senza altri “vicini di casa” ai quali potrebbe togliere spazio. Nonostante il suo “caratterino”, la menta sa farsi perdonare grazie al suo caratteristico e fresco profumo.

Una piantina di menta in balcone sarà la tua alleata in cucina. Potrai usarne le foglioline per insaporire risotti e paste fredde, o per dare un tocco fresco ai tuoi secondi piatti, sia quelli di carne che quelli di pesce.

Inoltre, la menta è un ingrediente immancabile nelle tisane rinfrescanti e digestive. Qualche fogliolina di menta fresca rappresenterà infine la decorazione ideale per i tuoi piatti gourmet!

Timo (Thymus)

Fra le piante aromatiche particolari e resistenti alle basse temperature ti presentiamo infine anche il timo. Questa pianta arbustiva perenne appartiene alla famiglia delle Lamiaceae, che comprende anche spezie ed erbe note come l’origano e la menta. Il timo può raggiungere un’altezza di circa 40/50 centimetri ed è usato sin dai tempi più antichi come pianta medicinale e come ingrediente per condire le pietanze.

La pianta, tipica dell’area mediterranea, ama l’esposizione al sole, ma da brava “perenne” quale è, può resistere anche alle temperature più basse. Il timo viene impiegato per la realizzazione di tisane e sciroppi ed è considerato un valido rimedio contro le infezioni delle vie urinarie. Inoltre, è usato per dare un tocco di sapore alle ricette tipiche della cucina mediterranea.

Una piccola curiosità: il nome della pianta deriva dall’antico nome greco “thýmon”, che può essere tradotto con la parola “coraggio”. Pare che annusare il profumo della pianta possa infatti infondere coraggio e forza.

Seguici anche sui canali social