Greenstyle Benessere Rimedi naturali Alga fucus: proprietà, utilizzi e controindicazioni

Alga fucus: proprietà, utilizzi e controindicazioni

Alga fucus: proprietà, utilizzi e controindicazioni

Fonte immagine: Pixabay

Se ti è mai capitato di seguire una dieta dimagrante, probabilmente avrai già sentito parlare dell’Alga Fucus. Nota come rimedio per perdere peso e per combattere la cellulite, l’alga Fucus risponde in realtà al nome scientifico di “Fucus Vesiculosus”.

Si tratta di un’alga bruna che fa parte della famiglia delle Fucacee. Questa particolare alga è anche nota con il nome inglese di “bladderwrack” o anche come “quercia marina”, per via della sua caratteristica forma.

Ma qual è il legame tra alga fucus e grasso addominale? E perché molti dietologi consigliano questo rimedio naturale per favorire la perdita di peso?

In questo articolo scoprirai tutto quello che bisogna sapere sulla Fucus Vesiculosus, vedremo il motivo per cui è stata battezzata con questo nome, dove cresce, quando assumerla, quali sono i benefici e quando è meglio evitare di ricorrere a questo rimedio naturale.

Ma prima di conoscere da vicino quest’alga, scopriamo perché le alghe sono considerate un rimedio tanto benefico per la salute.

A cosa fanno bene le alghe?

Fonte: Pixabay

Considerate delle vere e proprie “verdure marine”, le alghe esistenti al mondo sono innumerevoli, e possono avere dimensioni diverse, da quelle piccolissime fino alle suggestive e grandi alghe, che possono raggiungere una grandezza di svariati metri.

Questi organismi possono differire anche per il loro colore, potresti quindi trovare alghe rosse, alghe verdi o anche alghe brune.

Il Fucus appartiene proprio a questo terzo gruppo, quello delle alghe brune. Esse si trovano sulle rocce e sulle coste più fredde dell’Atlantico e del Mediterraneo e, come le altre alghe marine, contengono livelli molto elevati di iodio, clorofilla, vitamine, mucillagini e molteplici altre sostanze benefiche per la salute umana.

Le caratteristiche dell’alga Fucus

Dal caratteristico colore verde oliva, il Fucus è caratterizzato da un tallo (il corpo vegetativo, ovvero lo stelo principale della pianta) che può raggiungere una grandezza di 2 metri e che ha una consistenza molle.

L’alga presenta una base piatta e dei lobi a uncino, con i quali la pianta riesce ad “aggrapparsi” alle rocce.

L’alga Fucus è particolarmente presente nel Mar Baltico, nell’Oceano Atlantico e nel Pacifico settentrionale, riesce a galleggiare grazie alla presenza di piccole vesciche piene di aria che somigliano a delle bolle verdi.

L’origine del nome

Già sappiamo che questa particolare alga è anche nota come “quercia marina”, poiché il suo aspetto ricorda proprio le foglie di una quercia.

Il termine latino “Fucus” può invece essere tradotto come “lingua di fuoco”, mentre l’aggettivo “vesiculosus” si riferisce alle caratteristiche sacche o bolle d’aria che si trovano sulla parte superficiale della pianta, che sembrano delle piccole bolle.

Proprietà dell’alga

Fonte: Pixabay

La quercia marina è usata da anni per il trattamento dell’obesità e del sovrappeso. Un simile utilizzo è dovuto alla presenza di sostanze benefiche presenti in grandi quantità al suo interno. Il Fucus contiene, ad esempio, elevati livelli di iodio, oltre ad abbondanti livelli di vitamine (B, C e vitamina E), betacarotene, proteine, polifenoli e numerose altre sostanze vegetali.

Inoltre, il Fucus è anche una buona fonte di sali minerali come:

I benefici del Fucus Vesiculosus

Ti stai domandando quali sono i benefici del Fucus? La lista, come potrai notare, è davvero lunga. Tuttavia, ti anticipiamo che allo stato attuale sono necessarie ulteriori ricerche prima di poter stabilire con assoluta certezza la sua eventuale efficacia.

Detto ciò, sappiamo già che l’alga aiuta a perdere peso, ma questo non è il solo effetto benefico del Fucus. Vediamo quindi quali sono quelli degni di nota.

Aiuta a ridurre il colesterolo

Il Fucus ingloba il colesterolo nel tratto digestivo, diminuendone l’assorbimento nel sangue ed espellendolo con le feci. Ciò significa che la sua assunzione può aiutare a ridurre e a regolarizzare i livelli di colesterolo, riducendo di conseguenza il rischio di malattie cardiache.

Un rimedio contro l’ipotiroidismo

L’alga Fucus contiene elevate quantità di iodio, un elemento importante per il buon funzionamento della tiroide. Per questa ragione, una sua assunzione può aiutare a combattere i sintomi dell’ipotiroidismo, favorendo un più corretto metabolismo di tale sostanza. L’alga contiene inoltre le vitamine C e B, utilissime per regolare le funzioni tiroidee, e la tirosina, un aminoacido non essenziale coinvolto nella formazione di molti ormoni.

Tuttavia, l’utilizzo dell’alga Fucus per la tiroide deve essere monitorato e consigliato dal medico, al fine di evitare potenziali effetti indesiderati.

Un aiuto contro il bruciore di stomaco

Le preparazioni con questa particolare alga permettono di assorbire l’eccesso di acido nello stomaco, risultando utili per trattare i sintomi del reflusso gastrico, in virtù della sua azione antinfiammatoria e protettiva per la salute intestinale.

Un disinfettante naturale

Forse ti sorprenderà saperlo, ma l’alga Fucus può essere impiegata anche come disinfettante e cicatrizzante naturale, grazie alla ricca presenza di alginato di calcio. In tal caso, bisognerà applicarla sotto forma di decotto per favorire la guarigione delle ferite.

Allevia stitichezza e diarrea

L’acido alginico presente nell’alga aiuta a regolarizzare i movimenti intestinali, permettendo così di alleviare problemi come diarrea e stitichezza, e attenuando altri comuni problemi digestivi.

Alga fucus per dimagrire

E veniamo a uno degli utilizzi più famosi dell’alga. Il Fucus aiuta davvero a dimagrire? La risposta a questa domanda è positiva, tuttavia deve essere assunta sempre nell’ambito di una dieta dimagrante e di un sano e attivo stile di vita.

Detto questo, devi sapere che questo rimedio favorisce il senso di sazietà, riducendo quindi la fame da stress. Inoltre, grazie all’alto contenuto di iodio, che agisce sulla tiroide, il Fucus stimola il metabolismo basale e favorisce di conseguenza il dimagrimento.

Per via di tali effetti, integratori di Fucus sono spesso consigliati per il trattamento di condizioni come obesità, sovrappeso e ritenzione idrica.

Alga fucus: controindicazioni

Fonte: Pixabay

Quali sono le controindicazioni del Fucus? Nonostante si tratti di un rimedio naturale, non bisogna assumere l’alga Fucus senza aver prima vagliato il parere del proprio medico curante.

Integratori e prodotti contenenti quest’alga non devono essere assunti, ad esempio, dalle donne in gravidanza o durante il periodo di allattamento, sono sconsigliati anche per coloro che stanno assumendo dei farmaci anticoagulanti. Informa il medico se stai assumendo il Fucus vesiculosus se a breve devi sottoporti a un intervento chirurgico.

Il Fucus è inoltre sconsigliato per chi soffre di ipertiroidismo o gozzo (prima di assumerlo è fondamentale chiedere consiglio al medico) e per chi sta assumendo farmaci tiroidei, poiché potrebbe avere degli effetti stimolanti, con sintomi come tachicardia, ipertensione e nervosismo.

Consulta il medico se intendi assumere rimedi a base di Fucus ma soffri di patologie cardiovascolari, di ipertensione o se stai seguendo una terapia per il diabete.

Inoltre, è bene considerare che il contenuto di alcune sostanze chimiche considerate tossiche, come il cadmio, il piombo, il mercurio e l’arsenico, rende quest’alga non priva di possibili rischi per la salute.

Un eccesso di iodio è inoltre sconsigliato per coloro che soffrono di acne severa, poiché ne può comportare un aggravamento e l’assunzione di alghe è naturalmente sconsigliata per chi soffre di allergia allo iodio.

Come assumere l’alga Fucus?

Fonte: Pixabay

Come assumere il Fucus per dimagrire e per migliorare il proprio benessere? L’alga può essere acquistata sotto forma di estratto secco, come la spirulina, sotto forma di capsule e compresse, estratto idroalcolico, tintura madre o anche sotto forma di gocce.

Alga fucus: per quanto tempo assumerla?

In generale, gli esperti consigliano di seguire una terapia a base di questo rimedio per non più di 6 – 8 settimane consecutive, e di sospenderne poi l’assunzione. È sconsigliato il consumo di tali prodotti durante la sera.

Dosaggio

Quanto Fucus assumere al giorno? Per quanto riguarda il dosaggio del Fucus, generalmente la dose consigliata va dai 400 ai 600 mg al giorno, ma la corretta posologia deve essere stabilita dal proprio medico o dal proprio dietologo.

Evita di assumere dosi eccessive di questo prodotto, in quanto potrebbe incidere sulle funzioni della tiroide, causando sintomi come tachicardia e tremore, insonnia e agitazione.

In generale, è opportuno attenersi alle indicazioni riportate sulla confezione del prodotto e/o al dosaggio consigliato dal medico.

Seguici anche sui canali social