Greenstyle Benessere Salute Magnesio: a cosa serve? Proprietà, benefici, come e perché assumerlo

Magnesio: a cosa serve? Proprietà, benefici, come e perché assumerlo

Magnesio: a cosa serve? Proprietà, benefici, come e perché assumerlo

Fonte immagine: Pixabay

Oltre al calcio e al fosforo, uno degli elementi fondamentali per il benessere del corpo è il magnesio. Andiamo dunque a scoprire qualcosa di più su questo elemento andando a vedere a cosa serve, i dettagli del suo metabolismo, i benefici per l’organismo, quali sintomi provoca la sua carenza e il suo eccesso e anche quali alimenti sono ricchi di questo elemento.

Magnesio: proprietà chimiche

Magnesio in chimica
Fonte: Pixabay

Dal punto di vista chimico, il magnesio è l’elemento della tavola periodica degli elementi con numero atomico 12 e simbolo Mg. In natura non lo si trova allo stato libero in quanto troppo reattivo, ma è sempre combinato con altri elementi. Fa parte del 2% della crosta terrestre e lo si trova disciolto anche in acqua. È un metallo alcalino terroso.

Come metallo è leggero, bianco-argenteo e duro. Quando esposto all’aria, diventa opaco a causa dell’ossidazione.

Metabolismo e funzioni

La maggior parte del magnesio, a livello umano, lo troviamo nello scheletro, mentre il restante è all’interno delle cellule, nella muscolatura striata e nello spazio extracellulare.

Il metabolismo del magnesio è strettamente collegato a quello del potassio. Inoltre un suo aumento diminuisce i livelli del calcio. Anche il paratormone interviene in questo metabolismo.

Assorbimento ed eliminazione

Per quanto riguarda l’assorbimento, per la maggior parte avviene nell’intestino tenue. Anche in questo caso è la vitamina D a favorirlo. Tuttavia alterazioni delle proteine, la presenza di fitati e acido ossalico, troppi fosfati, calcio e grassi possono inibirne l’assorbimento.

Non tutto quello ingerito viene assorbito: l’eccedenza viene eliminata con le feci. Inoltre viene escreto anche tramite le urine, così come tramite la sudorazione.

A cosa serve il magnesio?

Il magnesio svolge numerose funzioni nel corpo umano:

  • fa parte di diversi enzimi
  • interagisce con l’ATP, il DNA e l’RNA (sintesi e duplicazione degli acidi nucleari)
  • interviene nella formazione dell’urea
  • interviene nei processi di glicolisi e gluconeogenesi
  • fa parte dello scheletro (insieme a calcio e fosforo concorre a formare l’idrossiapatite)
  • interviene nella trasmissione delle sinapsi e regola le membrane nervose e muscolari
  • mantiene la stabilità elettrica cellulare

Per quanto riguarda il fabbisogno nutrizionale di un adulto, siamo sui 300-500 mg. In caso però di diarrea, vomito, problemi renali, sudorazione eccessiva e farmaci (diuretici, antipertensivi) il fabbisogno aumenta.

Tuttavia i suoi composti hanno numerose altre funzioni, oltre a quelle benefiche per l’organismo:

  • rivestimento di fornaci per produrre acciaio, ferro, vero e cemento (sotto forma di ossido)
  • agricoltura
  • additivo nelle leghe di alluminio (lattine per bevande e cerchioni auto)
  • insieme all’alluminio è un componente fondamentale dei missili, aerei e automobili
  • produzione della ghisa
  • produzione di uranio puro
  • rimuove o zolfo dal ferro e dall’acciaio
  • sotto forma di idrossido lo si usa nel latte di magnesia
  • sotto forma di citrato lo si usa in medicina
  • viene usato nei razzi di segnalazione, nei flash delle vecchie macchine fotografiche, nei fuochi pirotecnici e nelle bombe incendiarie
  • sotto forma di carbonato, lo si usa spesso in atletica o nel sollevamento pesi per aderire meglio agli attrezzi

Carenza di magnesio: sintomi

Non è detto che una carenza provochi disturbi, ma nel caso i sintomi di una carenza di magnesio sono:

  • debolezza
  • confusione mentale
  • alterazioni della personalità
  • ansia
  • incoordinazione motoria
  • anoressia
  • nausea
  • vomito
  • tremori
  • crampi
  • aritmia
  • ipertensione
  • insufficienza cardiaca
  • convulsioni
  • coma

Cause di ipomagnesemia

Fra le principali cause di magnesio basso o ipomagnesemia ci sono:

  • diabete mellito
  • ipertensione arteriosa
  • aumento dell’escrezione renale o fecale
  • terapia con antiacidi e inibitori della pompa protonica
  • alcolismo
  • eccessiva attività fisica

Eccesso di magnesio: sintomi

Questi sono i principali sintomi dell’eccesso di magnesio o ipermagnesemia:

  • nausea
  • vomito
  • diarrea
  • depressione del sistema nervoso centrale
  • ipotensione
  • debolezza
  • aritmia
  • problemi respiratori
  • coma
  • arresto cardiaco

Cause di ipermagnesemia

La principale causa di aumento del magnesio è un problema di origine renale. L’eccessiva integrazione, solitamente, da sola non causa problemi, a meno che non ci sia un concomitante danno renale.

Le cause sono:

  • insufficienza renale
  • morbo di Addison o ipoadrenocorticismo
  • ipotiroidismo

Alimenti ricchi di magnesio

Magnesio e alimenti
Fonte: Pixabay

Solitamente sono i vegetali gli alimenti maggiormente ricchi di magnesio. Fra di essi abbiamo:

  • legumi
  • frutta secca (soprattutto noci, mandorle e arachidi)
  • cereali integrali
  • cacao
  • spezie
  • frutta
  • ortaggi a foglia verde
  • carne
  • prodotti lattiero-caseari

Come integrare il magnesio?

Se sospetti di avere una sua carenza, contatta il tuo medico: tramite esami del sangue valuterà l’effettiva necessità di una integrazione. Meglio evitare di prendere un integratore di magnesio se non ce n’è bisogno.

In particolare una sua integrazione può essere utile per la terapia della sindrome pre-mestruale, in gravidanza e in allattamento. Fra i tipi maggiormente usati come integratori abbiamo:

  • magnesio pidolato: sale di magnesio dell’acido pidolico. Lo si usa soprattutto per trattare la sindrome pre-mestruale
  • cloruro di magnesio: lo si usa soprattutto in caso di carenze da malnutrizione, alcolismo, enteriti, pancreatiti, celiachia, morbo di Crohn, disidratazione (anche da sudorazione eccessiva, vomito, diarrea, diabete…). Viene molto utilizzato dagli sportivi. Per un piccolo approfondimento sul cloruro di magnesio, puoi leggere il nostro articolo in merito
  • magnesio supremo: è il nome di un integratore a marchio registrato che promette una maggior velocità di assorbimento a livello intestinale.

Per quanto riguarda la sua assunzione, ecco alcuni consigli:

  • Non esiste un momento della giornata migliore per assumere il magnesio: lo si può prendere in qualsiasi momento, a digiuno o stomaco pieno, di mattina o di sera, prima o dopo i pasti
  • Sarà il tuo medico a stabilire per quanto tempo prendere il magnesio
  • Idem dicasi se devi prendere del magnesio per i muscoli: meglio chiedere al proprio medico
  • Chi soffre di pressione alta può prendere il magnesio perché gli integratori a base di questo elemento aiutano a ridurre la pressione. Ma attenzione: evita il fai-da-te e chiedi sempre consiglio al tuo medico per evitare interazioni con altri farmaci
  • Il magnesio non ha controindicazioni per il cuore, ma attenzione a un uso eccessivo
  • Un uso eccessivo o un’assunzione troppo veloce possono avere effetto lassativo con sviluppo di diarrea

Magnesio, un elemento indispensabile

Il magnesio è un elemento da non sottovalutare: la sua carenza è più frequente di quanto non si pensi. Può infatti provocare sintomi anche importanti: contatta sempre il tuo medico se sospetti di non assumerne abbastanza per il tuo fabbisogno. A volte basta una semplice integrazione per ovviare al problema, a volte è la spia di altre malattie che vanno indagate.

Le informazioni riportate su GreenStyle sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Altri articoli su Sali minerali