Greenstyle Casa & Giardino Orto & giardino Piante Come estrarre aloe vera dalla pianta

Come estrarre aloe vera dalla pianta

Come estrarre aloe vera dalla pianta

Le foglie di aloe vera contengono un gel che viene utilizzato esternamente per trattare irritazioni cutanee, ustioni minori, scottature solari, prurito dovuto ad allergie e punture di insetti, piaghe, ulcere cutanee e molte altre condizioni. La varietà commestibile, Aloe vera barbadensis miller, è usata anche per fare il succo di Aloe vera.

Questa utile pianta è stata utilizzata in medicina per più di 2000 anni; le proprietà curative e i benefici dell’aloe vera per la salute sono ben conosciuti e tali che la pianta è ancora ampiamente utilizzata nell’industria alimentare, in medicina e cosmetica.

La parte della pianta dell’aloe vera con le proprietà medicinali è il gel contenuto all’interno delle grandi foglie spinose. La pianta è facile da coltivare e mantenere e, per estrarre il gel, tutto ciò che devi fare è aprire una foglia. Tuttavia, per sapere come estrarre il gel di aloe vera dalla pianta in modo efficiente e ottenere quanto più possibile da ogni foglia, hai bisogno di un metodo più complesso.

Gel di aloe vera e aloina

Le piante di aloe vera hanno foglie verdi spesse che contengono gel e lattice.

  • Il gel è viscoso, incolore e trasparente ed è la parte terapeutica della foglia di Aloe vera.
  • Il lattice è un liquido giallo denso che si trova tra il gel e la buccia interna della foglia.

È importante separare il lattice dal gel, perché il lattice contiene l’aloina, un composto di colore giallo-marrone amaro (noto anche come barbaloina), che è un potente lassativo che può causare crampi allo stomaco e diarrea se assunto per via orale.

Come estrarre gel di aloe vera dalla pianta

È facile creare il tuo gel di aloe vera fatto in casa e il processo richiede solo 10 semplici passaggi che spiegheremo qui di seguito.

Per estrarre il gel di aloe vera dalle foglie della pianta, avrai bisogno dei seguenti elementi:

  • foglie di aloe vera fresche;
  • coltello da cucina affilato;
  • tagliere;
  • tovaglioli di carta;
  • un barattolo di vetro con il coperchio.

Comincia raccogliendo le foglie più esterne dalla pianta di aloe vera che abbiano più di 2-3 anni. Taglia le foglie alla base con una leggera angolazione. Seleziona solo foglie sode, verdi, sane e non danneggiate.

Continua lavando le foglie di aloe vera appena tagliate e asciugale con un tovagliolo di carta. Lava accuratamente anche le tue mani e il tagliere sul quale inciderai le foglie di aloe vera per estrarne il gel.

La pulizia e l’igiene sono molto importanti per non contaminare il gel di aloe vera, che è un prodotto vegetale da trattare come un alimento.

Per rimuovere l’aloina, taglia la foglia alla base con un taglio obliquo e mettila in verticale (ma leggermente inclinata) su un piatto per consentire al lattice giallo scuro e non commestibile di defluire per 10-15 minuti. Il taglio obliquo alla base della foglia aiuta il lattice a defluire più facilmente, poiché solo un lato appoggia con il piatto.

Dopo che il lattice si è drenato, lava l’estremità tagliata della foglia per rimuovere eventuali residui di lattice e tampona delicatamente con un tovagliolo di carta pulito per farlo asciugare.

Ora che il lattice è drenato, taglia circa 10 centimetri della punta della foglia di aloe vera, poiché questa parte della foglia contiene pochissimo gel e molto più lattice.

Dividi le foglie a metà e taglia via i bordi seghettati con un coltello affiliato.

Ora puoi cominciare a rimuovere lo strato di pelle verde esterno con un coltello, sfilettando la pelle dal gel all’interno. Con il coltello girato su un lato, fai scorrere la lama sotto la pelle per tutta la lunghezza della foglia, proprio come se stessi sfilettando un pesce.

Cerca di stare vicino alla pelle, in modo da separare quanto più gel possibile. Puoi anche usare un pelapatate per questo compito, ma devi comunque assicurati che non rimanga pelle verde nel gel.

A questo punto il gel si mostra subito alla vista in un bel colore chiaro. Quando la pelle è stata rimossa da un lato, capovolgi con cura la foglia e rimuovi la pelle dall’altro lato, lasciando solo il gel trasparente.

Le strisce di gel trasparente possono anche essere lavate delicatamente sotto l’acqua corrente fredda se si desidera rimuovere eventuali residui di lattice.

Come conservare l’aloe vera

Continua tagliando le strisce di gel di aloe vera a cubetti per la conservazione o la lavorazione. I cubetti possono essere messi in un frullatore e frullati.

In alternativa, possono essere posti su una teglia ricoperta di carta da forno antiaderente, messi in congelatore e congelati, quindi messi in un sacchetto per congelatore ben chiuso per la conservazione.

I cubetti di gel di aloe vera congelato si conservano per un massimo di sei mesi

Se invece usi un frullatore per liquefare il gel, si formerà un po’ di schiuma, quindi lascia che il gel si depositi e tornerà alla consistenza corretta da solo. Se tratti il gel di aloe vera in questo modo, riponilo in un barattolo con un coperchio ermetico in frigorifero, dove può essere conservato per un massimo di una settimana. In questo modo è però sempre pronto all’uso quando ne hai bisogno.

L’intero processo per estrarre l’aloe vera è davvero semplice e richiede solo circa 15 minuti.

Le bucce di foglie di aloe vera verdi rimaste possono essere messe nel compost o seppellite in giardino per riciclare i nutrienti, in modo da non sprecare nulla!

Seguici anche sui canali social

Altri articoli su Piante Grasse