Greenstyle Ambiente Animali Cani piccola taglia: nomi e caratteristiche

Cani piccola taglia: nomi e caratteristiche

Cani piccola taglia: nomi e caratteristiche

Se parliamo di razze di cani di piccola taglia presenti qui da noi in Italia, prima di andare a vedere quali siano le più comuni, è bene capire cosa si intende con cane di piccola taglia. In generale ci si riferisce a cani dal peso massimo di 10 kg (con qualche piccola eccezione: per esempio il Bouledogue Francese può essere un tantino più grande). Per questo motivo sono le razze predilette da chi vive in appartamento: occupano poco spazio e, di conseguenza, anche i loro accessori come cucce e ciotole sono di dimensioni più ridotte.

I cani di taglia piccola possono essere sia meticci che cani di razza. Per quanto concerne le razze, se andiamo a vedere la classificazione Enci, la maggior parte di esse si trova nel Gruppo 9 – Cani da compagnia e nel Gruppo 4 – Bassotti. Tuttavia abbiamo anche cani di piccola taglia in altri Gruppi: pensiamo, per esempio, ai numerosi Terrier di piccola taglia o anche solo al Pinscher che troviamo nel Gruppo 2.

Qui di seguito vi faremo un elenco delle più diffuse razze di cani di piccola taglia suddivise per Gruppi dell’Enci (ce ne sono anche altre, ma sono difficili da vedere e trovare nel nostro paese). Successivamente, poi, parleremo brevemente delle più famose qui in Italia.

Carlino, cucciolo

Cani piccola taglia: le razze per Gruppo Enci

Questo è un elenco delle più note razze di cani di piccola taglia suddivise per Gruppi dell’Enci:

Gruppo 1 – Cani da pastore e bovari

  • Cane da Pastore delle Shetland
  • Schipperke
  • Welsh Corgi Cardigan
  • Welsh Corgi Pembroke

Gruppo 2 – Cani di tipo Pinscher e Schnauzer – Molossoidi e cani Bovari Svizzeri

  • Affenpinscher
  • Zwergpinscher
  • Zwergschnauzer

Gruppo 3 – Terrier

  • Australian Silky Terrier
  • Border Terrier
  • Cairn Terrier
  • Dandie Dinmont Terrier
  • Fox Terrier a pelo liscio
  • Fox Terrier a pelo ruvido
  • Jack Russell Terrier
  • Manchester Terrier
  • Norfolk Terrier
  • Norwich Terrier
  • Parson Russell Terrier
  • Scottish Terrier
  • Sealhyam Terrier
  • Skye Terrier
  • Terrier Giapponese
  • West Highland White Terrier
  • Yorkshire Terrier

Gruppo 4 – Bassotti

  • Bassotti tedeschi

Gruppo 5 – Cani tipo Spitz e tipo primitivo

  • Basenji
  • Cirneco dell’Etna
  • Shiba Inu
  • Spitz Giapponese
  • Spitz Tedeschi
  • Volpino Italiano

Gruppo 9 – Cani da compagnia

  • Barboncino
  • Bichon a Poil Frise
  • Bichon Havanais
  • Bolognese
  • Boston Terrier
  • Bouledogue Francese
  • Carlino
  • Cavalier King Charles Spaniel
  • Chihuahua
  • Chin
  • Chinese Crested Dog
  • Cotone de Tulear
  • Epagneul Nano Continentale
  • Griffone Belga
  • Griffone di Bruxelles
  • Lhasa Apso
  • Maltese
  • Pechinese
  • Shih-Tzu

Gruppo 10 – Levrieri

  • Piccolo Levriero Italiano
  • Whippet

Cani piccola taglia: le razze più famose

Queste sono alcune delle razze di cani di piccola taglia più famose, quelle che troverai più facilmente anche qui in Italia:

Barboncino

Barboncino

Il Barboncino è la razza n.172 della FCI. Fa parte del Gruppo 9 – Cani da compagnia:

  • Storia: cane di origine francese, discende dal Barbet da cui si distaccò per essere selezionato sempre di più come cane da compagnia. Originariamente veniva usato nella caccia agli uccelli acquatici
  • Utilizzazione: cane da compagnia
  • Aspetto: esiste di 4 taglie. Nel nostro caso a noi interessa il Barbone nano, con altezza al garrese dai 28 ai 35 cm e il Barbone toy, di altezza dai 24 ai 28 cm. Il Barboncino toy vero deve pesare massimo 4 kg. Il pelo può essere riccio o cordato. Il colore del mantello è monocolore nero, bianco, marrone, grigio o fulvo
  • Carattere: fedele, intelligente, facilmente addestrabile, amabile, gioioso e allegro

Bassotto

Bassotto

Il Bassotto è la razza n.148 della FCI. Fa parte del Gruppo 4 – Bassotti:

  • Storia: cane di origine tedesco, è una razza nota sin dal Medioevo. Dai segugi vennero selezionati cani di dimensioni più piccole adatti alla caccia in tana: da qui la scelta di selezionare cani con arti corti. Venne anche usato come cane da selvaggina a pelo in superficie e da pista di sangue
  • Utilizzazione: cane da caccia (qui da noi viene usato come cane da compagnia)
  • Aspetto: esiste di 3 taglie. Il Bassotto standard pesa massimo 9 kg, il Bassotto nano pesa 6-7 kg e il Bassotto kaninchen (quello che molti considerano toy) pesa massimo 3 kg. È un cane basso, dagli arti corti, allungato e compatto. È molto muscoloso. Può essere a pelo corto, a pelo lungo o a pelo ruvido. Come colori di mantello abbiamo Bassotti monocolore, multicolore o anche Merle (o arlecchino)
  • Carattere: fiero, attento, affabile, equilibrato, veloce, determinato e dall’ottimo olfatto

Bichon a Poil Frise

Bichon Frise

Il Bichon a Poil Frise è la razza n.215 della FCI. Fa parte del Gruppo 9 – Cani da compagnia:

  • Storia: cane di origini franco-belghe, il Bichon a Poil Frise discende anche esso dal Barbone. Si ipotizza che sia una razza di origine mediterranea, con collegamenti con il Maltese, il Bolognese, l’Havanese e il Coton de Tulear. Le origini vengono fate risalire fra il 600 a.C. e il 300 a.C.: era un cane che accompagnava spesso i marinai. Era un cane amato dalla nobiltà italiana, francese e spagnola. Tuttavia nell’Ottocento perse di popolarità, diventando un cane comune e finendo con l’essere utilizzato nei circhi. Solamente dopo la Prima Guerra Mondiale tornò alla sua antica popolarità
  • Utilizzazione: cane da compagnia
  • Aspetto: pesa dai 3 ai 5 kg, con altezza massima al garrese di 30 cm. Il mantello ha un pelo a riccioli molto allentati, mai cordato. Il colore deve essere bianco puro
  • Carattere: allegro, giocherellone, vivace con portamento fiero. Occhi molto espressivi

Bouledogue Francese

Bouledogue francese

Il Bouledogue Francese è la razza n.101 della FCI. Fa parte del Gruppo 9 – Cani da compagnia:

  • Storia: cane di origine francese, essendo un piccolo molossoide discende dai molossi dell’Epiro e dell’Impero Romano, imparentato con l’Alano e il Bulldog Inglese. Originariamente era il cane dei macellai, degli scaricatori e dei cocchieri francesi, ma ben presto divenne un cane amato dall’alta società
  • Utilizzazione: cane da compagnia e cane da guardia
  • Aspetto: pesa dagli 8 ai 14 kg, quindi è a metà strada fra un cane di piccola e media taglia. Il Bouledogue francese è corto, tarchiato, con muso brachicefalo schiacciato, orecchie erette e coda naturalmente corta. È molto muscoloso e compatto. Il pelo è raso e il colore del mantello può essere fulvo, tigrato o meno, con o senza macchie, bringè
  • Carattere: allegro, giocherellone, vivace con portamento fiero. Occhi molto espressivi

Carlino

Carlino

Il Carlino è la razza n.253 della FCI. Fa parte del Gruppo 9 – Cani da compagnia:

  • Storia: cane originario della Gran Bretagna, è probabile che i primi esemplari siano arrivati dalla Cina. Furono i commercianti della Compagnia Orientale delle Indie a portarlo in Europa. Qui venne apprezzato soprattutto in Olanda, mentre in Inghilterra arrivò con Guglielmo III
  • Utilizzo: cane da compagnia
  • Aspetto: pesa da 6,3 agli 8,1 kg. Il Carlino è un cane piccolo e compatto, raccolto, con muscolatura molto potente. Il mantello è a pelo fine, corto e lucido. I colori ammessi sono argento, albicocca, fulvo e nero, con una striscia nera che va dall’occipite alla coda e con maschera
  • Carattere: intelligente, dignitoso, allegro, affettuoso, vivace, felice e socievole

Cavalier King Charles Spaniel

Cavalier King Charles Spaniel

Il Cavalier King Charles Spaniel è la razza n.136 della FCI. Fa parte del Gruppo 9 – Cani da compagnia:

  • Storia: cane originario della Gran Bretagna, deriva dagli antichi Toy Spaniel. Tuttavia il Cavalier come lo conosciamo oggi è il frutto degli incroci fra il King Charles Spaniel e cani asiatici dal muso schiacciato, come il Carlino. Il risultato è stato l’attuale Cavalier King Charles Spaniel, dal muso più schiacciato rispetto al King Charles Spaniel. Nel loro processo di selezione bisogna annoverare anche gli Epagneul continentali
  • Utilizzo: cane da compagnia
  • Aspetto: pesa da 5,4 a 8 kg. È un cane piccolo e ben proporzionato, dal pelo lungo, serico e senza riccioli (concessa una lieve ondulazione). Deve avere molte frange. Come colori del mantello sono ammessi il Black and Tan (nero focato), il Ruby (fulvo) e il Blenheim (fulvo e bianco)
  • Carattere: sportivo, affettuoso, senza paura, allegro, amichevole e mai nervoso

Chihuahua

Chihuahua

Il Chihuahua è la razza n.218 della FCI. Fa parte del Gruppo 9 – Cani da compagnia:

  • Storia: cane originario del Messico, il Chihuahua è la razza di cane più piccola al mondo. Si ipotizza che questi cani vivessero allo stato libero inizialmente e che sono durante la civiltà tolteca vennero catturati e addomesticati
  • Utilizzo: cane da compagnia
  • Aspetto: pesa da 1 a 3 kg. È un cane piccolo e compatto, con cranio a forma di mela. La coda è mediamente lunga e portata alta, sia ricurva che arrotondata. Il pelo può essere corto o lungo. Tutti i colori di mantello sono ammessi, con tutte le sfumature e combinazioni. L’unico non accettato è il merle
  • Carattere: sveglio, vivace e coraggioso

Coton de Tulear

Coton de Tulear

Il Coton de Tulear è la razza n.283 della FCI. Fa parte del Gruppo 9 – Cani da compagnia:

  • Storia: cane originario del Madagascar, da qui venne introdotto in Francia e poi si diffuse in tutto il mondo
  • Utilizzo: cane da compagnia
  • Aspetto: pesa dagli 3,5 ai 6 kg. Il mantello del Coton de Tulear è a pelo lungo, soffice e morbido, mai duro o ruvido. Può essere anche ondulato. Il colore è esclusivamente bianco, anche se sono ammesse sfumature grigio chiaro o rosso-roano sulle orecchie
  • Carattere: allegro, socievole con le persone e con gli altri cani, adattabile a ogni stile di vita

Jack Russell Terrier

Jack Russell Terrier

Il Jack Russell Terrier è la razza n.345 della FCI. Fa parte del Gruppo 3 – Terrier:

  • Storia: cane originario dell’Inghilterra, la sua creazione fu frutto del lavoro del Reverendo John Russell che cercò di ottenere un Fox Terrier che andasse bene sia per la caccia in superficie che in tana. Vennero create due varietà: il Jack Russell Terrier è quella più piccola e lunga, mentre il Parson Russell Terrier è quello più alto
  • Utilizzo: cane da lavoro, cane da caccia e cane da compagnia
  • Aspetto: pesa dai 5 ai 6 kg. È un cane forte e vivace. Il pelo può essere liscio, spezzato o ruvido, ma sempre impermeabile. Il colore bianco deve essere predominante, con macchie nere o focate
  • Carattere: attivo, agile, vivace, sveglio, intelligente, coraggioso, amichevole e sicuro di sé

Maltese

Maltese

Il Maltese è la razza n.65 della FCI. Fa parte del Gruppo 9 – Cani da compagnia:

  • Storia: cane originario dell’Italia (dell’area centrale del Mediterraneo), il nome del Maltese non deriva dall’isola di Malta, ma dalla parola semitica “malat” che vuol dire rifugio o porto. Questo perché gli antenati di questo cane vivevano nei porti del Mediterraneo centrale dando la caccia ai topi e ai ratti nei magazzini e sulle navi. Nell’Antica Roma era noto un cane chiamato Melitensis amato dalle matrone
  • Utilizzo: cane da compagnia
  • Aspetto: pesa dai 3 ai 4 kg. È un piccolo con tronco allungato. Il portamento della testa è distinto, mentre il mantello è lungo, setoso e denso. Il colore deve essere bianco puro, anche se è ammessa una tonalità avorio pallido
  • Carattere: vivace, affettuoso, docile e intelligente

Shi-Tzu

Razze cani piccola taglia, Shih-tzu

Lo Shih-tzu è la razza n.208 della FCI. Fa parte del Gruppo 9 – Cani da compagnia:

  • Storia: cane originario della Cina (patronato Gran Bretagna), questo cane viene spesso confuso con il Lhasa Apso. La razza nasce nel Tibet, ma si sviluppa in Cina: il cane era molto amato nella corte dell’imperatore. Quando la Cina divenne una Repubblica nel 1912, i primi Shih-tzu arrivarono in Occidente. Si dice che la sua testa abbia l’aspetto di un crisantemo
  • Utilizzo: cane da casa e cane compagnia
  • Aspetto: pesa dai 4,5 agli 8 kg. È un cane robusto con pelo lungo e fitto, mai arricciato (permessa solo una leggera ondulazione). Tutti i colori del mantello sono ammessi
  • Carattere: intelligente, attivo, sveglio, amichevole e indipendente

Volpino

Per il Volpino, dobbiamo distinguere fra Spitz tedesco e Volpino Italiano. Lo Spitz tedesco è la razza n.97 della FCI. Fa parte del Gruppo 5 – Cani di tipo Spitz e di tipo primitivo:

  • Storia: cane originario della Germania, discende dall’antico Cane della Torba che viveva nelle torbiere già durante l’Età della Pietra. Deriva anche dagli Spitz dei villaggi a palafitte. Per questi motivi viene considerata la razza di cani più antica dell’Europa Centrale
  • Utilizzo: cane da guardia e cane compagnia
  • Aspetto: il peso varia a seconda della tipologia. Quello nano dovrebbe pesare dai 2,5 ai 3,5 kg. È un cane dalla testa a volpe con occhi attenti e piccole orecchie appuntite. La coda viene portata in maniera fiera sopra il dorso. Il pelo è doppio, con quello di copertura lungo e sollevato, mai ondulato o arricciato. Sono presenti frange sulle zampe e sulla coda. Il colore del mantello dipende dalla varietà: il nano può essere di tutti i colori, il piccolo può essere bianco, nero, marrone, arancio, grigio o altri colori
  • Carattere: attento, vivace, molto legato al suo umano, intelligente, facile da addestrare, diffidente verso gli estranei e disinteressato alla caccia
Volpino Italiano

Il Volpino Italiano, invece, è la razza n.195 della FCI e fa parte del Gruppo 5 – Cani di tipo Spitz e primitivo:

  • Storia: cane originario dell’Italia, discende dagli antichi Spitz europei. Anzi, è un parente collaterale, non un diretto discendente. Era un cane amato sia dal popolo che dalla nobiltà, dallo spiccato istinto per la guardia
  • Utilizzo: cane da guardia e cane compagnia
  • Aspetto: pesa dai 4,1 ai 5,4 kgL’aspetto è compatto e armonioso, con pelo lungo e sollevato, folto e ruvido. Il colore può essere monocolore bianco latte o rosso cervo intenso
  • Carattere: molto legato alla sua famiglia, esuberante, vivace, allegro e gioioso

West Highland White Terrier

Cani piccola taglia West Highland White Terrier

Il West Highland White Terrier è la razza n.85 della FCI. Fa parte del Gruppo 3 – Terrier:

  • Storia: cane originario della Gran Bretagna, deriva dal Cairn Terrier. Venne selezionato come colore dal colonnello Malcolm: il bianco era utile per individuarlo durante le battute di caccia
  • Utilizzo: terrier (cani da caccia)
  • Aspetto: pesa dai 6 ai 10 kg. Cane forte con arti muscolosi, il West Highland White Terrier  ha un doppio mantello con pelo di copertura duro, senza riccioli. Il colore è solo bianco
  • Carattere: attivo, sportivo, sicuro di sé, birichino, sveglio, allegro, coraggioso, indipendente e amichevole

Zwergpinscher

Pinscher

Lo Zwergpinscher è la razza n.185 della FCI. Fa parte del Gruppo 2 – Cani di tipo Pinscher e Schnauzer Molossoidi:

  • Storia: cane originario della Germania, questo cane solitamente viene chiamato Pinscher. Tuttavia il Pinscher propriamente detto è un po’ più grande come taglia, raggiunge i 14 kg ed è la razza n. 184 della FCI. Quelli piccoli che vediamo in giro in realtà sono ZwergPinscher, cioè la razza n. 185
  • Utilizzo: cane da casa e cane compagnia
  • Aspetto: pesa dai 4 ai 6 kg. È il modello ridotto del Pinscher, elegante, dal pelo raso e liscio. Può essere monocolore rosso, marrone rossiccio o marrone rosso scuro o nero focato
  • Carattere: sveglio, vivace e sicuro di sé

Carattere dei cani di taglia piccola

Non esiste un carattere univoco dei cani di taglia piccola: molto dipende dalla razza. In generale sono tutte razze che tendono a legarsi tantissimo al proprio umano, alcune volte in maniera anche eccessiva. Sono cani che non amano la solitudine, non adatti a chi trascorre troppo tempo fuori casa.

Si va da cani allegri e solari come il Carlino, molto socievoli con gli estranei a cani dal carattere un po’ più riservato, che non amano troppo gli estranei: pensiamo, per esempio, a quei Pinscher e Chihuahua che non tollerano di essere avvicinati da nessuno se non dal loro proprietario. Tuttavia anche qui, oltre che dalla razza, molto dipende poi dall’indole del soggetto: anche fra le razze più schive e meno amanti degli estranei, ci sono soggetti più socievoli e adattabili.

Tuttavia non pensare che questi cani siano solo cani da compagnia: alcuni di loro sono perfetti cani da guardia di taglia piccola, capaci di segnalare al proprio umano qualsiasi minima intrusione in casa. Un esempio? Il Volpino o anche il Bouledogue francese.

Cani di piccola taglia: razze da regalare

Prima di regalare un cane a chicchessia, indipendentemente dalla razza, assicuratevi che quel “chicchessia” voglia davvero un cane, che tutta la sua famiglia sia concorde e che abbia i mezzi per sostenere le spese relative al suo mantenimento.

Fatto ciò, la razza di cane di piccola taglia da regalare dipende dalle preferenze del destinatario e dalla sua esperienza con i cani. Con proprietari neofiti, che non hanno mai avuto cani, è forse bene iniziare con razze più socievoli e adattabili come il Carlino e il Cavalier King Charles Spaniel. Se gli spazi in casa sono molto piccoli, magari meglio optare per cani di piccolissima taglia, “toy” veramente mini come il Chihuahua, il Barboncino Toy o il Bassotto nano.

Se cerchi cani di piccola taglia a pelo corto, hai l’imbarazzo della scelta: il Chihuahua a pelo corto, il Pinscher, il Jack Russell Terrier, il Bassotto a pelo raso, il Carlino, il Bouledogue francese sono solo esempi di razze di cani di taglia piccola dal pelo corto o raso.

Per contro, se cerchi un cane piccolo e peloso, dovrai optare per razze come il Chihuahua a pelo lungo, il Bassotto a pelo lungo o a pelo ruvido, il Cavalier King Charles Spaniel, il Maltese o il Bichon Frise.

Se stai cercando cani di piccola taglia da adottare, prova a rivolgerti a canili, associazioni animali, rifugi e Rescue (sono associazioni animali che si occupano del recupero e delle adozioni di cani di specifiche razze). Se cerchi, invece, cani di piccola taglia in regalo, non necessariamente di razza, allora puoi rivolgerti sempre ai canili o anche a privati con cucciolate, ma in questo caso fai attenzione: con i cani meticci, bisogna saper osservare bene le dimensioni da cuccioli per capire se quel cane rimarrà effettivamente di piccola taglia o meno.

Cani di piccola taglia adatti ai bambini

I cani di piccola taglia sono adatti alle famiglie con bambini? Anche qui dipende dalla razza e dal carattere del bambino. Se quest’ultimo, infatti, è rispettoso dei cani e sa come trattarli, allora sì, i cani di piccola taglia possono andare bene. Ma se il bambino in questione è un po’ “brusco” e non sa come approcciare correttamente un cane, allora anche prima di prendere un cane di piccola taglia, è meglio prima insegnare al bambino come va gestito.

Questo anche perché il fatto che siano di piccola taglia, non vuol dire che non abbiano un bel caratterino: un Jack Russell contrariato o un Chihuahua infastidito che non vogliono essere toccati da nessuno al di fuori del proprio umano, non ci pensano su due volte a rifilare un bel morso al disturbatore di turno.

Razze di cani di piccola taglia adatte ai bambini potrebbero essere il Cavalier King Charles Spaniel o il Carlino: sono razze molto dolci e affettuose, un po’ meno reattive di altre.

Cani di piccola taglia adatti agli anziani

Se vuoi prendere un cane di piccola taglia per un anziano, assicurati di scegliere una razza non eccessivamente energica. Un brioso Jack Russell Terrier potrebbe non essere la scelta ideale. Meglio optare per razze un po’ più pacate come il Pechinese o lo Shih-Tzu.

Cani di piccola taglia economici

Veniamo ora a una nota dolente: esistono cani di piccola taglia economici? Sì e no. Ovvio che se scegli un meticcio di piccola taglia, il costo iniziale sarà praticamente nullo. Tuttavia poi il costo del mantenimento di base (cibo, toelettatura, accessori) e il costo delle spese sanitarie (vaccini, antiparassitari, visite, esami o chirurgie per eventuali malattie), sono tutti fattori da tenere in considerazione.

Quando si sceglie un cane di razza, prendere la decisione basandosi solamente sul prezzo inferiore non è una buona idea. È probabile che un cucciolo sano e bello, preso da un allevamento serio e affidabile, che si occupa del benessere dei propri cani, di sicuro avrà dei costi maggiori, ma garantirà cuccioli più sani e con meno problemi rispetto a un cucciolo venduto a poco prezzo. Quest’ultimo potrà costare di meno inizialmente, ma è possibile che sul lungo periodo abbia più problemi di salute o di gestione che faranno alla fine lievitare le spese del mantenimento.

Cavalier King Charles Spaniel, alimentazione

Alimentazione e salute

Per quanto riguarda la salute dei cani di piccola taglia, oltre alle classiche malattie che tutti i cani possono manifestare indipendentemente dalla razza o dalla taglia, ecco che sono particolarmente afflitti da:

  • malattie gastrointestinali (anche allergie e intolleranze alimentari)
  • problemi ortopedici e neurologici (lussazione della rotula, rottura del legamento crociato, necrosi della testa del femore, patologie discali inclusa l’ernia del disco. Per i Cavalier King Charles Spaniel attenzione alla siringomielia, mentre per i Chihuahua attenzione all’idrocefalo)
  • patologie cutanee (soprattutto dermatiti da allergie, atopia o forme di Demodicosi a cui è particolarmente soggetto il Bouledogue Francese)

Per l’alimentazione, invece, sia che si opti per un’alimentazione casalinga, sia che si scelga un’alimentazione commerciale, è bene sempre che sia di ottima qualità. Per l’alimentazione casalinga, vietati tutti gli avanzi della tavola: in questo caso meglio realizzare una dieta specifica per il singolo cane insieme col proprio veterinario o con un nutrizionista veterinario.

Passando all’alimentazione commerciale, invece, bisogna scegliere crocchette per cani di piccola taglia. Una particolarità di questi esemplari è che tendono spesso ad essere capricciosi per quanto riguarda il cibo. Non tutti, ovviamente, ma la maggior parte sono molto schizzinosi e non sono eccessivamente famelici.

Questo significa anche che, non appena assaggiano qualcosa di più saporito rispetto alle loro crocchette (come qualche bocconcino “accidentalmente” caduto dalla tavola), oltre ad avere probabili problemi di vomito e diarrea, potrebbero cominciare a non voler più mangiare poi il loro cibo in quanto aspettano sempre qualcosa di più buono. Quindi attenzione a non viziarli.

A chi sono adatti i cani di piccola taglia?

I cani di piccola taglia sono cani molto adattabili. Possono essere indicati sia per i neofiti che per le famiglie con bambini, anche se bisogna saper scegliere fra le diverse razze. Sono cani ideali per la vita in appartamento, anche se devono essere comunque portati fuori in passeggiata più volte al giorno. Sono cani molto attaccati alla loro famiglia e che soffrono la solitudine se lasciati soli per lunghi periodi di tempo.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social