Greenstyle Ambiente Animali Toelettare il cane a casa: come fare e cosa serve

Toelettare il cane a casa: come fare e cosa serve

Toelettare il cane a casa potrebbe non essere sempre semplice: ecco qualche piccolo consiglio per il fai da te da usare in situazioni d'emergenza.

Toelettare il cane a casa: come fare e cosa serve

Toelettare il cane a casa è possibile? Certo, ma bisogna essere consapevoli di ciò che si sta facendo. Ci sono molti proprietari che lavano regolarmente il loro cane, tosandolo anche. Ovviamente bisogna fare dei distinguo: se si deve partecipare a mostre o esposizioni, è meglio affidarsi a un toelettatore che sia esperto di quella razza. È bene, infatti, sapere sin da subito che la toelettatura non è uguale per tutte le razze: quelle a doppio pelo come il Pastore Tedesco, il Siberian Husky o anche il Chow Chow non vanno tosate.

Prima di decidere di toelettare un cane è sempre bene sapere se e come quella razza vada toelettata, tosata o pettinata. Inoltre non sarebbe male chiedere anche al proprio veterinario se quella razza possa essere tosata o meno. Ci sono alcune razze, infatti, come i cani nordici (Siberian Husky, Alaskan Malamute e affini) che, a volte, se tosate, il pelo non ricresce più. Idem dicasi in caso il cane soffra di forme di ipotiroidismo.

Esiste anche una patologia nota come alopecia da tosatura o post clipping alopecia: in alcuni cani e razze il pelo non ricresce subito dopo la tosatura. A volte impiega anche un anno prima di crescere, a volte proprio non ricresce. È il caso delle razze come il Siberian Husky, dove il pelo muta ogni 1-2 anni: la fase di telogen del pelo è molto lunga. Se si tosa il cane a inizio di questa fase, ecco che il pelo ci metterà un sacco a ricrescere.

Cosa si intende per toelettatura cane?

toelettatura cane

La toelettatura del cane comprende tutte le manovre atte a mantenere pulito e in ordine il mantello del cane. Anche semplicemente mantenere pulito il muso, le zampe e la zona anale del cane tutti i giorni rientra nelle quotidiane azioni di toelettatura.

Poi abbiamo la toelettatura completa, quella che prevede spazzolatura, bagno ed eventuale tosatura del mantello, ma solo se necessaria. Non tutte le razze, infatti, devono essere tosate o anche solo spazzolate. Pensiamo, per esempio, ai cani rasta come il Komondor o il Pastore Bergamasco, che per evitare di perdere il tipico aspetto del pelo bisogna sapere come spazzolare.

Perché non bisogna tosare del tutto il cane?

Mai tosare del tutto il cane. Con questo si intende non tosare a raso il cane. Il mantello, infatti, svolge un’azione protettiva: tosando troppo corto il vello, si perde questa funzione, esponendo la cute a maggior rischio anche di scottature solari.

Molti proprietari, infatti, sono convinti che tosature importanti aiutino a proteggere il pet dal caldo. In realtà è il contrario: nelle zone tosate troppo rase, il calore corporeo è decisamente più alto. Va bene accorciare un po’ il pelo per mantenerlo pulito ed evitare che rametti o foglie si attacchino, ma troppo corto non è indicato.

Manuale per la toelettatura del cane

Prima di cimentarti nella toelettatura e nella tosatura del cane, prova a leggere anche qualche manuale su come procedere. Trovi sia dei manuali generici sulla toelettatura del cane in pdf (qui si parla delle nuove tendenze, mentre qui trovi anche una panoramica delle attrezzature necessarie).

Se vai in libreria o sugli store online trovi anche dei libri che parlano dell’argomento. Mettiamo qui qualche link preso da Amazon:

Quando fare la toeletta al cane?

Bisogna toelettare il cane ogni volta che ne ha bisogno. Solitamente si tende a farlo in tarda primavera per prepararlo all’estate, ma in caso di mostre o esposizioni potrebbero essere necessarie più sedute. Idem dicasi se il cane si è sporcato rotolandosi da qualche parte o ha una ricrescita del pelo veloce.

Come fare la toelettatura del cane?

toelettare cane, bagno

Prima di iniziare a toelettare il cane avete bisogno di:

  1. Sapere quello che state facendo: documentatevi prima
  2. Un cane buono e tranquillo
  3. Gli accessori giusti

Accessori per toelettare il cane a casa

Per tosare il cane, servono i giusti accessori:

  • Spazzole: ce ne sono di diversi tipi e modelli, bisogna scegliere quelle più adatte al tipo di pelo del cane. Esistono anche cardatori che aiutano a rimuovere i nodi più piccoli durante la spazzolatura
  • Forbici: come sopra, ci sono tanti tipi di forbici per il pelo del cane. Non prendere forbici con lame troppo lunghe, aumentano i rischi di ferire accidentalmente il cane se si muove. Comunque sia, tosare il cane con le forbici richiede una certa dimestichezza
  • Rasoio elettrico: ci sono rasoi elettrici appositi per tosare il cane. Alcuni hanno lame di lunghezza regolabile, altrimenti bisogna scegliere lame che non tosino troppo raso il cane (rischio di scottature e infiammazioni). Importante: scegli un rasoio della taglia giusta per il cane e che non faccia troppo rumore
  • Shampoo: utilizza sempre e solo shampoo per cani, mai usare shampoo ad uso umano (abbiamo pH di pelle diversi). Meglio optare per prodotti delicati, non eccessivamente profumati. Se il cane soffre di particolari disturbi dermatologici, meglio chiedere al proprio veterinario quale shampoo specifico usare
  • Premio: assicurati di avere un’adeguata scorta di premietti per tenere buono il cane durante tutte le successive manovre

Come toelettare il cane a casa?

Qualche consiglio su come procedere per toelettare il cane a casa:

  1. Spazzola il cane: come prima cosa, dai una prima spazzolata al cane. In questo modo potrai iniziare e togliere il pelo in eccesso, provare a districare alcuni nodi e togliere dal pelo rametti, foglie, varie ed eventuali. Qualcuno utilizza talco e spray appositi da applicare sul pelo per facilitare a districare i nodi, ma attenzione: non sono pozioni magiche. Questo vuol dire che non basta spruzzare il cane e imbottirlo di talco perché i nodi si sciolgano magicamente da soli. Anzi, se ne usate troppo potreste ottenere l’effetto opposto
  2. Lava il cane: arriva il momento del bagno vero e proprio. Basta seguire le indicazioni presenti sullo shampoo, assicurandosi che l’acqua sia alla giusta temperatura e che il cane non si spaventi col rumore dello scroscio. Se metti il cane nella vasca da bagno, applica sul fondo un tappeto antiscivolo. Puoi anche attaccare dei premietti sulle pareti della vasca in modo che il cane si distragga. Controlla che tutte le finestre siano ben chiuse per evitare correnti d’aria. Fai attenzione che l’acqua non entri nelle orecchie per evitare successive e fastidiose otiti
  3. Asciuga il cane: qui dipende da quanto il cane ha paura dei phon. Se il cane è molto spaventato, prova a usarne uno che faccia meno rumore possibile. Se anche così non funziona, l’unica è procedere con tanti asciugamani
  4. Spazzola di nuovo il cane: dopo che il cane è asciutto, spazzolalo di nuovo per togliere ulteriore pelo morto e provare a districare gli ultimi nodi
  5. Fase della tosatura: se il tuo cane è una delle razze che può essere tosata, ora è il momento di usare il rasoio elettrico. Assicurati che la lama sia pulita e disinfettata, poi tosa seguendo il senso di crescita del pelo, mai contropelo
  6. Fase delle forbici: per rifinire alcuni punti come il muso, le orecchie e le zampe, bisogna utilizzare le forbici. Attenzione che il cane non faccia bruschi movimenti per evitare di ferirlo accidentalmente, presta particolare attenzione quando sei vicino agli occhi o alle orecchie
  7. Premia: premia il cane sia alla fine che durante tutte le fasi viste precedentemente in modo da distrarlo e da fargli capire che si sta comportando bene

Quanto detto sopra non vale per tutte le razze: alcune non vanno tosate, altre non vanno pettinate.

Come tosare un cane aggressivo?

Tosare un cane aggressivo potrebbe essere problematico, sia se fatto in casa (morde te, infatti) che se fatto da un professionista (morde il toelettatore). In caso di cani molto aggressivi, infatti, sarebbe bene prima risolvere il problema comportamentale del cane affidandosi a un veterinario comportamentalista e poi procedere con la toelettatura, non ostinarsi anno dopo anno a farsi mordere da un cane aggressivo o non educato correttamente.

L’alternativa, infatti, è quella di sedare il cane, ma questo prevede che sia tenuto monitorato da un veterinario durante la sedazione, con ulteriore aggiunta di costi. Inoltre, non è detto che tutti i cani possano essere sedati in tranquillità. Cani anziani, cardiopatici, nefropatici o con particolari problemi di salute non possono essere messi in sedazione per ogni bagno o spazzolata, i rischi anestesiologici sarebbero troppo alti.

Toelettatura cani: costo?

pettinare cane

Il costo della toelettatura del cane dipende dal fatto che lo si faccia a casa o da un toelettatore professionista. Nel caso del fai da te, mettete in conto i costi di:

  • spazzole e cardatori
  • forbici
  • rasoio elettrico e relative lame
  • shampoo

Nel caso di un toelettatore professionista, invece, ciascuno avrà un suo tariffario. Molto dipenderà dalla razza, dal tipo di toelettatura richiesta e dallo stato in cui si presenta il cane.

Cercando su Google o sulle Pagine Bianche troverai la toelettatura più vicina a te. Ricordati di aggiungere anche la zona in cui la cerchi: se sei di Bergamo, per esempio, cerca “toelettatura cani Bergamo” e otterrai i risultati delle toelettature cani nelle vicinanze.

Toelettare il cane a casa: è possibile?

Sì, è possibile toelettare il cane a casa, ma bisogna essere preparati, avere i giusti accessori ed essere sicuri di come vada effettivamente toelettata quella razza o quello specifico tipo di pelo del cane. Nel caso non fossi certo di come procedere, meglio lasciar fare a un toelettatore professionista.

Seguici anche sui canali social