Greenstyle Cani Bulldog Francese

Bulldog Francese

Bulldog Francese

Il Bulldog Francese o Bouledogue Francese è una razza di cane molossoide di piccola taglia originaria della Francia. Per quanto attualmente sia utilizzato come cane da compagnia, in origine venne creato come cane da combattimento contro i topi.

Ma andiamo a conoscere meglio questo cane simpatico e tenace dando uno sguardo a storia, origini, aspetto, colore del mantello, carattere, malattie e qualche curiosità. A proposito di malattie e costi, vi anticipiamo che non è una razza molto robusta o economica.

È quindi importante tenere conto di questi fattori prima di prenderne uno.

Bulldog Francese: Storia e origini

Bulldog Francese nero e bianco
Fonte: Pixabay

La storia e le origini del Bulldog Francese cominciano con l’Old English Bulldog, antenato comune di tutti i Bulldog. Nacque incrociando i Toy Bulldogs (esemplari di Bulldog Inglesi di piccola taglia) con altri cani Terrier di piccola taglia e a pelo liscio. Lo scopo era quello di creare una razza di cane da combattimento.

I primi esemplari di questa razza canina arrivarono in Francia nel 1880: fu questo l’anno in cui venne fondato il primo club di razza, proprio a Parigi. Già durante la Rivoluzione Industriale ottennero un notevole successo fra le lavoratrici del settore del pizzo. Il primo standard di razza arrivò nel 1898.

La popolarità del Bulldog Francese crebbe rapidamente: anche negli Stati Uniti si cominciarono ad avere i primi allevamenti. Da lì fu poi un crescendo della loro diffusione. E questo perché sono cani amati anche dai vip e dalle star. La razza fu presto soprannominata “Frenchie” ed è ancora un nome affettuoso che viene usato oggi.

Aspetto e colore del mantello del Bulldog Francese

Bouledogue Francese marrone
Fonte: Pixabay

Il Bulldog Francese è un cane di piccola taglia molossoide. È la razza n. 101 della FCI: originaria nella Francia, fa parte del Gruppo 9 – Cani da compagnia, Sezione 11 – Piccoli Molossoidi (razza non sottoposta a prova di lavoro). L’aspetto è quello tipicamente molossoide: è possente anche se piccolo, corto e tarchiato. Il pelo è raso, il muso corto con orecchie erette e naso rincagnato. Il Bulldog Francese è molto muscoloso, compatto e dall’ossatura solida.

La lunghezza del tronco supera di poco la lunghezza del garrese, mentre la lunghezza del muso è un sesto della lunghezza della testa.

Con le orecchie da pipistrello ma stranamente bello, il Bulldog francese ha un fascino unico. Esteticamente, altre razze sono innegabilmente più glamour e vistose, ma la bellezza è negli occhi di chi guarda e ciò che molti vedono nel Bulldog francese sono gli attributi che rendono questa razza uno dei migliori cani da compagnia al mondo oggi.

Standard di razza del Bouledogue Francese

Questo è lo standard di razza ENCI del Bulldog Francese:

  • Testa: forte, larga e quadrata. Deve avere il giusto numero di pieghe e rughe simmetriche. Il cranio è largo con fronte bombata, arcate sopraccigliari prominenti e solco molto sviluppato fra gli occhi (che non deve raggiungere la fronte). La cresta occipitale è ridotta, mentre lo stop è molto pronunciato. Il naso è rincagnato e lievemente inclinato all’indietro, nonché ruotato in alto. Il tartufo deve essere nero, largo, camuso e corto, con narici ben aperte (le narici stenotiche sono un difetto e fanno parte del complesso della sindrome del cane brachicefalo). Il muso è corto e largo, con rughe concentriche simmetriche. Le labbra sono spesse e nere. La mandibola è prognata, cioè spinta in avanti rispetto alla mascella superiore. Gli occhi sono vivaci ed espressivi, scuri e rotondi, con bordo delle palpebre nero. Le orecchie sono larghe alla base e arrotondate in punta, inserite alte sulla testa e portate erette
  • Collo: corto, potente, lievemente arcuato, senza giogaia
  • Corpo: dorso largo e muscoloso, solido, rene arcuato, groppa ben inclinata. Il torace è cilindrico, a botte, con coste molto cerchiate. Il petto è ampio, mentre ventre e fianchi sono rilevati, ma senza essere levrettati
  • Coda: naturalmente corta, dovrebbe arrivare a coprire l’ano. È inserita bassa, dritta, larga alla base e si assottiglia in punta. Ammessa una coda arrotolata, annodata, spezzata o leggermente curva, basta che non superi il garretto
  • Arti: gli anteriori sono verticali e paralleli, con spalla obliqua, braccio corto, muscoloso e leggermente incurvato. Gli avambracci sono corti, dritti e muscolosi, i metacarpi corti e leggermente inclinati. I piedi sono rotondi, compatti e di piccole dimensioni, solo leggermente ruotati in fuori. Le unghie sono corte e nere. I posteriori sono forti e muscolosi, un po’ più lunghi degli anteriori (in tal modo il posteriore appare più alto). Le zampe sono verticali e parallele, con coscia muscolosa, metatarsi corti e piedi rotondi, non ruotati
  • Andatura: movimento sciolto, fluido e potente

Colori del mantello del Bulldog Francese

Il pelo del Bulldog Francese è raso, fitto, lucido, morbido e senza sottopelo. Il colore del mantello è fulvo. Può essere tigrato o meno, con o senza macchie bianche. In tutti i mantelli il naso è sempre nero, mai blu o marrone. I Bulldog francese bianchi sono ammessi a patto che naso e rima palpebrale siano neri, ma non sono ricercati a causa dell’aumentato rischio di sordità.

Da standard non esiste il Bulldog francese nero, il Bulldog francese grigio o il Bulldog francese blu.

Si distinguono:

Mantelli senza macchie bianche estese

  • Fulvo: mantello uniforme che varia dal fulvo chiaro al fulvo carico, talvolta con colorazione più chiara declive, con o senza maschera nera. Tuttavia è preferibile la maschera nera. Possono essere presenti macchie bianche di limitata estensione
  • Bringè: mantello fulvo tigrato. Le striature sono scure e non devono mai essere tali da coprire il colore fulvo di fondo. La maschera nera può essere presente. Possono essere presenti macchie bianche di limitata estensione

Mantelli con macchie bianche estese

  • Fulvo con macchie bianche di medie dimensioni o invasive: viene definito bianco-fulvo, con macchie distribuite su tutto il corpo. Ammesse alcune chiazze sulla pelle
  • Bringè con macchie bianche di medie dimensioni o invasive: detto caille, le macchie sono distribuite su tutto il corpo. Ammesse alcune chiazze sulla pelle

Taglia: altezza al garrese e peso

Come taglia, l’altezza al garrese deve essere:

  • maschi: 27-35 cm
  • femmine: 24-32 cm

È ammessa una tolleranza di 1 cm sopra o sotto i limiti indicati.

Come peso abbiamo:

  • maschi: 9-14 kg
  • femmine: 8-13 kg

È concessa una tolleranza di 500 grammi in eccesso solo se il soggetto rientra nel tipo.

Difetti

Qualsiasi deviazione dallo standard viene considerata un difetto. Fra di essi abbiamo:

  • mantello caille troppo moschettato di nero
  • mantello bianco-fulvo troppo picchiettato di rosso
  • colore nero intenso che si estende sul dorso nel mantello fulvo
  • calzini bianchi nei mantelli bringè e fulvi
  • unghie chiare

Sono considerati difetti gravi:

  • esagerazione delle caratteristiche di razza
  • muso troppo corto o troppo lungo
  • lingua visibile a bocca chiusa
  • occhi chiari
  • linea superiore dal garrese al rene orizzontale
  • labbra, naso o palpebre depigmentata eccessivamente
  • chiusura a tenaglia

Sono considerati difetti da squalifica:

  • soggetti paurosi o aggressivi
  • narici totalmente chiuse
  • torsione o deviazione laterale della mandibola con lingua sempre visibile
  • incisivi inferiori posti dietro a quelli superiori
  • canini sempre visibili anche a bocca chiusa
  • eterocromia degli occhi
  • tartufo di colore diverso dal nero
  • orecchie non erette
  • anurismo o coda incarnita
  • speroni sugli arti posteriori
  • garretti invertiti
  • colore del mantello diverso da quello dello standard. Sono dunque esclusi i Bulldog neri, neri con focature fulve e tutte le diluizioni del nero, con o senza macchie bianche, incluso il Bulldog blu
  • taglia e peso che sforano lo standard
  • soggetti con sofferenza respiratoria
  • sordità

Carattere del Bulldog Francese

Bouledogue Francese
Fonte: Pixabay

Da standard di razza, il carattere del Bulldog Francese viene descritto come vivace, socievole, allegro, sveglio, giocherellone, sportivo e possessivo. È una razza che si affeziona tantissimo alla sua famiglia. Nel corso del tempo, la selezione lo ha trasformato in un perfetto cane da compagnia. È molto intelligente, ma vuole essere sempre al centro dell’attenzione.

Al Bulldog Francese piace giocare, ma gli piace anche passare le giornate rilassandosi sul divano.

L’amore per il gioco e l’atteggiamento rilassato continua anche nelle loro sessioni di allenamento. I Bulldog francesi sono intelligenti e addestrarli è facile fintanto che lo fai sembrare un gioco e lo mantieni divertente. Sono liberi pensatori e non sono una razza ideale per competere nell’obbedienza o nell’agilità, sebbene alcuni siano stati all’altezza della sfida. Questo approccio di libero pensiero può anche portare a una natura testarda, e se decidono di darsi da fare non c’è modo di muoverli.

I Bulldog Francesi sono compagni amorevoli che prosperano grazie al contatto umano. Se vuoi un cane che ama stare all’aperto e che può essere lasciato solo per lunghi periodi, il Frenchie non è la razza che fa per te. Questo è un cane a cui piace prodigare amore per i suoi compagni umani tanto quanto ama in cambio lo stesso trattamento. In genere vanno d’accordo con tutti, compresi i bambini. Possono, tuttavia, essere territoriali e possessivi nei confronti della propria gente, soprattutto in presenza di altri cani. La socializzazione è un must per questa razza, ma con la loro facile compagnia questo è un compito divertente.

Con una natura che è allo stesso tempo divertente e maliziosa, il Bulldog francese ha bisogno di vivere con qualcuno che sia coerente, fermo e paziente con tutte le buffonate e le idiosincrasie che lo rendono frustrante e delizioso.

I Bulldog francesi sono ottimi cani da guardia e avviseranno la loro gente all’avvicinarsi di estranei, ma non è nel loro stile abbaiare senza motivo. Possono essere protettivi nei confronti della loro casa e della loro famiglia e alcuni cercheranno di difenderli entrambi con la loro vita.

È un cane pigro, ama le coccole del suo padrone e poltrire al suo fianco. Ideale per le famiglie con bambini.

A chi è adatto?

Il Bouledogue Francese è un cane adatto per chi non vuole un cane eccessivamente attivo. Se educato e socializzato bene, è ideale per le famiglie con i bambini. Il Bulldog Francese non adatto per chi vuole fare attività sportiva insieme al proprio cane ma è ottimo come cane da Pet Therapy se opportunamente addestrato. Adatto per i principianti, a patto che siano seguiti inizialmente da un educatore cinofilo visto che, comunque, si tratta di un molossoide che, se non correttamente gestito, può tirare fuori un carattere testardo, cocciuto e dominante.

I Bulldog francesi non hanno bisogno di molto spazio e si comportano molto bene in appartamenti o piccole abitazioni. Un paio di passeggiate di 15 minuti al giorno dovrebbero evitare che diventino sovrappeso. Tieni il Bulldog Francese in un ambiente fresco e confortevole. Questa razza canina è suscettibile all’esaurimento da calore ed ha bisogno di un ambiente climatizzato. Questo non è un cane che può stare fuori in una giornata calda.

I Bulldog francesi sono meravigliosi cani da compagnia con una natura gentile. Se lavori a casa, il Bulldog Francese è felice di sdraiarsi ai tuoi piedi tutto il giorno o seguirti da una stanza all’altra. Le persone che li amano li descrivono come dispettosi e non possono immaginare la vita senza di loro. Sono una presenza costante e ti ameranno con tutta la forza dei loro piccoli corpi, dimostrando più e più volte che la loro bellezza è dentro.

Alimentazione, salute e malattie

Come alimentazione, il Bouledogue Francese va valutato soggetto per soggetto. Come razza non richiede integrazioni particolari. Tuttavia, essendoci molti soggetti che soffrono di allergie alimentari o problematiche gastrointestinali, I Bullgod Francesi vanno alimentati correttamente e con cibi appositi, senza concedere strappi alla regola.

La scelta anche in questo caso è fra un’alimentazione commerciale (crocchette o scatolette) e un’alimentazione casalinga (con dieta formulata specificatamente da un veterinario o un nutrizionista veterinario, vietati gli avanzi da tavola).

Malattie del Bulldog Francese

Oltre alle classiche malattie che tutti i cani possono contrarre o sviluppare, queste sono alcune delle patologie di più comune riscontro nel Bouledogue Francese:

  • sindrome del cane brachicefalo
  • allergie e atopie
  • otiti, dermatiti e piodermiti
  • problemi gasrointestinali
  • displasia dell’anca
  • ernia del disco
  • emivertebre
  • mielopatia degenerativa
  • lussazione della rotula
  • rottura del legamento crociato
  • entropion
  • ectropion
  • distichiasi
  • cataratta
  • procidenza della ghiandola della terza palpebra
  • palatoschisi
  • Demodicosi
  • sordità
  • collasso tracheale
  • paralisi laringea
  • colpi di calore
  • Malattia di Von Willebrand
  • ipotiroidismo
  • Patologie cardiache
  • Tumori

Come prendersi cura di un Bulldog Francese

I Bulldog francesi sono abbastanza facili da pulire e necessitano solo di una spazzolatura occasionale per mantenere il pelo sano. Inizia a pettinare il tuo Bulldog Francese in giovane età e insegna al tuo cucciolo a stare su un tavolo o sul pavimento per rendere questa esperienza più facile per entrambi. Quando stai pulendo il tuo Frenchie in qualsiasi fase della vita, prenditi il ​​tempo necessario per verificare la presenza di croste, lesioni cutanee, macchie nude, pelle ruvida e squamosa o segni di infezioni. Dovresti anche controllare orecchie, occhi e denti per eventuali perdite o cattivi odori. Entrambi sono segni che il tuo francese potrebbe aver bisogno di vedere il veterinario.

Pulisci regolarmente le orecchie con un panno umido e caldo e fai scorrere un batuffolo di cotone attorno al bordo del canale. Non attaccare mai il batuffolo di cotone nel condotto uditivo vero e proprio. Se i bordi delle orecchie sono asciutti, applica con parsimonia olio minerale o per bambini. L’olio può essere utilizzato anche sul naso asciutto.

Mantieni le rughe del viso del Bulldog Francese pulite e asciutte per prevenire le infezioni batteriche. Ogni volta che fai il bagno al tuo cane, prenditi il ​​tempo necessario per asciugare accuratamente la pelle tra le pieghe. Fai il bagno al tuo Bulldog francese mensilmente o secondo necessità e usa uno shampoo per cani di alta qualità per mantenere gli oli naturali nella sua pelle e del manto.

I Bulldog francesi dovrebbero essere facili da governare e, con un addestramento adeguato ed esperienze positive durante l’infanzia, la toelettatura può essere un meraviglioso momento di legame per te e il tuo francese. Se ti senti a disagio con qualsiasi aspetto della toelettatura, come tagliare le unghie, porta il tuo cane da un toelettatore professionista che capisca le esigenze dei Bulldog francesi.

Dove trovare un Bulldog Francese?

Cane Bouledogue Francese
Fonte: Pixabay

Puoi trovare un cucciolo di Bulldog Francese in allevamenti Enci, allevamenti amatoriali o da cucciolate fatte da privati. Possibile trovarne anche in canili, rifugi o da Rescue che si occupano del recupero di cani di questa specifica razza.

Nel caso vogliate prenderli da annunci online, assicuratevi che siano da siti affidabili.

Diffidate sempre di cuccioli venduti a prezzi troppo bassi.

Quanto costano i cuccioli di Bulldog?

Un cucciolo di Bulldog Francese può costare dai 700 ai 2.000 euro. Tuttavia alcuni esemplari potrebbero costare di più: molto dipende dalla genealogia, dalla linea di sangue e dall’allevamento di provenienza.

Ricordati che un cucciolo di Bulldog deve essere venduto accompagnato da microchip e passaggio di proprietà: per la legge italiana nessun cane può essere venduto, ceduto o regalato se sprovvisto di microchip. Inoltre il microchip va intestato al proprietario della fattrice che poi provvederà a fare il necessario passaggio di proprietà.

Sempre per legge, possono essere venduti cani come Bulldog Francesi solo se accompagnati dal Pedigree che ne attesta la reale appartenenza alla razza. Un cucciolo di Bulldog Francese venduto senza Pedigree non può essere venduto come cane di razza, ma solo come cane che fenotipicamente assomiglia a quella razza. E pertanto andrebbe fatto pagare di meno.

Curiosità

Ecco alcune piccole curiosità sul Bulldog Francese:

  • Non esistono razze diverse di Bulldog Francese: esiste un’unica razza di Bouledogue Francese
  • Non esiste neanche il Bulldog Francese nano: soggetti al di sotto delle dimensioni descritte nello standard di razza non sono considerati in standard. Se quel Bulldog Francese è nano, probabilmente soffre di qualche patologia come il nanismo ipofisario o l’ipotiroidismo congenito. In tal caso, essendo un soggetto fuori standard, deve essere fatto pagare di meno e non di più: la malattia non è da considerarsi un valore aggiunto
  • Breve precisazione sul Bulldog Francese blu: non è un colore compreso nello standard di razza. Per tale motivo, soggetti blu, sono esclusi dallo standard e, come detto sopra, il colore anomalo non deve essere considerato un valore aggiunto e come tale fatto pagare di più, bensì un difetto
  • Si dice Bouledogue Francese o Bulldog Francese? Tecnicamente la razza è francese, quindi il nome originario sarebbe Bouledogue Francese. Tuttavia è usuale chiamarlo anche Bulldog Francese o French Bulldog
  • Il Bouledogue Francese non è un Bulldog Inglese nano: si tratta di due razze distinte
  • Una leggenda narra che sul Titanic fosse imbarcato anche il Bouledogue Francese di un allevatore. Quando la nave affondò, si racconta che gli sia stata data una scelta: o gettare in mare la cassetta con l’oro della moglie o il cane. L’allevatore fortunatamente salvò il cane

Perché prendere un Bulldog Francese?

Il Bulldog Francese è un cane simpatico, allegro, socievole e divertente. Adatto anche ai principianti, la cosa da non sottovalutare è la sua salute non proprio robustissima: è un cane che, dal punto di vista delle spese veterinarie, potrebbe essere assai impegnativo.

Seguici anche sui canali social