Rosmarino e tisana alla menta rimedi naturali benefici per la memoria. La conferma arriva da uno studio condotti dai ricercatori della Northumbria University, secondo i quali ciascuna delle due piante aromatiche avrebbe un suo preciso ambito di utilizzo e una propria efficacia specifica.

In base a quanto affermato dai ricercatori il consumo di una tisana alla menta aiuterebbe a migliorare sia la memoria “a lungo termine” che quella capacità identificata come “operazionale”. Il rosmarino invece sembra sia maggiormente indicato per stimolare la capacità di ricordare negli anziani. I risultati dello studio sono stati presentati dal Dr. Mark Moss durante la conferenza annuale della British Psychological Society a Nottingham.

Uno dei test condotti dai ricercatori ha visto coinvolti 180 partecipanti, suddivisi in maniera casuale in tre gruppi: uno che ha consumato una tisana alla menta; uno a cui è stata assegnata tisana alla camomilla; uno che ha bevuto della semplice acqua calda. Ciascuno di loro ha compilato prima del consumo un questionario sul proprio umore.

Dopo aver bevuto la tisana o l’acqua a tutti i partecipanti è stato chiesto di svolgere un esame per testare la propria memoria e una serie di altre funzioni cognitive, seguito da un ulteriore questionario riguardante l’umore. I risultati migliori sono stati ottenuti da chi ha consumato una tisana alla menta, superiori sia a chi ha invece ricevuto camomilla o semplice acqua calda.

All’interno dello stesso studio sono stati inoltre confermati ulteriori effetti derivanti da piante aromatiche o rimedi fitoterapici. Consumare una tazza di camomilla indurrebbe nel cervello uno stato simile al sonno, rallentando la memoria e la capacità di reazione. Come ha affermato il Dr. Moss:

È interessante notare gli effetti contrastanti sull’umore e la cognizione di queste due differenti tisane alle erbe.

Un secondo studio, condotto dalla Dott.ssa Lauren Bussey ha invece valutato gli effetti di rosmarino e lavanda in merito alla memoria prospettica, relativamente quindi ad azioni che dovranno essere compiute in futuro. Come ha dichiarata la ricercatrice:

È fondamentale per la vita di tutti i giorni. Ad esempio: quando qualcuno ha bisogno di ricordarsi di spedire una lettere o prendere dei medicinali a un orario preciso.

I 150 partecipanti (tutti over 65) sono stati suddivisi in tre gruppi e condotti in differenti stanze: i primi all’interno di una stanza nella quale era stato diffuso profumo di rosmarino; i secondi in un locale nel quale il diffusore aveva rilasciato l’aroma di lavanda; il terzo gruppo non ha avuto alcuno stimolo olfattivo.

Una volta nella stanza designata ai partecipanti è stato chiesto di svolgere test designati per sollecitare la memoria prospettica, compreso il dove riferire un messaggio a un dato orario durante lo svolgimento della prova. Risultati migliori sono stati ottenuti da chi ha svolto l’esercitazione all’interno della stanza aromatizzata al rosmarino rispetto a chi non ha ricevuto alcuno stimolo olfattivo.

Per quanto riguarda invece l’umore il rosmarino ha incrementato la reattività, mentre la lavanda la calma e la contentezza. Come ha concluso la Dott.ssa Bussey:

Questi risultati supportano le precedenti ricerche che indicano che l’aroma di olio essenziale di rosmarino può incrementare le funzioni cognitive negli adulti sani. Questa è la prima volta che effetti similari sono stati dimostrati negli adulti sani sopra i 65 anni.

29 aprile 2016
Fonte:
Lascia un commento