Come andare al bagno: rimedi naturali

Come andare al bagno: rimedi naturali

Fonte immagine: Pexels

Le difficoltà nell'andare in bagno accomunano molte persone: ecco i rimedi per ritrovare rapidamente la propria regolarità intestinale.

Andare al bagno non è per tutti un’attività agevole e quotidiana. Anche quando non si parla propriamente di stitichezza, ma di disturbi ben più transitori, approfittare di una naturale regolarità è per molti un miraggio. E i fastidi che ne conseguono sono tantissimi: dal senso di pesantezza al gonfiore, passando per la nausea, i dolori addominali e molto altro. Ma quali sono i rimedi naturali più indicati per andare al bagno senza troppi stress?

Naturalmente, tutti i disturbi correlati al transito intestinale dovrebbero essere vagliati dal medico o dallo specialista gastroenterologo, per individuarne le precise cause. I rimedi di seguito indicati sono da prendere in considerazione quando tutte le altre strade sono già state battute, escludendo quindi disturbi di origine fisiologica, patologie e infezioni.

Alimentazione e stile di vita

Colazione yogurt

Prima di entrare nel dettaglio dei rimedi naturali veri e propri per rendere l’esperienza in bagno più agevole, utile è fornire alcuni consigli relativi all’alimentazione e allo stile di vita. La dieta influisce infatti enormemente sul transito intestinale, così come anche un’attività sportiva continuativa nel tempo.

Sul fronte dell’alimentazione, è bene incrementare tutti quegli alimenti dalle proprietà emollienti e ammorbidenti per le feci. È il caso di tutte le verdure ricche di fibre, così come anche della maggior parte della frutta. Le fibre stimolano infatti la peristalsi, la formazione di feci consistenti e facili da espellere, tanto da garantire in poco tempo il ripristino della normalità quotidiana. Ancora, sono consigliati tutti quegli alimenti ricchi di probiotici e di fermenti lattici, come lo yogurt. Questo poiché è necessario ripristinare la flora batterica intestinale, affinché tutto il processo digestivo avvenga in modo corretto. Per eliminare l’occasionale gonfiore, invece, spazio alle tisane: camomilla, tè verde e malva sono tutti ingredienti noti non solo per disinfiammare l’intestino, ma anche per stimolarne l’attività.

Un medio movimento giornaliero è particolarmente indicato per incentivare la peristalsi. Basta davvero poco sforzo: un trenta minuti di camminata a ritmo sostenuto qualche ora dopo del pasto, una blanda sessione di nuoto, una corsa nel verde. Stimolando i muscoli degli arti inferiori, e in particolare quelli dell’addome, si garantirà un passaggio più agevole delle feci all’interno dell’intestino.

Rimedi naturali e consigli

Caffè

Sono molti i rimedi naturali che possono essere impiegati per stimolare la defecazione, anche quando la difficoltà di andare in bagno risulta sporadica. Naturalmente, l’assunzione dovrà avvenire sempre sotto consiglio del medico curante, anche per evitare effetti collaterali e interazioni con altri farmaci in corso di assunzione.

Fra i più noti stimolanti vi sono una lunga serie di alimenti, capaci di sollecitare l’espulsione delle feci. Fra questi le prugne, mela e pera, l’olio extravergine d’oliva, il caffè e i tutti i cereali, meglio se integrali. Fra le proposte erboristiche rientrano invece l’aloe vera, il rabarbaro, lo psillio, la senna, la cascara, i semi di sesamo e di lino, le mandorle dolci e molti altri ancora.

A questi possono essere associati altri consigli utili. Innanzitutto, è controproducente lanciarsi in sforzi eccessivi, poiché potrebbero favorire l’apparizione di emorroidi o di ragadi anali. Utile è invece sollevare i piedi durante l’atto, ad esempio avvalendosi di un paio di guide telefoniche, per distendere la parte finale del retto. Meglio non esagerare con lassativi e clisteri, più indicato è invece il consumo di maggiori quantitativi di acqua durante la giornata.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cibi ricchi di vitamina A