Greenstyle Benessere Rimedi naturali Tisana al finocchio: a cosa serve e quando berla

Tisana al finocchio: a cosa serve e quando berla

Tisana al finocchio: a cosa serve e quando berla

Fonte immagine: Pixabay

La tisana al finocchio rappresenta il rimedio preferito da chi vuole offrire un aiuto in più al proprio intestino. Digestiva, rilassante, drenante e poi? Originaria del Mediterraneo, la pianta di finocchio cresce in realtà in tutto il mondo e viene impiegata da secoli nel trattamento di numerose condizioni.

La tisana di semi di finocchio è considerata, ad esempio, un efficace rimedio contro i disturbi digestivi, ma sapevi che questo infuso può aiutarti anche a combattere i dolori mestruali? E sapevi che alcune persone la assumono per dimagrire?

Di seguito tutto quello che c’è da sapere in merito a uno dei rimedi naturali per eccellenza e scopriamo come preparare una tisana al finocchio utilizzando i semi freschi.

Tisana al finocchio: i benefici per la salute

Fonte: Pixabay

Il potere sgonfiante e digestivo della tisana al finocchio e della tisana di finocchietto, noto anche con il nome di finocchio amaro o finocchietto selvatico, è apprezzato da tempo, ma questi non sono i soli due effetti benefici degni di nota.

E allora, a cosa fa bene la tisana di finocchio? Vediamo quali sono le proprietà benefiche di questo rimedio naturale.

Migliora la digestione

Ti stai domandando quale tisana bere per digerire? Devi sapere che il primo beneficio dell’infuso di finocchio riguarda proprio le proprietà benefiche per la salute dello stomaco.

Sin dal primo sorso noterai l’azione di questa particolare tisana. Potrai infatti avvertire una maggiore salivazione.

Quando raggiungerà lo stomaco, l’infuso stimolerà i cosiddetti movimenti peristaltici, migliorando di conseguenza la digestione. Si tratta dunque di un ottimo rimedio per chi soffre di intestino pigro e altri disturbi gastrointestinali.

Riduce la formazione di gas

Grazie alla sua azione carminativa, la tisana al finocchio può aiutare a ridurre la formazione di gas intestinali, un problema spiacevole e talvolta imbarazzante, specialmente quando si manifesta in pubblico.

Ma quando bere la tisana al finocchio? Un infuso ai semi di finocchio, consumato dopo il pasto principale, è l’ideale per combattere problemi come:

  • Aerofagia
  • Gonfiore addominale
  • Meteorismo
  • Flatulenza.

Un rimedio contro i dolori mestruali

Ti sorprenderà saperlo, ma grazie all’azione stimolante ed equilibrante del processo digestivo, come grazie alla sua capacità di rilassare la muscolatura liscia addominale, la tisana al finocchio può aiutare a combattere i dolori mestruali. Tentar non nuoce, non trovi?

Un alleato contro i malanni di stagione

La tisana al finocchio può aiutare anche a combattere gli agenti patogeni che provocano influenze e malanni di stagione.

In più, questo rimedio può avere anche un effetto mucolitico. Se pensi che stai per avere un brutto raffreddore, prova a sorseggiare una tisana calda.

Tisana al finocchio per dimagrire

Tisana al finocchio
Fonte: Pixabay

Uno dei più apprezzati effetti di questo rimedio naturale riguarda, come potrai immaginare, la perdita di peso. Ma la tisana al finocchio e quella al finocchietto aiutano davvero a dimagrire?

In realtà, questi infusi aiutano a contrastare la ritenzione idrica e a ridurre il gonfiore, per cui possiamo dire che berne una tazza ogni giorno potrebbe permetterti di raggiungere una migliore forma fisica.

Poi sembra che l’infuso di finocchietto o di finocchio sia in grado di stimolare anche il metabolismo, portando quindi a bruciare i grassi più velocemente.

Proprietà disinfettanti

I semi di finocchio sono considerati utili anche per le loro proprietà disinfettanti. Per questo motivo, possono essere impiegati per la cura di piccole ferite e lesioni, in quanto permettono di accelerare i tempi di guarigione.

Migliora la salute del cuore

Grazie alla ricca presenza di potassio, la tisana al finocchio è considerata un alleato per la salute del cuore, in quanto permette di tenere sotto controllo la pressione sanguigna e prevenire condizioni come aterosclerosi o infarto.

Se stai assumendo anticoagulanti o altri farmaci, prima di aggiungere la tisana al finocchio nella tua routine quotidiana parlane con il medico.

Un rimedio contro la stitichezza

Per la sua azione benefica sull’apparato digerente, la tisana di finocchio può aiutare ad alleviare anche disturbi comuni come quello della stitichezza, favorendo una maggiore regolarità intestinale.

Migliora anche il tuo alito

L’alitosi è un problema spiacevole e fastidioso, ma la buona notizia è che puoi migliorare il tuo alito semplicemente sorseggiando una tisana di finocchietto o un infuso al finocchio.

Tali rimedi sono infatti efficaci per rinfrescare l’alito, dal momento che esercitano un’azione antibatterica capace di spazzare via gli agenti responsabili dell’alito cattivo.

Per trarre tutti i benefici, bevi una tisana la sera prima di dormire, eviterai il fastidioso alito pesante al mattino.

Dove si compra la tisana al finocchio?

Fonte: Pixabay

L’infuso può essere acquistato già pronto nelle erboristerie o nei supermercati. Se vuoi gustare una tisana fatta in casa, ti basterà acquistare dei semi di finocchio, lasciarli essiccare al sole per due o tre giorni, quindi schiacciarli e inserirli nel classico filtro per infusione.

Lascia riposare per circa 10 minuti, quindi filtra il tutto, dolcifica a piacere e gusta la tua tisana.

E a proposito, qual è il sapore della tisana al finocchio? L’infuso avrà un gusto molto delicato ma riconoscibile, che ricorda un po’ quello della liquirizia con un retrogusto che alcuni definiscono “leggermente amaro”. Prima di zuccherare la tisana, ti consigliamo di assaggiarla non dolcificata, per assaporarla meglio.

Controindicazioni

Come ogni prodotto (naturale e non), anche la tisana al finocchio presenta delle controindicazioni. In alcuni soggetti potrebbero manifestarsi, ad esempio, delle reazioni allergiche con sintomi come arrossamento della bocca e prurito.

Il consumo regolare di questo infuso andrebbe inoltre evitato da coloro che stanno assumendo antibiotici a base di ciprofloxacina, in quanto potrebbe ridurne l’efficacia.

Tisana al finocchio in gravidanza

Spesso viene consigliato di bere una tisana al finocchio durante la gravidanza e durante l’allattamento per aumentare e favorire la montata lattea. Inoltre, le tisane al finocchio sono altrettanto spesso consigliate per alleviare le coliche gassose nei neonati.

Ma l’utilizzo di questi infusi è davvero sicuro? Sebbene l’attività benefica della tisana al finocchio sia stata ampiamente dimostrata, in alcuni momenti della vita è consigliabile evitarne il consumo, specie se eccessivo.

Un simile monito è dovuto alla presenza nel finocchio di una particolare sostanza, l’estragolo, un composto organico naturale considerato cancerogeno e genotossico, in grado di modificare il DNA delle cellule.

Nel caso dei bambini al di sotto dei 4 anni di età, così come nel caso delle donne in gravidanza o durante l’allattamento, il consumo di tali prodotti è quindi sconsigliato.

La tisana al finocchietto è cancerogena?

Ma questo vuol dire forse che quella al finocchio delle essere considerata una tisana cancerogena? Non tutti concordano con questa idea. Il finocchio, infatti, contiene non solo l’estragolo, ma anche tante sostanze anticancerogene e antiossidanti che possono migliorare la nostra salute e ridurre il rischio di ammalarsi di cancro.

In poche parole, tutto sta nell’assumere queste tisane con buonsenso e con la giusta moderazione, per poterne assorbire i tanti effetti benefici in tutta sicurezza. Il consumo dovrebbe comunque essere evitato in gravidanza, durante l’allattamento e nei bambini. Se dovessi avere dei dubbi, chiedi sempre un parere al tuo medico curante.

Quante volte al giorno si può bere una tisana?

In generale è sempre saggio non eccedere con il consumo di infusi e tisane. Una o due tazze al giorno saranno sufficienti per  migliorare il proprio benessere in tutta sicurezza. Nella scelta della tisana da sorseggiare, inoltre, sarà meglio variare gli ingredienti, alternandoli fra loro.

Seguici anche sui canali social