Greenstyle Alimentazione Alimenti Spesa di marzo: frutta e verdura del mese

Spesa di marzo: frutta e verdura del mese

Spesa di marzo: frutta e verdura del mese

Fonte immagine: Pixabay

Marzo è il mese in cui inizia finalmente la primavera. Nei primi giorni l’inverno è ancora protagonista, ma le giornate si fanno mano mano più lunghe e la natura inizia a sbocciare con un’esplosione di colori e profumi che presto arrivano anche sulla nostra tavola. La spesa di marzo è ricca di frutta e verdura di stagione da mangiare per vivere bene e in salute. E per preparare piatti da leccarsi i baffi.

Gli ingredienti invernali che ci aiutano a rinforzare l’organismo e a fare un carico di vitamina C sono ancora presenti, ma stanno arrivando nuovi prodotti della terra che sapranno sicuramente deliziare il nostro palato. La primavera è famosa proprio per la sua ricchezza di alimenti, frutti e verdure che ci consentono di proiettarci già verso l’estate.

Frutta e verdura di marzo

La frutta e la verdura di marzo rispecchiano pienamente le due anime di un mese diviso a metà. Da un lato la prima parte, ancora caratterizzata dalla stagione invernale, sia dal punto di vista dei colori della natura sia dal punto di vista dei piatti che possiamo preparare seguendo i ritmi di madre terra. Dall’altro lato la seconda parte del mese, dopo l’equinozio di primavera, quando la voglia di caldo esplode anche sulle nostre tavole, con ingredienti ricchi di sapore, di gusto, di profumi e di colori invitanti che  cambiano completamente i nostri menù.

La spesa di marzo: verdura del mese

Le verdure di stagione nel mese di marzo sono davvero tantissime, una più buona e più salutare dell’altra. Sono alimenti ricchi di proprietà, da consumare preferibilmente a crudo, quando è possibile, per conservare tutti principi utili per garantire la salute del nostro organismo

Possiamo sfruttare ad esempio le proprietà diuretiche del finocchio per rimetterci in forma e drenare i liquidi in eccesso. Oppure fare un pieno di antiossidanti con le cime di rapa, ottime con le classiche orecchiette pugliesi o in contorni che stupiscono sempre tutti.

E poi ci sono i cavolini di Bruxelles, da cucinare in mille modi diversi per un ingrediente che svolge azione disintossicante, ideale per prepararsi alla bella stagione liberandosi di tutto il superfluo. Oltre ai cavolini ci sono anche cavoli e cavolfiori, più delicati dei primi, da portare in tavola ogni giorno per fare un pieno di salute.

verdura di marzo
Fonte: Pixabay

Verdure, lista della spesa di marzo

  • agretti
  • asparagi
  • barbabietole
  • bietole
  • broccoli
  • carciofi
  • carote
  • cavolfiore
  • cavoli
  • cavolini di Bruxelles
  • cavolo rosso
  • cicoria
  • cime di rapa
  • cipolle
  • cipollotti
  • crescione
  • finocchi
  • patate novelle
  • radicchio
  • rape
  • scalogno
  • sedano
  • spinaci
  • taccole
  • topinambur

Agretti o barba di frate: i benefici che non ti aspetti

A marzo occhi puntati sugli agretti, che in alcune zone d’Italia si chiamano anche barba di frate, barba del negus, liscari, lischi, arescani. Il nome scientifico è però un altro: Salsola soda L.. Sono erbe acidule dalle proprietà diuretiche e depurative, ricche di minerali, dal sapore rinfrescante, ideali per un contorno estivo che profuma di salute.

Gli agretti, poi, sono anche ideali per chi è a dieta, visto che hanno solo 17 calorie per 100 grammi di prodotto consumato. Appartengono alla famiglia delle Chenopodiaceae e in natura ce ne sono più di 100 specie, sono piante originarie dell’Europa, dell’Asia, dell’Africa e del Nord America.

Li trovi in vendita da marzo fino a fine maggio e inizio giugno e rappresentano il tipico contorno primaverile che ci permette di fare un carico di sali minerali, vitamine, antiossidanti. Il loro sapore è leggermente acre e si preparano di solito lessati e conditi con olio extravergine di oliva, succo di limone e poco sale.

Ma si possono anche consumare crudi, in insalate colorate, gustose e saporite. Nel dettaglio sono ricchi di:

Fare la spesa, la frutta di marzo

La frutta del mese di marzo è ancora in larga parte quella che siamo soliti consumare in inverno, anche se non mancano delle piccole novità. In attesa delle scorpacciate di frutta estiva, stagione nella quale le macedonie si fanno decisamente più ricche, soprattutto di colore.

La frutta di stagione del mese di marzo è ideale anche per fare conserve, confetture, marmellate da gustare quando sentiremo la mancanza di alcuni sapori tipici di questo periodo.

A marzo si mangiano ancora gli agrumi e anche in abbondanza, anche se non è più periodo di mandarini (a meno di non scegliere i mandarini tardivi che però sono più rari da trovare). Per fare un pieno di vitamina C consigliamo di portare in tavola cedri e pompelmi, che sono la frutta ideale del periodo insieme anche a limoni e arance, che però stanno per salutarci, quindi meglio farne scorta con una bella marmellata.

Ovviamente mele, pere e kiwi sono grandi protagonisti, mentre potremmo vedere già qualche fragola, ma nella maggior parte dei casi non di produzione nostrana. Meglio leggere bene la provenienza o aspettare il mese di aprile quando le fragole saranno presenti in abbondanza.

frutta di marzo
Fonte: Pixabay

Frutta, lista della spesa di marzo

  • arance
  • cedri
  • kiwi
  • limoni
  • mandarini
  • mandaranci
  • mele
  • pere
  • pompelmi

Cedri, un frutto dalle mille proprietà

Il cedro è un agrume poco conosciuto e poco usato, eppure è ricco di proprietà. La citrus medica è molto diffusa nel Mediterraneo e anche in Asia, ad esempio in Cina, Giappone, Buthan, India. In Italia il 90% dei cedri proviene dal litorale tirrenico calabrese, una zona dove la pianta cresce molto bene.

Il frutto dalla forma ovale con scorza gialla e rugosa ha un polpa non molto ricca, ma tenera e succosa. Dal cedro si possono ottenere anche oli essenziali e un olio di cedro dalle proprietà digestive. In Italia esistono diverse varianti di cedro, a seconda della zona di coltivazione e anche del suo utilizzo finale. In cucina è ottimo come ingrediente di tanti pianti differenti e si può anche usare come repellente le zanzare. Molti gli utilizzi per la salute e la bellezza.

  • l’olio di cedro si usa per massaggi anticellulite insieme all’olio di mandorle dolci
  • favorisce la ricrescita dei capelli e aiuta a prevenirne la caduta stimolando la crescita
  • si usa per combattere i disturbi renali
  • è un ottimo rimedio naturale contro la cistite

Il cedro, poi, è ipocalorico e privo di grassi, ricco di vitamina C e vanta proprietà depurative. Al suo interno troviamo vitamine, flavonoidi, sali minerali, calcio e sodio in particolare, zuccheri.

Lo sapevi che per i monaci buddisti il cedro è simbolo di ricchezza, felicità e longevità?

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare