Greenstyle Cani Dogo Argentino

Dogo Argentino

Dogo Argentino

Il Dogo Argentino è una razza canina molossoide originaria dell’Argentina. Fino al 2009 faceva parte della lista delle razze canine pericolose, ma da allora la lista è stata abolita. Non è una razza molto longeva e, visto il suo carattere, non è adatto ai principianti o a chi ha poca esperienza con cani di forte temperamento.

Ma andiamo a conoscerlo meglio, dando un’occhiata ad aspetto, colore del mantello, carattere (spiegando anche perché molte persone si chiedono se sia aggressivo o come attacchi il Dogo Argentino), malattie e qualche curiosità.

Storia e origini

La storia e le origini del Dogo Argentino iniziano a fine Ottocento nella provincia di Cordoba, in Argentina. All’epoca, i primi allevatori decisero di selezionare una razza di cani da combattimento che fosse a metà strada fra il Bulldog inglese e il Mastino. Incrociando queste due razze ecco che, grazie alla selezione, si ottenne il Dogo.

In origine il suo nome fu Cane da presa di Cordoba: i primi esemplari erano estremamente combattivi e aggressivi. Solamente a fine Ottocento, poi, grazie ad una serie di incroci (fra cui Bull terrier, Boxer, Alano, Dogue de Bordeaux, Mastino dei Pirenei, Levriero irlandese e Pointer), ecco che il dottor Nores Martinez diede il via alla razza così come la conosciamo oggi.

Il dottore incrociò Bulldog e Bull Terrier, cercando di scegliere sempre esemplari bianchi, non prognati e con muso lungo. Il Dogo venne utilizzato anche come cane da caccia a cinghiali e puma, grazie al suo coraggio e olfatto.

Ma dobbiamo aspettare il 1928 per avere il primo standard di razza, mentre il riconoscimento ufficiale della Federazione Cinologica Argentina arrivò solamente nel 1964. Nel 1973 per la FCI.

Aspetto e colore del mantello del Dogo Argentino

cane Dogo Argentino
Fonte: Pixabay

Il Dogo Argentino è la razza n. 292 della FCI: è un cane molossoide di origine argentina. È un cane da caccia grossa, facente parte del Gruppo 2 – Cani di tipo Pinscher e Schnauzer, Molossoidi, Cani da Montagna e Bovari Svizzeri, Sezione 2.1 – Molossoidi di tipo Dogo (senza prova di lavoro).

Come aspetto, è un cane di taglia medio grande, mesomorfo e normotipo, atletico e armonico. La muscolatura è potente, è agile e deve dare un senso di energia e potenza. L’espressione deve essere amichevole e mansueta.

Come proporzioni, il muso deve avere la stessa lunghezza del cranio. L’altezza al garrese deve essere lievemente superiore all’altezza della groppa.

Standard di razza del Dogo Argentino

Questo è lo standard di razza ENCI del Dogo Argentino:

  • Testa: mesocefala, forte, potente. Il cranio è massiccio con muscoli masticatori ben rilevati. Lo stop è definito, il tartufo deve essere nero con narici ampie. Il muso ha la stessa lunghezza del cranio con linea superiore concava. Le labbra sono pigmentate di nero, le mascelle hanno la chiusura a forbice. Gli occhi sono a mandorla, scuri o color nocciola, meglio se con palpebre pigmentate di nero. Lo sguardo è vivace, intelligente e duro. Le orecchie sono inserite lateralmente alte, sono triangolari e arrotondate in punta. Sono portate naturalmente pendenti. Ricordiamo che in Italia il taglio delle orecchie è vietato
  • Collo: grosso, arcuato con rughe sulla gola che non formano una giogaia
  • Corpo: rettangolare, la linea superiore è più alta al garrese e si inclina verso la groppa con una lieve pendenza. Il garrese è alto, il dorso forte e muscoloso, la groppa larga e forte e il torace ampio e profondo. Le coste sono lievemente arcuate. Il ventre non deve essere levrettato
  • Coda: lunga che non supera i garretti, grossa
  • Arti: anteriori dritti con dita corte, scapole oblique, gomiti robusti, avambracci perpendicolari al suolo, metacarpi leggermente piatti e dita corte. I cuscinetti plantari devono essere neri. I posteriori sono muscolosi con garretto corto, dita chiuse e senza speroni. Le cosce sono muscolose, le ginocchia ben angolate, le gambe forti e muscolose e i piedi più piccoli degli anteriori, ma più lunghi
  • Andatura: agile, forte, riflessi rapidi. Il passo è calmo, il trotto ampio con buon allungo. Il galoppo è potente. Deve essere sempre armonico, ma l’ambio non è accettato

Colore del mantello del Dogo Argentino

Il pelo è corto, liscio, uniforme e lungo 1,5-2 cm. L’unico colore ammesso è il bianco. È concessa una singola macchia nera o scura sul cranio, spesso localizzata intorno agli occhi o su un orecchio. La macchia non deve essere troppo grande.

Taglia: altezza al garrese e peso

Come taglia, l’altezza al garrese deve essere:

  • maschi: 60-68 cm (ideale 64-65 cm)
  • femmine: 60-65 cm (ideale 62-64 cm)

Come peso, può raggiungere anche i 45 kg:

  • maschi: 40-45 kg
  • femmine: 40-43 kg

Difetti

Qualsiasi deviazione dallo standard di razza viene considerata un difetto. Sono difetti gravi:

  • debolezza muscolare
  • tartufo parzialmente pigmentato
  • denti piccoli
  • entropion
  • ectropion
  • occhi tondi, sporgenti, chiari o gialli
  • torace a botte
  • petto carenato e coste piatte
  • torace poco alto
  • treni locomotori non angolati
  • groppa più alta del garrese
  • ambio
  • peso che viola lo standard

Sono considerati difetti da squalifica:

  • soggetti troppo timidi o aggressivi
  • anomalie fisiche o comportamentali evidenti
  • enognatismo
  • prognatismo
  • sordità
  • pelo lungo
  • tartufo depigmentato in soggetti con più di 2 anni
  • tartufo marrone
  • labbro pendulo
  • più di una macchia sulla testa
  • taglia inferiore o superiore a quella stabilita
  • occhi azzurri o eterocromia
  • assenza di dimorfismo sessuale

Carattere del Dogo Argentino

Dogo Argentino carattere

Da standard di razza, il Dogo Argentino è descritto come un cane silenzioso, dall’olfatto fine, agile, forte, rustico e coraggioso. Non deve mai mostrarsi aggressivo con gli esseri umani e deve avere una fiducia incondizionata nel proprio umano. Soggetti aggressivi, mordaci o che non danno retta al proprietario vengono considerati fuori standard.

Qui da noi spesso il Dogo Argentino viene preso solamente come cane da compagnia, dimenticandosi della sua indole di base. È un cane da guardia e da difesa, dal carattere forte, intelligente e furbo. Può dimostrarsi molto dolce e affettuoso con la sua famiglia o con chi considera amico, tuttavia ha bisogno di un’educazione ferma, decisa e consapevole.

Ama fare attività fisica ed è un camminatore ideale.

A chi è adatto?

Partiamo dalle tipologie di persone per cui un Dogo Argentino non è adatto. Non è adatto ai principianti, alle famiglie con bambini piccoli (specie se con proprietari neofiti), a chi vuole un cane che faccia poca attività fisica o alle persone anziane (vista la sua mole diventerebbe difficile anche caricarlo in auto).

Non è neanche adatto alle persone insicure, incerte: il rischio, in questo caso, è di compiere errori educativi e gestionali da cucciolo, che condizionano poi il carattere del cane adulto, dando così vita a soggetti nervosi, insicuri o aggressivi.

È adatto a chi ha già esperienze nell’educazione di molossoidi di grossa taglia e a chi vuole un cane attivo, con cui fare lunghe passeggiate.

Alimentazione, salute e malattie

Come alimentazione, il Dogo Argentino non richiede integrazioni particolari. Tuttavia, essendo che molti soggetti soffrono di allergie e intolleranze alimentari, ecco che in questi casi bisogna offrirgli una dieta specifica e mirata, seguita rigorosamente. E questo sia che si opti per una dieta commerciale, fatta di crocchette o scatolette per cani di grossa taglia, sia che si opti per una dieta casalinga, realizzata specificatamente per il soggetto dal veterinario o da un nutrizionista veterinario.

Malattie del Dogo Argentino

Oltre alle classiche malattie che tutti i cani possono sviluppare, indipendentemente da razza e taglia, ecco che nel Dogo Argentino si vedono spesso patologie come:

  • dermatite da fotosensibilizzazione
  • allergie e atopie
  • dermatiti e otiti
  • disturbi gastrointestinali
  • debolezza ereditaria congenita neurosensoriale
  • displasia dell’anca
  • displasia del gomito
  • mielopatia degenerativa
  • ipotiroidismo da tiroidite autoimmune
  • sordità
  • tumori

Dove trovare un cucciolo di Dogo Argentino?

Dogo Argentino cucciolo
Fonte: Pixabay

Puoi trovare un cucciolo di Dogo Argentino in allevamenti iscritti all’Enci, in allevamenti amatoriali o da privati che fanno cucciolate. Possibile anche trovarli nei canili e rifugi o tramite le Rescue che si occupano del recupero di questa specifica razza.

Nel caso decidessi di prenderne uno da un annuncio online, assicurati che provenga da siti affidabili. E diffida sempre di un Dogo venduto a prezzo troppo basso.

Quanto costa un Dogo Argentino?

Il costo di un Dogo Argentino varia dai 900 ai 1.500 euro: non è una razza economica né come acquisto iniziale né come gestione e mantenimento. Il prezzo di un Dogo varia poi a seconda dell’allevamento, della genealogia o della linea di sangue.

Prima di prendere un cucciolo di Dogo Argentino, ricordati che in Italia è vietato vendere, cedere o regalare cani sprovvisti di microchip. Quest’ultimo deve essere inserito a nome del proprietario della fattrice che poi provvede a effettuare il passaggio di proprietà verso il nuovo proprietario.

Inoltre, sempre per legge, può essere venduto con la dicitura Dogo Argentino solamente un Dogo provvisto di Pedigree. Se il cane non ha il Pedigree, non può essere venduto come Dogo, ma solo come cane che fenotipicamente assomiglia a un Dogo, ma che non è un Dogo perché sprovvisto di Pedigree.

Curiosità

Ecco qualche piccola curiosità sul Dogo Argentino:

  • Non è una razza di cane molto longeva: la durata di vita media è di 10-12 anni, anche se può arrivare fino ai 15 anni
  • Perché si dice che il Dogo Argentino sia aggressivo? Il fatto è che originariamente era un cane da combattimento e da caccia grossa, motivo per cui ha un temperamento molto forte. Messo nelle mani di proprietari inesperti o abituati a cani dall’indole più docile, si rischiano problemi gestionali ed educativi. Da qui nasce anche il fatto che spesso sia inserito nella lista delle razze di cani pericolosi: qui da noi in Italia la lista è stata abolita, ma è presente in altri Paesi
  • Dogo Argentino black? Non può esistere un Dogo Argentino nero: il colore nero non è nello standard di razza

Cose da sapere prima di prendere un Dogo Argentino

Prima di prendere un Dogo Argentino, informati bene sul suo carattere e contatta un educatore cinofilo per assicurati un sostegno durante i primi mesi di convivenza: questo potrebbe ridurre il numero e la gravità di errori gestionali che possono portare i cani adulti a sviluppare tare del comportamento. Ricordati poi che è una razza sconsigliata ai principianti. Se non si compiono errori e si sa come gestirlo e socializzarlo, ecco che il Dogo Argentino può diventare un cane giocoso ed estremamente affettuoso.

Seguici anche sui canali social