Greenstyle Alimentazione Ricette Macedonia di frutta: 6 ricette per un fine pasto salutare

Macedonia di frutta: 6 ricette per un fine pasto salutare

Macedonia di frutta: 6 ricette per un fine pasto salutare

Fonte immagine: Unplash

La macedonia di frutta costituisce la preparazione ideale per gustare un mix di sapori e fare un pieno di vitamine e sali minerali in ogni momento della giornata. Nonostante sia una ricetta abbastanza semplice, seguire alcuni banali ma validi consigli può aiutare ad ottenere i migliori risultati in termini di resa.

Vediamo allora come condire la macedonia di frutta, quanto tempo prima farla e come conservarla al meglio, per beneficiare del suo gusto fresco, ma anche delle sue preziose proprietà nutritive.

Macedonia di frutta, consigli utili

Una coppa di macedonia fresca si presta ad essere servita a merenda sia in estate che nelle altre stagioni: è ottima per assicurare un buon apporto di sali minerali e fibra alimentare. Interessante anche come remineralizzante dopo l’attività sportiva.

È facile tagliare la frutta a dadini e mescolarla in una ciotola. Ma per rendere la macedonia di frutta impareggiabile sotto tutti i punti di vista potrebbero tornarvi utili questi accorgimenti.

  • Che frutta nella macedonia? Favorite la stagionalità: usate la frutta che è di stagione nel periodo. Sfruttare tali ingredienti assicura di fare emergere la freschezza della preparazione. Ciò non tanto per una questione etica, ma anche per il gusto che si ottiene. Nel suo periodo infatti la frutta è molto più dolce, succosa e nutriente.
  • Scelta la frutta di stagione, prediligete quella più matura. Questa è naturalmente più dolce di quella acerba e vi permette di godere di un sapore pieno e piacevole da un lato, evitandovi di aggiungere zuccheri o dolcificanti dall’altro.
  • Attenzione all’equilibrio di sapori: cercate di mettere insieme frutti dolci con frutti leggermente aspri, si bilanceranno regalandoci un mix equilibrato.
  • Eliminate i semi, i torsoli ed ogni parte rovinata o andata a male. Prestate attenzione anche ai frutti che tendono a rilasciare parecchi liquidi, perché potrebbero andare ad influenzare il sapore finale.
  • Non sottovalutate la presentazione: via libera alla creatività. Ad esempio, potete tagliare la frutta con degli stampini particolari ottenendo figure geometriche, oppure potete servirla nel mezzo guscio di una noce di cocco, dell’anguria o del melone svuotato. E così via.
  • Una volta pronta la macedonia, trasferitela in frigo per almeno 10-15 minuti. Così facendo consentirete che i succhi si liberino e i sapori si fondano.
  • Infine, personalizzatela come preferite. Potete arricchirla con scorze di agrumi, spezie, frutta secca in granella come noci o nocciole, ed ancora scaglie di cioccolato o poco liquore.
Macedonia di frutta: 6 ricette per un fine pasto salutare
Fonte: Unplash

Come non farla annerire

Una macedonia di frutta annerita non è il massimo alla vista. Come fare, quindi, per evitare tale inconveniente? Conditela con succo di limone, questo eviterà l’ossidazione dei pezzi di frutta e manterrà i loro naturali e vivaci colori, che sono una gioia per il palato. Il limone può aiutare a mantenere la macedonia fresca per ore.

Quanto tempo prima si può fare la macedonia?

Il lasso di tempo ideale è un paio di ore prima, per godere di una macedonia appena fatta ma con il vantaggio del riposo, che consente ai sapori di amalgamarsi bene. Se non avete modo di farla con tale anticipo, potete anche realizzarla la mattina per la sera, o anche la sera precedente. In questo modo, però, conservatela coperta e con tutti gli accorgimenti del caso.

Come condire la macedonia di frutta

Se la frutta è di stagione e giunta al giusto grado di maturazione inutile chiedersi come condire la macedonia, è già ottima così. Tuttavia, a chi vuole renderla ancora più gradevole, suggeriamo di utilizzare alcuni ingredienti per un condimento ottimale.

Potete ricorrere a: succo di limone, succo d’arancia, di ananas o del miele. Potete aggiungere del liquore, del vino, oppure anche lo yogurt. Optare per poco zucchero o sciroppo d’acero. Tra le erbe aromatiche che ben si sposano con la frutta abbiamo timo, rosmarino e verbena limone.

Tra le spezie citiamo il cardamomo, l’anice stellato, i chiodi di garofano ed il pepe nero.

Come si fa la macedonia di frutta: ricette

Fatte le doverose premesse, non vi resta altro da fare che cimentarvi nella preparazione di questa delizia da gustare a fine pasto o in occasione della merenda. Come si fa a fare la macedonia? Di seguito vi suggeriamo alcune ricette semplici ma particolarmente sfiziose per ogni stagione.

Macedonia di frutta: 6 ricette per un fine pasto salutare
Fonte: Unplash

Macedonia di frutta invernale

Ingredienti

  • 2 mele
  • 1 pere
  • 2 kiwi
  • 1 banana
  • 2 mandarini
  • Succo di un limone
  • 4 cucchiai di chicchi di melagrana

Preparazione

  1. Spremete il succo di limone e tenetelo da parte. Lavate tutti i frutti e tagliateli a cubetti o a rondelle, come nel caso della banana.
  2. Prelevate i chicchi dalla melagrana con un cucchiaio e uniteli alla frutta.
  3. Condite con il succo di limone e mescolate con cura in modo da fare insaporire perfettamente.
  4. Fate riposare almeno 15 minuti, quindi gustate.

Macedonia di frutta estiva

Macedonia di frutta: 6 ricette per un fine pasto salutare
Fonte: Pixabay

Ingredienti

  • 1/2 melone piccolo
  • 1 fetta grande di anguria
  • 1 banana
  • 200 g di ciliegie
  • 100 g di uva senza semi
  • 1 pesca gialla
  • 1 rametto di menta
  • 1 limone o lime

Preparazione

  1. Sbucciate i frutti che non si mangiano con la buccia, tagliateli tutti a quadratini ad eccezione delle ciliegie e dell’uva, che potrete tagliare a metà e privare dei noccioli e dei semi
  2. Tagliate le banane a rondelle. Trasferite tutta la frutta in una ciotola capiente.
  3. Spremete il limone e usate il succo per condire la frutta. Unite anche qualche foglia di menta.
  4. Trasferite la macedonia di frutta estiva in frigo per circa 15 minuti. Servitela fresca.

Macedonia di frutta sciroppata

Macedonia di frutta: 6 ricette per un fine pasto salutare
Fonte: Pixabay

Ingredienti

  • 2 pesche
  • 4 albicocche
  • ½ ananas
  • 1 lt di acqua
  • ½ kg di zucchero
  • 1 limone
  • Vaniglia o cannella

Preparazione

  1. Versate l’acqua in una pentola e accendete la fiamma. Portate a bollore e aggiungete lo zucchero. Fate bollire a lungo fino a quando il liquido non inizia a restringersi.
  2. Spegnete la fiamma e condite a piacere con vaniglia o cannella. Aggiungete quindi la frutta sbucciata e tagliata a cubetti nei vasetti di vetro sterilizzati e copriteli con lo sciroppo caldo.
  3. Avvitate i tappi, sistemate i vasetti in una pentola grande con dei canovacci e copriteli con acqua.
  4. Portate ad ebollizione e dopo 30 minuti spegnete la fiamma e fate raffreddare. Quindi trasferite in dispensa.

Macedonia di frutta primavera

Macedonia di frutta: 6 ricette per un fine pasto salutare
Fonte: Pixabay

Ingredienti

  • 1 mela
  • 1 pera tipo Williams
  • 1 banana
  • 2 kiwi
  • 150 gr fragole
  • 2 arance

Preparazione

  1. Sbucciate la mela e la pera, eliminate i torsoli e tagliatele a cubetti. Sbucciate anche il kiwi e tagliate anche questo. Lavate le fragole ed eliminate il picciolo. Tagliatele a pezzi.
  2. Riunite la frutta in una ciotola e aggiungete gli spicchi di un’arancia e la banana a rondelle.
  3. Condite con il succo spremuto di quella rimasta e mescolate bene. Fate riposare in frigorifero per almeno 20 minuti.

Macedonia di frutta esotica

Macedonia di frutta: 6 ricette per un fine pasto salutare
Fonte: Unplash

La macedonia di frutta esotica è una preparazione semplice che assicura sempre un gran successo a chi la porta in tavola. Allegra e colorata come tutte le insalate di frutta, risulta più innovativa poiché desta più curiosità rispetto a quella classica.

Ingredienti

  • 200 g di ananas fresco
  • 100 g di banana
  • 200 g di mango
  • 100 g di papaia
  • 100 ml di succo di limone

Preparazione

  1. Lavate, sbucciate e tagliate il mango e la papaia. Fate dadini piccoli e raccogliete in una ciotola ampia. Tagliate la polpa di ananas. Unite tutta la frutta e mescolate delicatamente.
  2. Condite con il succo di limone spremuto fresco, coprite e riponete in frigo fino al momento dell’uso.
  3. Unite la banana tagliata a rondelle solo pochi minuti prima del servizio: la polpa del frutto, in questo modo, rimane compatta e più gradevole alla vista.

Tra la frutta esotica vanno annoverati anche frutti che ad oggi sono considerati di uso comune: ananas e banana ad esempio. Altri frutti esotici sono il cocco, l’ananas, l’alchechengi, l’avocado, i datteri, il frutto della passione, il mango e la papaia. A tutti questi si aggiungono i meno noti, disponibili sono in alcuni negozi specializzati: guava, durian, frutto del drago, jackfruit, mangostano e tamarindo.

Macedonia di frutta alcolica

Macedonia di frutta: 6 ricette per un fine pasto salutare
Fonte: Unplash

Ingredienti

  • 1 ananas
  • 100 g di fragole
  • 100 g di lamponi
  • 100 g di mango
  • 100 g di more
  • 100 ml di succo di limone
  • 1-2 cucchiai rum

Preparazione

  1. Sbucciate l’ananas e tagliatelo a cubetti. Fate la stessa cosa con il mango. Lavate fragole, lamponi e more. Spremete il succo di limone.
  2. Riunite tutta la frutta in una ciotola capiente e conditela con il succo di limone misto al rum.
  3. Mescolate bene ma delicatamente e conservate in frigo per almeno 30 minuti. Servite con un cucchiaino.

Questa preparazione completa un pasto composto solo da un piatto unico leggero, come potrebbe essere ad esempio un cous cous con verdure e formaggio, tofu o una porzione di insalata di riso leggera, che comprenda anche una fonte di proteine.

Come si conserva la macedonia di frutta?

Per conservare al meglio la macedonia di frutta è importante seguire queste indicazioni:

  • Innanzitutto conditela con succo di limone per prevenire gli effetti dell’ossidazione.
  • Tenetela in frigo all’interno di un contenitore a chiusura ermetica o di una ciotola coperta da pellicola trasparente.
  • Usate frutta non troppo delicata, come ad esempio i frutti di bosco. Questi è preferibile unirli alla fine.
  • Tagliate la frutta a pezzi più grossi se intendete gustarla nei giorni successivi. Così facendo perderà meno succo.

Seguici anche sui canali social