Greenstyle Cani Bulldog Americano

Bulldog Americano

Bulldog Americano

Il Bulldog americano è una razza canina originaria degli Stati Uniti e non riconosciuta qui da noi né dalla FCI né dall’Enci. È una razza molossoide di grossa taglia, dall’ossatura e muscolatura imponente. Visto il carattere molossoide di base, non è adatta a tutti: è sconsigliata ai neofiti o a chi non ha avuto precedenti esperienze con questa tipologia di cane.

Storia e origini

Il Bulldog americano, o American Bulldog, discende dagli antichi molossi che i Romani usavano nei combattimenti. Da lì derivano i Bulldog che venivano usati in Gran Bretagna per fare la guardia al bestiame o alle case. L’originario Bulldog nell’Ottocento scomparve, sostituito da un cane più tozzo e atletico, quello che poi divenne noto come il Bulldog inglese.

Ma quel Bulldog originale non scomparve proprio del tutto, in quanto gli immigrati lo portarono in America. Qui la razza venne ripresa e attualmente ne esistono diverse varianti, tutte usate come cane da utilità.

Aspetto e colore del mantello del Bulldog americano

American Bulldog
Fonte: Pixabay

Il Bulldog americano è un cane di media-grossa taglia. L’aspetto è potente, forte, solido e muscoloso, con muscoli ben definiti. Tuttavia deve essere anche abbastanza agile. La testa è larga, quadrata, con guance evidenti e solco fra gli occhi. Anche collo e spalle sono potenti.

Nonostante la mole, il cane deve avere un portamento elegante e deve essere agile. Deve essere più atletico rispetto al Bulldog inglese. L’espressione è seria e decisa.

Varianti del Bulldog americano

Taglia: altezza e peso

Per quanto riguarda le dimensioni, il peso di un American Bulldog è variabile:

  • maschi: 30-58 kg
  • femmine: 27-41 kg

Andando a vedere l’altezza al garrese, invece, ecco i dati medi:

  • maschi: 50-71 cm
  • femmine: 50-61 cm

Carattere del Bulldog americano

Come carattere, ricordati sempre che stiamo parlando di un molossoide. È fondamentale che sin da cucciolo non si dimostri mai timido o aggressivo: in tal caso, sin da cucciolo, deve essere affiancato da un veterinario comportamentalista e da un educatore cinofilo.

È una razza intelligente, ubbidiente se trova un proprietario coerente e sicuro di sé. Tuttavia, essendo così intelligente, può imparare sia le cose positive che le cose negative: in caso di proprietari incerti, insicuri e inesperti è probabile che prenda il sopravvento.

Può vivere tranquillamente in appartamento, a patto di fargli fare sufficiente attività fisica per scaricare le energie in eccesso. Ha bisogno di stare a stretto contatto con la sua famiglia, con cui si dimostra estremamente protettivo.

A chi è adatto?

Qui da noi il Bulldog americano viene usato soprattutto come cane da compagnia. Tuttavia negli Stati Uniti viene regolarmente usato come cane da utilità, soprattutto come cane da caccia o come cane da guardia. Bisogna tenere dunque conto di questa sua indole quando si prende un cane di questo tipo.

Di sicuro è sconsigliato ai neofiti o alle persone che non hanno esperienze con i molossoidi. Non indicato anche per le persone che trascorrono troppe ore fuori in casa, in quanto ha bisogno del contatto con la sua famiglia.

Vista la mole e la tendenza a tirare al guinzaglio, sconsigliato anche alle persone anziane, più che altro per le dimensioni.

Alimentazione, salute e malattie

L’alimentazione del Bulldog americano non differisce da quella di altre razze di cani. Sia che si scelga un’alimentazione commerciale (crocchette e/o scatolette), sia che si scelga un’alimentazione casalinga è importante sempre acquistare cibi di qualità e bilanciati. Nel caso di un’alimentazione casalinga, è meglio optare per una razione formulata e bilanciata da un veterinario nutrizionista.

Essendo cani di grossa taglia dall’ossatura poderosa, spesso da cuccioli possono avere disturbi, soprattutto se alimentati con cibi che spingono troppo velocemente la crescita. Nel caso di particolari problemi, contatta subito il tuo veterinario.

Idem dicasi per soggetti che manifestano problemi digestivi anche collegati a forme di insufficienza pancreatica.

Malattie

Oltre alle classiche malattie che tutti i cani possono manifestare indipendentemente dalla razza e dalla taglia, nel Bulldog americano sono segnalate soprattutto patologie come:

  • displasia dell’anca
  • displasia del gomito
  • lussazione della rotula
  • ittiosi
  • Demodicosi
  • displasia renale
  • ipotiroidismo
  • prolasso della ghiandola della terza palpebra
  • entropion
  • ectropion
  • cheratocongiuntivite secca
  • atopia e allergie
  • sordità ereditaria
  • tumori (soprattutto ossei)

Dove trovare un American bulldog

American Bulldog, cucciolo
Fonte: Pixabay

Puoi trovare un cucciolo di Bulldog americano presso allevamenti o privati che fanno cucciolate. Prova anche a cercare presso le Rescue che si occupano del recupero di specifiche razze o di molossoidi.

Ricordati sempre che quando prendi un cucciolo, deve avere il microchip già inserito a nome del proprietario della fattrice. Sarà poi quest’ultimo a procedere col passaggio di proprietà. Per la legge italiana, infatti, nessun cane può essere ceduto, regalato o venduto se sprovvisto di microchip.

Quanto costa un cucciolo di Bulldog americano

Il costo di un cucciolo di Bulldog americano varia parecchio. Si parte dai 600-700 euro e si va in su, in quanto il prezzo dipende dalla linea di sangue e dalla variante prescelta.

Curiosità

Ecco alcune piccole curiosità sul Bulldog americano:

  • Questa razza ha diverse varianti. Il Bulldog americano Johnson o Bully è quello selezionato da JD Johnson. Questa variante è maggiormente simile all’originario Bulldog inglese da cui discende e ricorda di più un Boxer o un Bullmastiff. Purtroppo questa linea spesso manifesta problemi di displasia dell’anca. Esiste poi anche il Bulldog americano Scott o Standard, quello selezionato da Allen Scott. L’aspetto è più simile a un Pitbull e viene utilizzato come cane da utilità
  • Esiste il Bulldog americano gigante? No, esistono solamente cani fuori standard troppo grandi
  • La durata di vita media è di 10-15 anni

Perché prendere un Bulldog americano?

Prima di prendere un Bulldog americano, assicurati di aver capito perfettamente con che razza avrai a che fare. È un cane leale e fedele, molto protettivo, che può dare grandi soddisfazioni, ma solo se gestito da mani consapevoli. Se hai deciso di prendere un cucciolo di questa razza, il consiglio è quello di affidarti sin da subito a un educatore cinofilo. E ricordati che è un molossoide: quando supererà l’anno di età, tirerà fuori di punto in bianco il carattere da adulto. Il che vuol dire che dovrai ricominciare ad educarlo da zero.

Seguici anche sui canali social