Greenstyle Ambiente Animali Cani a pelo lungo: guida alla cura

Cani a pelo lungo: guida alla cura

Cani a pelo lungo: guida alla cura

Ci sono parecchie razze di cani a pelo lungo: ce ne sono di taglia piccola, di taglia media e di taglia grande. Ciascuna di esse richiede una toelettatura particolare, a seconda anche del tipo di pelo. Però tutte sono accomunate dal fatto di essere estremamente affascinanti, sebbene richiedano maggiori attenzioni giornaliere.

È il prezzo da pagare per mantenere il mantello privo di nodi e per eliminare dal folto mantello rametti, foglie o insetti che potrebbero rimanervi incastrati. Una curiosità per iniziare, qual è la razza di cane a pelo più lungo al mondo? In molti sostengono che sia il Puli ungherese la razza più pelosa al mondo.

Tipi di pelo del cane

Cani a pelo lungo, Komondor

Il mantello dei cani è composto solitamente dal pelo di copertura e dal sottopelo (questo a volte assente o molto ridotto).

A seconda del tipo di tessitura del pelo possiamo avere:

  • duro o ruvido: il pelo di copertura è duro, corto e ruvido, mentre il sottopelo è folto
  • ispido: il pelo di copertura si presenta irto e ruvido, mentre il sottopelo è corto e folto
  • semiduro o semiruvido: è un mix fra pelo liscio e ruvido con pelo che può essere corto, medio e lungo, mentre il sottopelo è fine e spesso
  • lanoso: pelo poco brillante e estremament fitto
  • setoso: il pelo è molto sottile e morbido
  • liscio o corto: pelo corto e brillante, presenza o meno di sottopelo
  • riccio: il pelo di copertura forma veri e propri ricci e non fa la muta, perdendo così poco pelo

A seconda della lunghezza, invece, abbiamo:

  • lungo: il pelo di copertura è lungo (oltre i 7 cm), mentre il sottopelo varia da scarso a folto. Il pelo varia dal liscio al cordato
  • semilungo: il pelo è lungo dai 4 ai 7 cm. Il tipo di pelo varia dal setoso all’ondulato, con pelo solitamente sottile
  • corto: pelo lungo da 15 mm a 4 cm. I peli sono lisci, dritti e duri
  • raso: pelo lungo da 5 a 15 mm. I pelo sono molto sottili, corti e fitti, un poì più spessi in alcune razze
  • nudi: sono cani privi di pelo o con pochissimo pelo. La cute solitamente è scura e la pelle è morbida

Il pelo può poi essere ondulato, formare corde, etc.

Tipi di pelo lungo del cane

Chihuahua pelo lungo

Se parliamo nello specifico di cani a pelo lungo, questo può essere liscio, riccio o ondulato, come ruvido, setoso, lanoso. Ecco i principali tipi di pelo lungo:

  • presenza di scriminatura centrale: la scriminatura corre lungo tutta la schiena. Quando li si spazzola bisogna tenere conto di questo fattore. Fra le razze con questo tipo di pelo lungo troviamo il Maltese, lo Shih-Tzu, o Skye Terrier, il Lhasa Apso o anche il Levriero Afghano
  • assenza di scriminatura centrale: in questo caso il pelo non ha nessuna scriminatura. Fra le razze annoveriamo il Chow Chow, il Cocker Spaniel, il Volpino, il Pechinese, il Terranova, il Bearded Collie, il Bobtail, il Samoiedo o anche il San Bernardo a pelo lungo
  • con sottopelo: si tratta dei cani con doppio mantello. Quello di copertura è solitamente lungo e impermeabile, mentre il sottopelo è corto e spesso. Il vantaggio di questo tipo di pelo è che permette al cane di sopportare i rigori dell’inverno e lo mantiene anche fresco d’estate. Lo svantaggio è che quando questo tipo di pelo si bagna, il cane puzza un po’ di più. È il mantello tipico anche dei cani d’acqua. Fra le razze di cani con questo mantello abbiamo il Labrador Retriever, il Golden Retriever, il Terranova, il Bearde Collie, il Bobtali, il Corgi, il Border Collie, il Pastore della beauce, il Pastore Tedesco, l’Husky, l’Alaskan Malamute, il Samoiedo, il Volpino, il Chow Chow, lo Shih Tzu o lo Yorkshire Terrier
  • con pelo setoso: il pelo tende a essere lungo, morbido e lucente come seta. Fanno parte di questo gruppo cani come il Setter Irlandese, il Cocker Spaniel o il Levriero Afghano
  • pelo a corde: sono i classici cani “rasta”. Questo mantello è noto in quanto in esso si incastra di tutto. Il pelo è lanoso e spesso, mentre il sottopelo è ruvido e ispido. Unendosi insieme forma i dreadlock caratteristici (che non vanno spazzolati, anche se bisogna evitare che si formino nodi e ammassi di pelo troppo grossi). Fra le razze con questi tipi di pelo abbiamo il Pastore Bergamasco, il Puli o il Komondor
  • pelo riccio: il mantello è riccio, fine e fitto. Fra di essi abbiamo il Barboncino, l’American Water Dog o il Lagotto. Ci sono poi varianti frisé, cioè ondulate senza formare ricci veri e propri, come il Bichon Frisé

Principali razze di cani a pelo lungo

Ci sono razze di cani a pelo lungo in cui il pelo lungo è l’unica varietà permessa dallo standard di razza. E poi ci sono alcune razze di cani in cui è concessa sia la variante a pelo corto che la variante a pelo lungo. Vuoi subito degli esempi? Eccoli: il Bassotto può essere sia a pelo corto che a pelo lungo (o a pelo ruvido se per questo). Ma anche il San Bernardo esiste nella varietà a pelo corto e nella varietà a pelo lungo.

Razze di cani a pelo lungo di taglia piccola

Cani a pelo lungo, Barboncino

Queste sono alcune razze di cani a pelo lungo di taglia piccola:

  • Barboncino
  • Bassotto a pelo lungo
  • Bedlington terrier
  • Bichon Frisé
  • Bolognese
  • Cavalier King Charles Spaniel
  • Cane da Pastore delle Shetland
  • Chihuahua a pelo lungo
  • Cocker Spaniel
  • Coton de Tulear
  • Maltese
  • Papillon
  • Pechinese
  • Shih Tzu
  • Volpino
  • Yorkshire Terrier
  • West Highland White Terrier

Razze di cani a pelo lungo di taglia media

Cani a pelo lungo taglia media

Queste sono alcune razze di cani a pelo lungo di taglia media:

  • Bearded Collie
  • Border Collie
  • Collie
  • Pastore Australiano
  • Samoiedo
  • Setter inglese
  • Setter irlandese
  • Siberian Husky

Razze di cani a pelo lungo di taglia grande

Cani a pelo lungo taglia grande

Queste sono alcune razze di cani a pelo lungo di taglia grande:

  • Alaskan Malamute
  • Akita Inu
  • Bobtail
  • Bovaro del Bernese
  • Briard
  • Cane da Pastore Bergamasco
  • Cane da Pastore Maremmano-Abruzzese
  • Cani da Pastore dei Pirenei
  • Chow Chow
  • Golden Retriever
  • Komondor
  • Levriero Afghano
  • Pastore Belga
  • Cane da Pastore Bergamasco
  • Pastore del Caucaso
  • Pastore Tedesco a pelo lungo
  • San Bernardo a pelo lungo
  • Terranova
  • Tibetan Mastiff

Come prendersi cura dei cani a pelo lungo?

Bassotto pelo lungo

Il prendersi cura dei cani a pelo lungo è, naturalmente, più impegnativo rispetto ai cani a pelo corto e liscio. Soprattutto per razze molto particolari, è meglio evitare il fai-da-te e rivolgersi a toelettatori esperti per quella razza.

Il rischio, infatti, è quello di prendersi cura del loro mantello in maniera sbagliata, finendo col far perdere le sue caratteristiche peculiari. Facciamo un esempio: è possibile spazzolare i cani “rasta” solamente da cuccioli, finché non formano i dreadlock. Una volta formati, questi non vanno spazzolati, altrimenti il mantello perde le sue caratteristiche.

Come lavare i cani a pelo lungo

Bisogna lavarli con la giusta frequenza, né troppo spesso (a meno che il cane non soffra di particolari patologie dermatologiche che richiedono bagni frequenti con prodotti medicati specifici, ma in questo caso sarà il tuo veterinario a indicarti la frequenza giusta), né troppo raramente.

Bisogna anche sfatare un mito. Molti proprietari sono convinti che se il loro cane a pelo lungo ha formato nodi, basti fargli un bagno per eliminare questi nodi. Non è assolutamente vero, il lavaggio non scioglie magicamente il nodo.

Si possono tosare i cani a pelo lungo?

Per quanto riguarda il tosare i cani a pelo lungo, molto dipende dalla razza, dal tipo di pelo e dall’utilizzo del cane. Va da sé che razze a pelo lungo che devono fare mostre ed esposizioni non debbano essere tosate, ma solo spazzolate o toelettate così come richiede lo standard.

Cani che non fanno esposizione, invece, possono essere tosati, ma attenzione, anche qui dipende dalla razza. In alcune di esse, infatti, la tosatura potrebbe rovinare le caratteristiche naturali del pelo e non è detto che quando il pelo ricresce, ritorni come da standard.

Un altro dettaglio: ci sono alcune razze in cui è possibile che il pelo non ricresca una volta tosato corto. Si tratta dei cani che soffrono della cosiddetta alopecia da tosatura. Molto spesso questa mancata ricrescita la si vede nei cani nordici come il Siberian Husky o l’Alaskan Malamute, in razze come l’Akita inu e lo Shiba Inu e anche nel Terranova.

I cani a pelo lungo perdono più pelo degli altri?

I cani a pelo lungo perdono più pelo degli altri? Beh, no, in realtà dipende dalla razza. Per esempio i cani a pelo lungo e riccio perdono pochissimo pelo. Per contro i cani a pelo lungo perdono il pelo durante la muta esattamente come i cani a pelo corto. In realtà, a dire il vero, è più facile raccogliere il pelo lungo lasciato in giro che il pelo corto.

Cosa fare quando fa troppo caldo d’estate?

E d’estate cosa fare quando fa troppo caldo? Anche qui dipende dalla tipologia del pelo: per alcune razze è previsto che lo si possa accorciare un po’, per altre no. L’importante è non tosare mai troppo corto il pelo.

Un errore comune, infatti, è quello di credere che il cane a pelo lungo soffra eccessivamente il caldo a causa del pelo. In realtà il mantello aiuta il cane a sopportare meglio le alte temperature. Cani tosati troppo corti perdono la protezione garantita dal mantello e sono più a rischio di colpi di calore e di scottature solari.

Come toelettare i diversi tipi di pelo lungo del cane

I cani a pelo lungo con scriminatura, come accennato prima, andrebbero spazzolati e pettinati regolarmente seguendo il senso della scriminatura. Stesso dicasi per i cani senza scriminatura, devono essere spazzolati minimo una volta al giorno per evitare che si formino ammassi di nodi di grosse dimensioni che danneggiano poi anche la cute sottostante provocando dermatiti.

I cani a pelo lungo con doppio mantello potrebbe essere necessario tosarli leggermente d’estate. Ma senza tagliare il pelo troppo corto.

I cani con pelo lungo setoso devono essere spazzolati tutti i giorni, proprio per evitare che si formino nodi e rasta. I cani rasta, invece, non devono essere spazzolati, i dreadlock si scioglierebbero e non si riformerebbero più.

Però, tutti i giorni, bisogna togliere i nodi con le dita, eliminare tutti i corpi estranei che si incastrano nel pelo. Non è bello, infatti, vedere Pastori Bergamaschi o Komondor pieni zeppi di foglie, rametti e ogni genere di corpo estraneo che si incastra nel pelo. Se prendi una razza del genere, devi anche mettere in conto di doverle dedicare parecchio tempo tutti i giorni per la pulizia, altrimenti prendi una razza a pelo corto.

Per i cani a pelo riccio o ondulato, invece, le cose si complicano perché ogni razza richiede una modalità di toelettatura particolare. Per esempio, toelettare un Barboncino non è la stessa cosa che toelettare un Lagotto. Potrebbero, poi, essere richiesti più di un tipo di spazzola. Per il Barboncino servono almeno un cardatore, per eliminare anche il pelo morto e un pettine a denti larghi.

Seguici anche sui canali social