Greenstyle Cani Levriero Afgano

Levriero Afgano

Levriero Afgano

Il Levriero Afgano è una razza canina molto elegante, dal costo di acquisto molto elevato e di non facile reperimento qui da noi in Italia. Si tratta di un levriero caratterizzato da un pelo molto lungo. Noto anche in patria con il nome di Tazi Spay, talvolta troviamo il nome scritto con la grafia LEvriero Afghano.

Ma andiamo a conoscerlo meglio.

Storia e origini

Levriero Afgano nero e bianco

Il Levriero Afgano è una razza dalle origini antichissime. Sue tracce se ne trovano già in Afghanistan intorno al 2000 a.C. Originariamente veniva utilizzato come cane da caccia per grandi mammiferi. Si pensa che i suoi antenati arrivarono dall’Asia centrale.

In Europa arrivò solamente alla fine del XIX secolo grazie ai soldati inglesi che tornavano in patria dopo le Guerre Anglo-Afgane. Non molto diffusa qui da noi, attualmente non viene più allevata a scopo venatorio, ma solo come cane da compagnia e da esposizione.

Aspetto e colore del mantello del Levriero Afgano

Levriero Afgano aspetto

Il Levriero Afgano è la razza n. 228 della FCI. Originaria dell’Afghanista, ma con patronato della Gran Bretagna, viene utilizzata come levriero. Fa parte del Gruppo 10 – Levrieri, Sezione 1 – Levrieri a pelo lungo o frangiato (senza prova di lavoro).

È un cane dall’aspetto forte, dignitoso ed elegante, veloce e potente allo stesso tempo. La testa viene portata con fierezza, quasi fosse consapevole della sua nobiltà.

Standard di razza del Levriero Afgano

Questo è lo standard di razza Enci del Levriero Afgano:

  • Testa: cranio lungo, non troppo stretto e con occipite prominente. Deve essere sormontato da un lungo ciuffo. Lo stop è leggero, il tartufo preferibilmente nero (concesso il color fegato nei cani a mantello chiaro). Il muso è lungo con mascelle potenti e chiusura a forbice (la chiusura a tenaglia è tollerata). Gli occhi devono essere scuri, ma non è comunque vietato il colore dorato. La forma è quasi triangolare. Le orecchie sono attaccate basse e all’indietro: devono essere ricoperte di pelo lungo e serico
  • Collo: lungo, forte
  • Corpo: dorso dritto e muscoloso, rene dritto e largo, groppa che discende leggermente fino alla coda, ossa iliache evidenti, torace con coste ben cerchiate
  • Coda: non troppo corta, dall’attaccatura bassa e con anello all’estremità. Deve avere poche frange
  • Arti: anteriori con spalla lunga, obliqua, muscolosa e forte, braccio lungo e obliquo, gomiti mai deviati, avambraccio dritto dalla buona ossatura, metacarpi lunghi, piedi forti, grandi e ricoperti di pelo lungo e spesso. I posteriori sono potenti, lunghi fra anca e garretto, ginocchio ben angolato e piedi posteriori un po’ meno lunghi degli anteriori, ricoperti di pelo lungo e spesso e con dita arcuate
  • Andatura: elastica e di classe

Colore del mantello del Levriero Afgano

Il pelo del Levriero Afgano deve essere lungo e fine sul costato, ma nei cani grandi è più corto e fitto dietro le spalle e sulla sella. Negli adulti il pelo è lungo sulla fronte per formare un ciuffo, ma sul muso è corto. Orecchie e zampe sono ricoperte di pelo. I metacarpi possono non avere pelo.

Come colori del mantello, sono tutti ammessi.

Taglia: altezza e peso

Come taglia, l’altezza al garrese deve essere:

  • maschi: 68-74 cm
  • femmine: 63-69 cm

Lo standard di razza non parla del peso del Levriero Afgano, ma deve essere:

  • maschi: 26-34 kg
  • femmine: 26-34 kg

Difetti

Qualsiasi deviazione dallo standard deve essere considerata un difetto. Fra i difetti eliminatori abbiamo:

  • cani aggressivi o eccessivamente timidi
  • qualsiasi evidente anomalia fisica o comportamentale

Carattere del Levriero Afgano

Levriero Afgano corre

Da standard di razza, il carattere del Levriero Afgano viene descritto come fiero, dignitoso, dallo sguardo penetrante. È un cane molto riservato e scarsamente espansivo (cosa che talvolta rende difficile capirlo) e ha un’aggressività intensa.

È una razza tranquilla, permalosa e orgogliosa, talvolta dominante. Con il suo proprietario si dimostra dolce e affettuoso, ma non dà confidenza agli estranei, tende a stare sulle sue. Non è una razza delle più facili da educare e addestrare in quanto tende a essere molto indipendente e a fare di testa sua.

Nonostante il mantello, tende a soffrire molto il freddo, per cui è consigliabile farlo vivere in casa. Se non educato e socializzato bene, può diventare mordace.

Occhio che ogni tanto si ricorda di essere un cane da caccia e può decidere di scappare via molto velocemente. Ha bisogno di fare abbondante attività fisica tutti i giorni.

A chi è adatto?

Il Levriero Afgano non è una razza consiglia ai neofiti e a chi è alle prime esperienze con i cani. Essendo molto difficile da educare e addestrare, indipendente e poco espansivo, in mani insicure e inesperte potrebbe trasformarsi in un cane mordace, difficile da gestire.

Poco adatto, anche, a chi ha gatti o altri animali. Se si ricorda di essere un cane da caccia, potrebbe partire all’inseguimento.

Non adatto anche ai proprietari pigri e con poco tempo da dedicare al cane: ha bisogno di fare parecchia attività fisica tutti i giorni. Perfetto, invece, per chi cerca un maestoso ed elegante cane da esposizione.

Alimentazione, salute e malattie

L’alimentazione del Levriero Afgano non richiede particolari accortezze rispetto a quelle di altri cani della medesima taglia. Sia che tu scelga un’alimentazione commerciale (crocchette e/o scatolette), sia che tu scelga un’alimentazione casalinga (mi raccomando: non avanzi da tavolo, ma casalinga studiata ad hoc per soddisfare le esigenze nutrizionali del cane), chiedi consiglio al tuo veterinario.

Nel caso di soggetti con allergie/intolleranze alimentari o particolari problematiche gastroenteriche, epatiche o renali, bisognerà curare con maggior attenzione la dieta.

Malattie

Oltre alle classiche malattie che tutti i cani possono sviluppare indipendentemente dalla razza o dalla taglia, ecco che nel Levriero Afgano vediamo spesso patologie come:

  • displasia dell’anca
  • displasia del gomito
  • complesso della dilatazione/torsione dello stomaco
  • cataratta
  • ipertermia maligna
  • polineuropatia
  • patologie cardiache
  • chilotorace
  • tumori

Attenzione poi che i levrieri, in generale, possono avere parametri ematici leggermente differenti rispetto alle altre razze. Per esempio la creatinina tende a essere più alta rispetto a quella di altre razze. Idem dicasi per il numero di globuli rossi e per i valori degli ormoni tiroidei: sono fisiologicamente più bassi, quindi bisogna non scambiare tali valori per ipotiroidismo.

Dove trovare un Levriero Afgano

Levriero Afgano testa

Puoi trovare cuccioli di Levriero Afgano in vendita presso allevamenti professionali, allevamenti amatoriali o provare anche con privati che fanno cucciolate. Tuttavia non è una razza molto diffusa qui da noi.

Difficile che tu riesca a trovare Afgani nei canili o nei rifugi. L’alternativa è quella di provare presso le Rescue che si occupano del recupero dei levrieri. Se trovi annunci online, assicurati solamente di scegliere siti sicuri e affidabili.

Poi ricorda che in Italia non si possono vendere, cedere o regalare cani sprovvisti di microchip. Il chip deve essere applicato entro i 60 giorni di vita del cucciolo, intestato a nome del proprietario della fattrice. Costui provvederà poi a effettuare il passaggio di proprietà a nome del nuovo proprietario.

Quanto costa un cucciolo di Levriero Afgano

Il costo di un cucciolo di Levriero Afgano non è certamente economico: non è una razza molto diffusa e il suo prezzo di acquisto iniziale è parecchio alto, siamo sui 2.500-3.000 euro, ma gli Oyster arrivano anche a superare i 5.000 euro. Considera poi che il prezzo potrebbe essere più elevato in caso di linee di sangue, genealogie e colori di mantello particolari.

Ricordati sempre che per essere sicuro che quel cane sia davvero un Levriero Afgano deve esserti venduto insieme al Pedigree. Per la legge italiana, nessun cane può essere venduto come appartenente a una certa razza se sprovvisto di Pedigree.

Cani senza Pedigree possono essere venduti, ma non come cani di razza, bensì come cani che fenotipicamente assomigliano a quella razza, ma che non possono essere definiti di razza perché non hanno il Pedigree. Quindi in tal caso dovrebbero essere venduti anche a prezzi inferiori.

Curiosità

Ecco alcune piccole curiosità sul Levriero Afgano:

  • Non esiste il Levriero Afgano nano: lo standard di razza parla di un’unica varietà per quanto riguarda le dimensioni. Se vuoi un levriero più piccolo, meglio se ti rivolgi ad altre razze. Anche perché gli unici motivi per cui potresti trovare un Levriero Afgano nano sono o cani frutto di incroci o selezioni non corrette oppure soggetti affetti da nanismo
  • Non esiste neanche il Levriero Afgano a pelo corto: lo standard specifica che questa razza deve avere il pelo lungo. Se vuoi un levriero a pelo corto, ci sono diverse altre razze di levrieri che soddisfano questo tuo desiderio, ma non certo l’Afgano
  • Con il termine di Levriero Afgano Oyster si indica quello con muso chiaro, mantello bianco e orecchie di colore dal nocciola all’avorio. Essendo una delle colorazioni più ambite, il prezzo di un esemplare potrebbe tranquillamente arrivare a 5.000 euro o più
  • La durata di vita media di un Levriero Afgano è di 12-14 anni
  • Come tutti i levrieri, ha pochissimo odore di “cane” (nelle zone desertiche in cui è nata la razza sarebbe stato uno svantaggio)
  • Qualcuno si domanda quante ore al giorno dorma un Levriero Afgano. Rispetto ad altri levrieri è maggiormente attivo, ma molto dipende da quanta attività fisica gli facciamo fare noi. Comunque sia i cani sono in grado di dormire o sonnecchiare anche 12-14 ore al giorno
  • Per toelettare un Levriero Afgano, ti consigliamo di rivolgerti a un toelettatore esperto della razza
  • Uno dei cani della Barbie era proprio un Levriero Afgano
  • La leggenda narra che due esemplari di Levrieri Afgani fossero presenti sull’arca di Noè

Perché prendere un Levriero Afgano?

Il Levriero Afgano è un cane dal portamento nobile, dallo sguardo fiero e dallo scatto fulmineo. Tuttavia è anche alquanto cocciuto e indipendente, cosa che lo rende un tantino difficile da educare, specie se finisce nelle mani di persone poco esperte. In questo caso ti consigliamo sempre di affidarti a un educatore cinofilo: meno errori farai nella sua educazione da cucciolo e meno problemi avrai in futuro.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Cani a pelo lungo: guida alla cura
Animali

Ecco alcune razze di cani a pelo lungo: ne trovi di taglia piccola, di taglia media e di taglia grande. Qualche consiglio su come curarli e spazzolarli.