Lo zaffiro, in tutte le sue sfumature celesti, è una pietra di saggezza, regalità, profezia e favore divino. Usato spesso come talismano, il cristallo è stato sempre scelto per preservare la purezza, per scoprire frodi e tradimenti, per proteggere chi lo indossa. Ed è tuttora una pietra nobile di apprendimento, acutezza mentale, attivazione psichica e ricerca spirituale.

Il suo colore blu porta ordine e guarigione per la mente, donando forza e attenzione, oltre che la capacità di vedere oltre le apparenze superficiali, utilizzando una conoscenza più approfondita. Stimola il chakra della gola e quello del terzo occhio, permettendo di accedere a livelli più profondi di coscienza al fine di ottenere una maggiore comprensione di sé. Associato al pianeta Saturno, in cristalloterapia migliora l’autodisciplina e aiuta a materializzare gli obiettivi che ci si è prefissati.

Il minerale è una varietà di corindone, ovvero un’ossido di alluminio. Il blu è considerato il principale colore dello zaffiro, anche se in realtà si può trovare in molte altre tonalità. Il nome “zaffiro” deriva dal latino “sapphirus”, dal greco “sappheiros” e dal sanscrito “sanipryam”, che significa appunto pietra blu. Si pensa che gli attuali lapislazzuli in passato venissero proprio indicati come zaffiri.

Varie tonalità di zaffiro

Questo articolo parla soprattutto delle proprietà generali dello zaffiro blu. Tuttavia tutti gli zaffiri sono pietre di saggezza, i singoli colori ne aggiungono diverse sfumature.

  • Zaffiro nero: porta ad avere fiducia nel proprio intuito e nella propria saggezza. Protegge, allevia ansia e dolore ed è un talismano utile quando si sta cercando lavoro;
  • Zaffiro verde: porta saggezza, fedeltà e integrità. Incoraggia la compassione per gli altri, migliora il ricordo dei sogni;
  • Zaffiro arancione o Padparadscha: stimola la voglia di parlare al mondo direttamente dal proprio cuore. Unisce creatività e spiritualità: non a caso è un talismano utile agli artisti, agli scrittori e ai cantanti;
  • Zaffiro rosa: alimenta la saggezza della resilienza. Stimola le emozioni e favorisce l’amore, il perdono e il dimenticare il passato. Aumenta l’accettazione e la forza dei sentimenti;
  • Zaffiro violetto: rafforza la saggezza del risveglio spirituale. Stimola la meditazione, vibra con il chakra della corona e permette alla Kundalini di salire senza ostacoli. Favorisce unione e pace;
  • Zaffiro bianco: porta saggezza e forza d’animo, aiutando a trovare dentro di sé la soluzione migliore per superare i difficili ostacoli che si incontrano nel proprio cammino spirituale. Conferisce alla mente una grande chiarezza e migliora la comunicazione con il Sé superiore;
  • Zaffiro giallo: porta saggezza e prosperità. Oltre che a un aumento di introiti economici, fa ambire a una maggiore volontà di creare nuove soluzioni che facciano raggiungere ambizioni e obiettivi.

Usi e obiettivi dello zaffiro blu

Lo zaffiro è eccezionale per calmare la mente, favorendo il rilascio di tensione dovuto a pensieri indesiderati. Incoraggia l’intuizione, portando leggerezza, gioia ed equilibrio. Lo zaffiro blu è utilissimo per crescere dal punto di vista spirituale e per aumentare l’autodisciplina, soprattutto nelle attività quotidiane che richiedono attenzione. Inoltre, dona molto supporto professionale, stimola l’ingegno e la saggezza e aumenta il buon senso nello svolgere la propria professione.

È una pietra simbolo di integrità, per cui è molto efficace per la risoluzione rapida e positiva di questioni giuridiche o in qualche modo collegate alla giustizia. Lo zaffiro blu, ancora, è una pietra di amore, impegno e fedeltà, tanto che può essere utilizzata negli anelli di fidanzamento.

10 novembre 2014
Lascia un commento