Greenstyle Benessere Rimedi naturali Uva spina: proprietà e 3 ricette

Uva spina: proprietà e 3 ricette

Uva spina: proprietà e 3 ricette

Fonte immagine: Pixabay

Ricca di vitamine, sostanze antiossidanti e minerali, l’uva spina è il frutto della pianta “Ribes Grossulariacee”, appartenente al genere Ribes e membro della famiglia delle Grossulariaceae. Questa pianta, nota non a tutti, produce dei frutti simili a degli acini d’uva, ricoperti da una leggera peluria e caratterizzati da un colore verde che tende al rosso, una volta giunta a piena maturazione.

L’uva spina è nota anche con altri nomi. Potresti trovarla al mercato o al supermercato con il nome di uva spinella, crispa, uva marina e uva spina selvatica o selvaggia.

Uva spina: sapore

Ma che gusto ha l’uva spina? E cos’ha di tanto particolare e di diverso rispetto agli altri frutti?

Questo particolare regalo di Madre natura ha un gusto molto caratteristico, francamente non apprezzato da tutti.

L’uva spinella ha infatti un sapore dolciastro e leggermente acidulo, che può ricordare per certi versi quello di un acino d’uva non ancora maturo.

Il sapore ottimale si ottiene solo quando il frutto è completamente maturo. Peraltro, oltre che per il gusto sgradevole, l’uva spina acerba andrebbe evitata perché potrebbe provocare dei disturbi allo stomaco.

Per questo motivo, ti consigliamo di attendere che sia completamente matura prima di mangiarla.

Proprietà nutrizionali

uva spina
Fonte: Pixabay

Oltre che per il suo sapore e per le sue caratteristiche, l’uva spinella è nota anche per le sue proprietà nutrizionali e per gli effetti benefici che sembra in grado di apportare alla nostra salute.

Come molti altri frutti e bacche, anche l’uva spinella ha un basso contenuto di calorie. In 100 grammi si trovano infatti solamente 44 calorie.

Il frutto rappresenta anche un’ottima fonte di fibre, di sostanze antiossidanti, vitamine, soprattutto vitamina A, vitamina C e alcune vitamine del gruppo B e di minerali.

In particolar modo, ogni chicco di uva apporta:

Il frutto rappresenta anche una sorprendente fonte di polifenoli, come flavoni, tannini e antocianine, in grado di esercitare effetti antiossidanti e antinfiammatori.

A cosa fa bene l’uva spina?

Fonte: Pixabay

Come si evince semplicemente osservandone il profilo nutrizionale, l’uva spina può regalare numerosi benefici alla nostra salute.

Le sostanze antiossidanti in essa contenute, ad esempio, possono aiutare a ridurre il rischio e in alcuni casi la progressione di svariate malattie, come quelle cardiache, alcuni tumori, il diabete di tipo 2, ma anche malattie legate all’invecchiamento e condizioni neurologiche.

Ma scopriamo più nel dettaglio quali sono i benefici dell’uva spina.

Effetti anticancro

Si ritiene che un regolare consumo di bacche, comprese quelle di uva spinella, possa apportare fitonutrienti e composti antiossidanti in grado di ridurre il rischio di sviluppare alcuni tipi di cancro.

Proprietà immunostimolanti

Questo frutto, proprio come molti altri alimenti di origine vegetale, è anche in grado di stimolare le difese immunitarie e può quindi tenere alla larga malattie e infezioni.

Effetti disintossicanti

L’uva spinella è considerata un valido alleato per purificare l’organismo ed eliminare i metalli pesanti dal corpo.

Benefici anche per le ossa

La presenza di calcio e di altri minerali e vitamine rende questo frutto un ottimo amico per la salute delle tue ossa, tenendo alla larga il rischio di fratture e osteoporosi.

Migliora la salute del fegato

Un consumo regolare di uva spinella può supportare le funzioni del fegato, aiutando – come già visto – ad eliminare le sostanze tossiche che si accumulano nell’organismo.

Migliora i livelli della glicemia

L’uva spina aiuta anche a tenere sotto controllo i livelli della glicemia, grazie alla presenza di fibre, che rallentano l’assorbimento degli zuccheri nel sangue. Ciò rappresenta un grande vantaggio per i soggetti con diabete.

Effetti diuretici

Si ritiene che il succo di uva spina, a breve vedremo come prepararlo, possa esercitare degli effetti diuretici e drenanti. In più, questo frutto ha anche un alto potere dissetante, per cui sarà molto utile per combattere la sete, specialmente in estate.

Migliora la digestione

Questo piccolo ma straordinario frutto si è rivelato benefico anche per la salute dello stomaco, aiutando a migliorare le funzioni dell’intestino e la digestione.

Fa bene anche alla linea

Infine, le fibre di cui l’uva spina è ricca favoriscono un senso di sazietà e migliorano le funzioni digestive, portando quindi a mangiare meno e in maniera più equilibrata e sana.

Uva spina: ricette

Fonte: Pixabay

A questo punto conosciamo tutti i benefici di questo particolare frutto, ma esattamente come si mangia l’uva spina?

Proprio come faresti con qualsiasi altro tipo di bacca, puoi aggiungere questo alimento alle tue macedonie, oppure puoi gustare l’uva spina con una tazza di yogurt e cereali.

L’uva spinella, anche detta “crispa”, sarà ottima anche nelle insalate, in accompagnamento a secondi piatti di carne e pesce. In più, puoi usare questo frutto per preparare succhi, marmellate e un gustoso chutney. Rimbocchiamo le maniche dunque, e mettiamoci subito ai fornelli.

Succo di uva spina

Se hai trovato dell’uva spina fresca, uno dei modi migliori per consumarla e trarne tutti i benefici consiste nel trasformarla in un delizioso succo, da bere al mattino per disintossicare il corpo.

Per farlo, ti basterà pestare l’uva spina con uno schiaccia-carne, filtrarla con un colino o uno scolapasta, in modo da eliminare le bucce e i semini. Per comodità potresti utilizzare anche un estrattore. Quindi, versa la spremuta in un bicchiere, aggiungi dell’acqua e dello zucchero a piacere, ecco pronta una bevanda amica della salute.

Chutney di uva spina

Prepariamo adesso un chutney sfizioso e diverso dal solito. Per chi non lo sapesse, questo condimento, fatto con frutta, spezie e verdure, si abbina sia a piatti a base di carne che di pesce. Per la preparazione del nostro chutney di uva spina serviranno pochi ingredienti e pochissimi passaggi.

Ingredienti

  • Uva spinella: circa un chilo e mezzo
  • Cipolle rosse: 2 di medie dimensioni
  • Semi di senape: 2 cucchiaini
  • Alloro: 2 foglie grandi
  • Un cucchiaino di sale
  • Zucchero: 650 grammi
  • Aceto: 300 ml

Procedimento

Il procedimento da seguire è rapidissimo. Ti basterà versare tutti gli ingredienti in una grande pentola, lasciando da parte circa un terzo dell’uva spina. Fai cuocere il tutto a fiamma media fin quando non si sarà sciolto lo zucchero, quindi lascia cuocere per altri 30 minuti senza coperchio, mescolando in modo che non si attacchi al fondo della pentola.

Aggiungi la restante uva nella pentola e prosegui la cottura per altri 10-15 minuti. Dopodiché, il chutney sarà pronto.

Marmellata di uva spina

La marmellata è considerata una delle ricette con uva spina più famose in assoluto. Anche questa volta i passaggi per la preparazione sono pochissimi. Vediamo come procedere.

Ingredienti

  • Uva spina: mezzo kg
  • Zucchero: 200 gr.

Procedimento

Dopo aver lavato e pulito l’uva spinella, privandola dei semi e delle parti più dure, versala in una pentola e aggiungi lo zucchero insieme a circa 2 cucchiai di acqua. Lascia cuocere a fiamma bassa eliminando regolarmente la schiuma che si verrà a formare sulla superficie.

Se necessario, aggiungi altra acqua durante la cottura. Quando la marmellata si sarà addensata, schiacciala con un passaverdure con fori piccoli e passala al setaccio per eliminare le bucce. Quindi, riportala sul fornello per ultimare la cottura. Quando avrai ottenuto la consistenza che preferisci, trasferisci la marmellata nei vasetti sterili.

Uva spina: dove si compra?

Puoi acquistare questo frutto al supermercato o presso i negozi di ortofrutta più forniti. Inoltre, puoi acquistare il succo di uva spina nei negozi e nei supermercati on line. Il prezzo dell’uva spina al kg è di circa 5 euro.

Controindicazioni

Fonte: Pixabay

Prima di cimentarti nella preparazione del succo o della marmellata di una crispa, ti ricordiamo che, come qualsiasi altro alimento, anche in questo caso possono esservi delle controindicazioni che bisogna conoscere.

Ad esempio, il consumo di questo frutto è sconsigliato per chi soffre di diverticolosi, mentre bisognerà valutarne i rischi se si stanno assumendo farmaci. Chiedi consiglio al medico, per conoscere le eventuali interazioni farmacologiche.

Infine, ti ricordiamo che il consumo di bacche acerbe potrebbe causare problemi allo stomaco, come disturbi gastrointestinali e nausea, per cui sarà meglio mangiarle quando saranno ben mature.

Seguici anche sui canali social