Greenstyle Alimentazione Mangiare sano Semi di zucca: proprietà, calorie e valori nutrizionali

Semi di zucca: proprietà, calorie e valori nutrizionali

Semi di zucca: proprietà, calorie e valori nutrizionali

Fonte immagine: Pixabay

I semi di zucca sono sempre più richiesti dai consumatori, pronti a impiegarli nelle più originali ricette. Si tratta infatti di un vero e proprio super-food, dalle incredibili proprietà benefiche e pertanto non stupisce il successo che stanno ottenendo sul mercato negli ultimi anni. Ma quali sono le caratteristiche dei semi di zucca, quali le proprietà e quali i benefici per l’organismo?

I semi di zucca possono essere non solo consumati tutto l’anno, ma anche in modalità e ricette sempre diverse: bolliti, tostati o sgranocchiati come snack, ecco tutte le informazioni utili sul loro consumo.

Semi di zucca: cosa sono

Semi di zucca

Come è facile intuire, per semi di zucca si intendono i semini di cui proprio le zucche sono ricche. Questo ortaggio tipicamente autunnale, appartenente alla famiglia delle Cucurbitaceae, vede infatti al suo interno una polpa fibrosa e umida, pronta a proteggere centinaia e centinaia di semi.

I semi di zucca presentano piccole dimensioni – all’incirca un centimetro di lunghezza – e una forma affusolata e appiattata, praticamente a goccia. La consistenza è solida, mentre il colore è variabile: dal beige all’arancione, passando per il verde e il marrone. Questa gradazione dipende ovviamente dalla varietà di zucca scelta, dall’eventuale presenza della buccia o dell’essiccazione.

Questo alimento può essere consumato crudo come snack, bollito, tostato oppure come aromatizzante per altre ricette. Dai semi si ricava anche un olio dalle ottime proprietà per l’organismo, poiché ricco di antiossidanti, sali minerali, vitamine A ed E.

Calorie e valori nutrizionali dei semi di zucca

Semi di zucca decorticati

Così come già accennato, i semi di zucca vengono oggi considerati dei veri e propri super-food: il loro profilo nutrizionale, infatti, garantisce un ottimo apporto di energia, sali minerali, vitamine, fibre e altre sostanze indispensabili per l’organismo.

Partendo proprio dai valori nutrizionali, per 100 grammi di prodotto si contano ben 446 calorie. È quindi un alimento decisamente calorico, anche se difficilmente se ne consumano simili quantità.

Per lo stesso peso, si rilevano circa 54 grammi di carboidrati, 20 di grassi, 19 di proteine e ben 18 grammi di fibra alimentare. È però l’apporto di vitamine e sali minerali a rendere questo alimento un alleato del benessere a tavola.

Innanzitutto, i semi di zucca sono ricchi di vitamine A ed E, due dei più importanti antiossidanti per l’organismo: contrastano infatti l’azione dei radicali liberi, limitano l’invecchiamento cellulare e rinforzano il sistema immunitario. Azione garantita anche dal generoso apporto di vitamina C, a cui si aggiungono minerali come potassio, magnesio, zinco, fosforo, ferro, sodio e molti altri ancora.

Semi di zucca: le proprietà benefiche

Semi di zucca

Dato il loro profilo nutrizionale, i semi di zucca sono considerati ormai da tempo degli alleati per il benessere dell’organismo, come le mandorle. Ma quali sono le loro proprietà benefiche?

Benessere dell’intestino

Innanzitutto, i semi ricavati dalla zucca risultano benefici per l’intestino e, più in generale, per la digestione nel suo complesso. L’alto contenuto in fibre permette infatti di regolare il transito a livello del colon, aiutando a risolvere fastidi e gonfiore dovuti a stipsi o cattiva digestione.

Ma non è tutto: se consumati crudi, questi semi presentano anche specifiche azioni vermifughe. In altre parole, incentivano l’eliminazione dei parassiti che possono annidarsi nell’organismo, sia negli adulti che nei bambini.

Protezione del cuore

Altra proprietà di questo super-food è la sua azione protettiva su tutto l’apparato cardiocircolatorio, in particolare sul cuore. I semi di zucca sono infatti ricchi di Omega 3, indispensabili per il controllo del colesterolo cattivo e per il rinforzo delle pareti di vene e arterie.

Ancora, il consumo regolare può essere utile per ridurre la pressione arteriosa, riducendo così il rischio di gravi conseguenze per il cuore e per il cervello.

Equilibrio psicologico

Anche la mente può trarre giovamento da un consumo regolare di semi di zucca. Questo alimento offre infatti un apporto notevole di triptofano, un precursore della serotonina. Nota anche come ormone del buonumore, si tratta di un neurotrasmettitore indispensabile per combattere ansia, depressione e stress.

Il triptofano stimola appunto la produzione e il rilascio di serotonina, liberando la mente dai dubbi, alimentando la felicità e aiutando anche a rilassare le tensioni, in particolare quelle che si accumulano a livello della cervicale.

Malanni e infiammazioni

Poiché ricchi di sostanze antiossidanti, i semi di zucca sono ideali per combattere i malanni di stagione. La vitamina C, contenuta in abbondanza in questo alimento, è infatti indispensabile per il buon funzionamento del sistema immunitario: una vera e propria barriera all’azione negativa di virus e batteri.

Non è però tutto, poiché la vitamina A e la vitamina E aiutano i tessuti a rigenerarsi e a lenire le infiammazioni. Un effetto che si nota soprattutto a livello epidermico, con pelle e mucose più sane, compatte e ringiovanite.

Apparato riproduttivo maschile

Infine, i semi di zucca rappresentano degli alleati irrinunciabili per gli uomini, date le loro proprietà sull’apparato riproduttivo. Non solo favoriscono la circolazione sanguigna a livello delle mucose genitali, assicurando così delle prestazioni più soddisfacenti, ma proteggono anche la prostata.

Questa ghiandola può essere colpita da frequenti infiammazioni e conseguenti ingrossamenti, che possono risultare molto dolorosi, alterare il flusso della minzione e compromettere la performance riproduttiva. Poiché ricco di zinco, l’alimento garantisce una barriera in più contro gli attacchi di virus e batteri.

Come si mangiano i semi di zucca

Semi di zucca

Ma come si mangiano i semi di zucca? E, soprattutto, fanno ingrassare? La prima domanda è di facile risposta: questi alimenti, così come già specificato, possono essere consumati crudi, bolliti oppure tostati. Sul fronte dei chili di troppo, invece, bisogna ricordare come si tratti di un alimento ipercalorico. Tuttavia, è insolito consumarne grandi quantità in una volta sola.

Per gustare i semi di zucca crudi, è necessario innanzitutto decorticarli, rimuovendone la buccia: basta incidere il margine e sfilarlo con le mani. A questo punto, si possono assaporare al naturale oppure salarli per un gustoso snack pomeridiano.

Semi di zucca bolliti

A volte questi semi vengono anche proposti bolliti, sebbene non si tratti di una scelta particolarmente frequente. Per farlo, è sufficiente gettarli in acqua non appena quest’ultima avrà raggiunto il punto di ebollizione, aggiungendo anche una manciata di sale.

Si lascia bollire finché i semi non appariranno morbidi, dopodiché si elimina l’acqua con un comune scolapasta. A questo punto si possono usare per arricchire secondi piatti, come carni, pesce oppure verdure cotte.

Semi di zucca tostati

I semi di zucca tostati rappresentano l’alternativa più frequente per gustare questo super-food. E la preparazione è semplice, adatta anche a chi non ha particolari competenze in cucina.

Possono essere tostati in forno a 150 gradi, finché non appariranno dorati. O, ancora, è sufficiente farli saltare in padella finché avranno raggiunto la consistenza desiderata. In alternativa, possono essere disposti nel microonde con un filo d’olio, cuocendoli per circa una decina di minuti.

Seguici anche sui canali social