Greenstyle Benessere Rimedi naturali Semi di pompelmo: proprietà e controindicazioni

Semi di pompelmo: proprietà e controindicazioni

Semi di pompelmo: proprietà e controindicazioni

Fonte immagine: Pixabay

Se sei alle prese con un fastidioso mal di gola o con dei funghi della pelle, i semi di pompelmo potrebbero rappresentare il rimedio naturale che fa al caso tuo. Il pompelmo, nome botanico: Citrus paradisi, è una pianta che deriva dall’incrocio fra quella dell’arancio e quella del pomelo.

Si tratta di un membro della famiglia delle Rutacee, una pianta che ha origine in Asia, ma che viene apprezzata quasi in ogni angolo del mondo.

Il frutto offre molti benefici alla nostra salute, ma a suscitare interesse sono anche i suoi semi, in particolar modo la sostanza che ne viene estratta, il cosiddetto “Estratto di semi di pompelmo” (ESP), noto anche con l’acronimo inglese GSE (Grapefruit-Seed Extract).

Questo rimedio naturale, che deriva dalla lavorazione dei semi e delle altre parti del frutto, ha la capacità di combattere agenti patogeni come funghi, batteri, virus, lieviti e parassiti.

Non a caso, l’estratto di semi di pompelmo, che si presenta come un liquido giallo e denso, con un gusto amaro e molto intenso, è considerato un ottimo rimedio antivirale e battericida, un alleato in grado di promuovere la salute e combattere numerose condizioni, da quelle respiratorie alle dermatiti, eczemi e altre malattie della pelle.

Ma esattamente cosa contengono i semi di pompelmo? E quali sono i benefici che possono offrire alla nostra salute? Vediamo tutto quello che bisogna sapere in merito a questo rimedio.

Pompelmo: un mix di sostanze benefiche

Sappiamo che l’estratto di semi di pompelmo può migliorare la nostra salute in tanti modi differenti, ma a cosa è dovuto un tale potere benefico?

All’interno di questi semini si trovano sostanze antiossidanti e altri composti vegetali. Questo rimedio naturale annovera composti chimici, polifenoli e glucosidi, tra cui la naringina, che ne dona il caratteristico gusto forte e amaro. Per attenuarne l’amarezza, all’estratto viene spesso aggiunta della glicerina vegetale.

Sono inoltre presenti numerose altre sostanze immunostimolanti, capaci di coadiuvare e rinforzare le difese immunitarie del nostro organismo.

Il frutto è considerato anche un’ottima fonte di vitamine, soprattutto vitamina C, sali minerali, pectina e altri composti benefici per la salute.

È proprio questo concentrato di sostanze che rende i semi di pompelmo tanto utili ed efficaci nel trattamento delle più svariate affezioni.

Quali sono i benefici dei semi di pompelmo?

Fonte: Pixabay

A cosa servono i semi di pompelmo? Grazie alla ricca varietà di sostanze benefiche racchiuse in ciascun seme, questo prodotto è in grado di combattere virus, batteri e funghi.

Ma vediamo più nel dettaglio quali e quanti sono i benefici per il nostro organismo.

Un’arma contro virus e batteri

I semi di pompelmo sono in grado di contrastare l’azione di virus o batteri, come ad esempio l’Helycobacter pilori, responsabile di gravi disturbi gastrointestinali. Inoltre, questo rimedio può aiutare a combattere i virus dell’influenza e favorire il processo di guarigione da affezioni alle vie respiratorie.

I semi di pompelmo sono utili, ad esempio, contro il mal di gola, contro la tosse e il raffreddore, ma anche contro il mal d’orecchi e la diarrea.

Semi di pompelmo contro la cistite

Questo particolare prodotto è stato efficacemente impiegato anche nel trattamento delle infezioni del tratto urinario resistenti agli antibiotici. Non a caso, i semi di pompelmo vengono indicati, ad esempio, nella cura della cistite.

Un rimedio contro l’herpes labiale

L’estratto si è anche rivelato capace di velocizzare la guarigione dell’Herpes simplex, anche noto come “herpes labiale“, alleviandone i sintomi più fastidiosi.

Un aiuto contro i funghi della pelle

Questo rimedio naturale può aiutare a combattere i funghi della pelle, incluse le infezioni da lieviti, grazie alla sua azione antimicotica. Il prodotto viene spesso impiegato in modo efficace nella cura del piede d’atleta, della Candida albicans e di altre infezioni micotiche.

Effetti anti cancro

Si ritiene che l’estratto di semi di pompelmo possa esercitare degli effetti anticancro, prevenendo in particolar modo il rischio di sviluppare un cancro al colon e contrastando la formazione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare.

Utile per la tua igiene personale

Questo ingrediente viene impiegato non solo nel trattamento di svariate condizioni, ma anche nella cura e nell’igiene del corpo. Esso viene infatti aggiunto a prodotti come shampoo per eliminare i pidocchi, detergenti intimi, bagno schiuma, ma anche collutori e saponi per le mani, per migliorarne l’efficacia antibatterica.

In commercio puoi trovare dentifrici a base di estratto di semi di pompelmo utili per prendersi cura delle gengive e rinfrescare l’alito, spray disinfettanti per curare le ferite e svariati altri prodotti per la cura del corpo.

Usalo per le pulizie domestiche

Puoi usare delle gocce di estratto di semi di pompelmo anche in casa, ad esempio per eliminare la muffa o per igienizzare il bagno e la cucina.

Ti basterà versarne alcune gocce in uno spruzzino, diluire con acqua e utilizzare questo prodotto per pulire le superfici, taglieri e quant’altro.

Un amico anche in cucina, e non solo

Versa alcune gocce di estratto di semi di pompelmo nei vasetti delle conserve, in modo da evitare la formazione di muffe. Infine, devi sapere che l’estratto può essere aggiunto anche durante la preparazione di cosmetici fai da te, dove fungerà da conservante e antimicrobico naturale.

Come usare i semi di pompelmo?

Semi di pompelmo
Fonte: Pixabay

Spesso l’estratto di semi di pompelmo viene venduto come integratore naturale, sotto forma di gocce o capsule. Chiedi in erboristeria dei semi di pompelmo in compresse o tavolette.

Le gocce dovranno essere assunte insieme a un altro liquido, come ad esempio acqua o succo di frutta.

Quante gocce di semi di pompelmo usare?

Il dosaggio può variare in base alle affezioni da trattare. Ad esempio, per combattere un mal di gola o un raffreddore potresti effettuare dei gargarismi da una a tre volte al giorno, unendo 10 gocce di estratto di semi di pompelmo e dell’acqua.

Il corretto dosaggio dovrà essere riportato sulla confezione del prodotto o dovrà essere indicato dall’erborista o dal medico di fiducia.

Semi pompelmo: controindicazioni ed effetti collaterali

Se assunto alle dosi consigliate, il rimedio è considerato sicuro per la salute, anche per un uso a lungo termine, anche se applicato sulle pelli più sensibili.

Se intendi assumerlo per più di 3 giorni, però, sarà opportuno abbinare l’utilizzo di un probiotico per evitare possibili disturbi gastrointestinali.

Solo in alcuni casi, vale a dire nei soggetti con maggiore sensibilità, possono manifestarsi disturbi ed effetti collaterali che coinvolgono lo stomaco. Ricorda di chiedere sempre consiglio al medico prima di assumere questo o altri integratori naturali, specialmente se stai seguendo una terapia farmacologica.

Proprio come il frutto, anche l’estratto di semi di pompelmo potrebbe infatti influenzare l’efficacia di alcuni farmaci, causando delle gravi reazioni avverse o aumentando le concentrazioni ematiche di tali medicinali.

In particolar modo, è bene non consumare pompelmo e prodotti derivati da questo frutto quando si assumono:

  • Farmaci contro ansia e depressione
  • Medicinali contro le aritmie
  • Antibiotici
  • Antistaminici
  • Immunosoppressori
  • Statine
  • Farmaci chemioterapici.

Dal momento che non se ne conoscono gli effetti per la salute della mamma e del bambino, evita di assumere o applicare questo prodotto se sei in dolce attesa o se stai allattando al seno.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare