Greenstyle Benessere Rimedi naturali Peli incarniti: cause e rimedi naturali

Peli incarniti: cause e rimedi naturali

Peli incarniti: cause e rimedi naturali

Fonte immagine: Pexels

Quello dei peli incarniti è un disagio che interessa molte persone e diverse parti del corpo. Inguine, gambe, sedere: nessuna di tale zone è immune. Fortunatamente esistono dei rimedi, anche naturali, per combattere tale inestetismo ed evitare potenziali rischi per la salute.

Se volete scoprire perché vengono i peli incarniti e come eliminarli continuate a leggere.

Cosa sono i peli incarniti

I peli incarniti si presentano come piccole protuberanze, che sorgono nelle aree depilate con lamette, rasoi, epilatori o anche ceretta. Sono delle vescichette che possono contenere o meno pus e che presentano spesso e volentieri un colore più scuro rispetto all’area circostante. Possono inoltre provocare prurito o altro disagio.

I peli incarniti solitamente si risolvono autonomamente in pochi giorni. In alcuni casi, però, possono comportare delle complicazioni, come ad esempio un’infezione o delle cicatrici.

Nel caso degli uomini compaiono principalmente nella zona della barba, quindi sul viso compreso il mento e le guance e, soprattutto, il collo. Altre aree frequenti in cui compaiono i peli incarniti sono quelle maggiormente sottoposte alla depilazione, come le ascelle, l’interno coscia, i glutei, le gambe.

Peli incarniti: cause e rimedi naturali
Fonte: Pexels

Cause dei peli incarniti

I peli incarniti si verificano nel momento in cui un pelo che è stato estirpato o raso inizia a ricrescere curvandosi all’interno della pelle anziché verso l’alto. Ossia quando, venendo fuori dal follicolo, invece di fuoriuscire in superficie, cresce nella zona sottocutanea.

Può essere causato dalla pelle morta intorno al pelo che ostruisce il follicolo pilifero. Tutti possono sperimentarli, ma sono più comuni nelle persone che hanno i peli molto ricci o spessi. Una volta rasati o tagliati, in questi soggetti è più probabile che si pieghino verso il basso o crescano nella pelle.

Si creano indipendentemente dal fatto che ci si rada, si usi la ceretta o l’epilatore. La rasatura, la ceretta e le pinzette rimuovono i peli, non anche i follicoli piliferi. Di conseguenza, la rimozione di un pelo può far sì che i nuovi peli crescano al suo posto ma in modo errato, magari lateralmente, fino ad arricciarsi.

Contrariamente a quanto si pensi, la depilazione non è l’unica causa dei peli incarniti. Allo stesso modo possono incidere l’uso prolungato di prodotti che ostruiscono i follicoli piliferi ed una sudorazione eccessiva.

Peli incarniti: cause e rimedi naturali
Fonte: Pexels

Peli incarniti, prevenzione

Prima di passare ai rimedi naturali per eliminare i peli incarniti può essere utile comprendere le strategie più idonee a prevenirli. In fondo, alle volte basta davvero poco per evitare di averci a che fare.

  • Per evitarli, dopo la rasatura strofinate la parte interessata con una salvietta o praticate uno scrub esfoliante effettuando dei movimenti circolari.
  • Se usate radervi con il rasoio, assicuratevi che la lama, meglio se singola, sia affilata. Risciacquatelo dopo ogni passata e sostituite quelli usa e getta ogni 4 settimane. Nel passare la lama, seguite la stessa direzione nella quale crescono i peli.
  • Utilizzate un gel adatto, che sia lubrificante e che permetta al rasoio di scivolare bene sulla pelle bagnata.
  • Cercate di non radervi troppo vicino alla pelle se usate la lametta. Nel caso di epilatore elettrico tenetevi leggermente sollevati rispetto alla superficie.
  • Radetevi con acqua tiepida, non bollente. Terminata la rasatura coprite la pelle con un panno fresco inumidito con acqua per lenire la zona.
  • Se possibile, fate precedere alla rasatura un bagno di vapore con acqua calda, che aiuterà a dilatare i pori e ad ottenere una depilazione più efficace.

Peli incarniti come toglierli

I peli incarniti possono essere rimossi manualmente facendo ricorso ad un ago o alla pinzetta. Basta introdurre delicatamente un ago sterile o una pinzetta nella zona nella quale risiede il pelo per liberarlo o estirparlo.

Ricordate di detergere la zona con alcol denaturato sulla pelle circostante per prevenire un’infezione. Altrimenti, potete dare una possibilità ad uno dei rimedi naturali che seguono.

Peli incarniti, rimedi naturali

Nella maggior parte dei casi i peli incarniti si possono eliminare tranquillamente in casa, in maniera veloce e indolore. Magari facendo ricorso a strategie e prodotti totalmente naturali, ai quali tutti abbiamo accesso e che hanno già funzionato per amici o conoscenti. Ricordiamo però che, nel caso in cui l’area nella quale sorge il pelo incarnito si sia infettata, è bene contattare un medico o un dermatologo.

Esfoliare la pelle

Come eliminare i peli incarniti? Il primo rimedio naturale consiste nell’esfoliare la pelle. Tale operazione facilita nella rimozione di uno strato morto di cellule cutanee e aiuta a liberare i peli incarniti. Effettuatela con acqua non calda ed esercitando piccoli movimenti circolari. In alternativa potete usare una spazzola esfoliante o un gel o uno scrub avente la stessa azione.

Spazzolino

Sì avete letto bene, usando uno spazzolino da denti con setole morbide, potete massaggiare delicatamente la zona nella quale è sorto il pelo incarnito facendo dei movimenti circolari per alleviare l’infiammazione e il dolore. È uno strumento adatto per le zone più delicate, come inguine e ascelle.

Scrub con bicarbonato

Restando in tema esfoliazione, utile può risultare massaggiare la zona con una pasta ottenuta mescolando due cucchiai d’acqua con uno di bicarbonato di sodio. Eseguite anche in questo caso dei massaggi circolari e lasciate agire per cinque minuti prima di risciacquare con acqua tiepida.

Infuso di camomilla

I peli incarniti sono spesso accompagnati da un brufolo infiammato e rossastro che è bene non toccare né tentare di spremere. Un impacco di camomilla può essere efficace: grazie alla sua azione lenitiva ed antinfiammatoria, un infuso di camomilla applicato sul pelo può ridurre l’infiammazione e promuovere una più veloce ripresa. In tal senso ottima è anche la malva. Lasciate agire per 10 minuti per notare sollievo.

Impacchi caldi

Impacchi caldi sono utili in quanto tendono ad ammorbidire la pelle e facilitano l’apertura della stessa, in modo da consentire al pelo intrappolato di venire fuori. Non appena ciò accade potete tirare via il pelo con l’aiuto di una pinzetta.

Impacco con tea tree oil

Sull’azione antibatterica del tea tree oil siamo tutti più o meno informati. Vanta anche proprietà antisettiche, e per questo è ampiamente usato contro l’acne. Fate scaldare circa 200 ml di acqua e unite una ventina di gocce di olio. Quindi inumidite un panno pulito ed applicatelo sulla zona interessata per favorire la liberazione dei peli e pulire i follicoli.

Guanto di crine

A seconda della zona nella quale abbiamo a che fare con i peli incarniti, allo scrub possiamo preferire caro vecchio guanto di crine. Si tratta di un efficace trattamento di bellezza che, oltre ad esfoliare la pelle e ad incoraggiare la fuoriuscita del pelo, riattiva la circolazione sanguigna.

Peli incarniti: cause e rimedi naturali
Fonte: Pexels

Acqua e sale

Una soluzione di acqua e sale applicata sul pelo può essere di aiuto per la sua fuoriuscita. L’efficacia di tale rimedio naturale si spiega per via del potere astringente del sale, che tende a disidratare la pelle riducendone il volume e agevolando l’operazione. È valida anche per i peli incarniti in profondità.

Cosa succede se non tolgo un pelo incarnito?

Questa è una delle domande più gettonate. Nella maggior parte dei casi, i peli incarniti guariscono da soli entro una o due settimane. Ciò in quanto, man mano che crescono, tendono a fuoriuscire autonomamente dalla loro sede.

Come togliere i peli incarniti sulle parti intime?

Trattandosi di una parte delicata si sconsiglia di procedere con uno scrub. Meglio ricorrere agli impacchi caldi o tiepidi nella zona, per fare ammorbidire la pelle che, a sua volta, renderà l’estrazione del pelo più semplice. Potete anche strofinare leggermente la zona nella quale sorgono i peli incarniti, dopo averla bagnata con acqua tiepida, per una decina di secondi in modo da incoraggiare la fuoriuscita degli stessi.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare