Greenstyle Benessere Bellezza Scrub fai da te viso e corpo, le ricette

Scrub fai da te viso e corpo, le ricette

Scrub fai da te viso e corpo, le ricette

Lo scrub è una pratica sempre più diffusa. Non solo, dedicare un po’ del proprio tempo a uno scrub fai da te rappresenta un modo per prendersi cura della pelle del corpo e del viso in maniera naturale.

Non si tratta soltanto di vanità o di volersi dedicare alla propria bellezza, ma un vero e proprio rimedio contro i danni subiti ogni giorno dalla pelle. Ci sono varie tipologie di scrub fai da te, come più in generale vari livelli di “intensità”. Solitamente i più abrasivi sono destinati alle zone meno sensibili del corpo, mentre i più leggeri vanno a lavorare sul viso (in particolare contorno occhi e labbra).

Benefici

L’obiettivo di questa pratica in ogni caso è quello di agevolare la rimozione delle cellule epiteliali morte, favorendo di conseguenza la loro sostituzione con quelle nuove. Tra i benefici figurano però anche altri effetti, tra cui la riduzione delle macchie presenti sulla pelle e un’azione levigante.

Migliora inoltre l’elasticità della pelle e favorisce il riassorbimento delle cicatrici. In più risulta utile per contrastare i peli incarniti, i punti neri e l’acne. Come benefici “secondari” troviamo il maggiore assorbimento delle creme idratanti e a effetto anti-invecchiamento, in più incrementa l’azione anche dei trattamenti linfodrenanti.

Scrub corpo e viso, ogni quanto bisogna farlo

Non esistono indicazioni precise in merito a ogni quanto bisogna fare lo scrub corpo o viso. Molto è legato alle caratteristiche fisiche della persona, in relazione alla tipologia di pelle.

È possibile però affermare che in media il numero consigliato di ripetizioni al mese è due. Alternando le settimane di applicazione si lascerà alla cute il tempo di recuperare dallo scrub, minimizzando il rischio di lesioni. Questo però è riferito a condizioni di pelle normali e a un livello di sensibilità medio.

Chi presenta invece un fototipo più chiaro, una pelle secca o comunque più delicata della norma dovrà senz’altro limitare al minimo indispensabile gli interventi di scrub. In alcuni casi anche soltanto una volta al mese. Questo perché potrebbe andare incontro ad arrossamenti e irritazioni alla cute dovuti alla troppo frequente attività abrasiva.

Al contrario chi dispone di una pelle grassa o tendenzialmente tale si porrà di fronte a una scelta differente. Potrebbe essere necessario un maggior numero di applicazioni per ottenere un risultato apprezzabile e il rinvigorimento della pelle. In generale si consiglia di non superare il singolo trattamento a settimana.

È opportuno ricordare che i danni alla pelle potrebbero sempre essere presenti dopo lo scrub, anche se non visibili a occhio nudo. Meglio quindi concedere alla cute il tempo di assorbire gli effetti del trattamento e di ritrovare il proprio equilibrio.

Scrub fai da te, perché prepararlo in casa

I benefici dello scrub sono diversi, come abbiamo visto anche nella sezione precedente. Esistono però ulteriori vantaggi che servono a rispondere a una precisa domanda: perché prepararlo in casa?

Lo scrub fai da te preparato in casa ha come vantaggio principale quello di avere il massimo controllo sulla lista degli ingredienti utilizzati. Si potranno così evitare prodotti chimici, tossici, oltre a utilizzare soltanto sostanze che non provocheranno allergie in caso di soggetti sensibili.

Potrebbe consentire inoltre un netto risparmio economico rispetto ai prodotti “di marca”, in quanto è possibile realizzare il proprio scrub fai da te con ingredienti comuni e presenti in quasi tutte le dispense.

Sale
Fonte: Foto di congerdesign da Pixabay

Scrub fai da te, le ricette

Eccoci quindi arrivati a quelle che sono le ricette più diffuse per la preparazione di uno scrub fai da te efficace e 100% naturale. Le varie formulazioni sono state divise tra scrub per il corpo e per il viso, richiedendo un livello di attenzione differente a causa della diversa sensibilità delle parti in oggetto.

In linea di massima ciascun preparato risulterà composto da almeno una parte “morbida”, che attenuerà l’effetto abrasivo della componente principale, e tale ingrediente, al quale verrà assegnato il compito di favorire la rimozione della pelle morta. Si consiglia per tutti i rimedi di testarli prima su piccole porzioni di pelle, così da escludere imprevisti effetti collaterali (es. irritazioni e arrossamenti).

Corpo

Esistono diverse soluzioni per preparare uno scrub corpo fai da te. Tra queste figura senz’altro il sale, che aggiunto a un cucchiaio di miele e a un olio vegetale (mandorle, oliva, karitè) contribuirà a rimuovere la pelle in eccesso. In più verranno attenuati gli effetti del tempo sulla pelle, con un più o meno evidente effetto levigante.

Al posto del sale potrebbe essere utilizzata la polvere di caffè, ottenendo anche un effetto anti-cellulite. Occorrono due cucchiai di polvere di caffè, due di olio di mandorle e ulteriori due di sale. Applicare sulle gambe e lasciare agire per circa 10 minuti, risciacquando poi con acqua tiepida (meglio se in doccia, per favorire l’assorbimento della caffeina da parte della pelle).

L’utilizzo dell’amido di riso si rivela invece molto utile per le pelli molto delicate, oltre che per lo scrub viso. La sua azione leggera, ma efficace riduce il rischio di irritazioni e allo stesso tempo si rivela lenitiva. Per la preparazione occorrono due cucchiai di amido di riso, un cucchiaio di zucchero e olio di Argan quanto basta per rendere il composto cremoso.

Scrub per i piedi

Possono essere destinatari di uno scrub casalingo anche i piedi, spesso trascurati, ma destinatari di alcuni efficaci trattamenti di peeling. Protagonista in questo caso è il sale, la cui azione esfoliante si rivelerà particolarmente utile.

Versare una tazza di sale marino fino in una bacinella, aggiungendo progressivamente dell’acqua fredda. Aggiungere finché non si otterrà un composto morbido, ma non ancora liquido. Per aggiungere profumazione è possibile integrare con alcune gocce di olio essenziale di lavanda.

A questo punto immergere i piedi nel composto, lasciandoli immersi per alcuni minuti. Dopodiché massaggiarli delicatamente con movimento circolare e infine risciacquarli.

Chi vuole preparare i piedi allo scrub può immergerli in una soluzione di acqua e bicarbonato di sodio: due cucchiai in una bacinella d’acqua. Lasciare in immersione per 15 minuti, poi massaggiare con un composto morbido ottenuto aggiungendo poca acqua a ulteriore bicarbonato di sodio.

Olio essenziale
Fonte: Photo by Christin Hume on Unsplash

Viso

Diverse ricette solitamente indicate per lo scrub fai da te corpo possono essere utilizzate anche nel trattamento del viso. In particolare segnaliamo quello all’amido di riso, che agirà sulla pelle del volto in maniera delicata, ma efficace.

In altri casi occorrerà variare leggermente le proporzioni, o sostituire alcuni degli ingredienti in base alle proprie preferenze o disponibilità. Un altro esempio di scrub per il viso è quello che sfrutta un miscela composta da 1 cucchiaio di zucchero, 2 di miele e 3 cucchiai di olio d’oliva extravergine o di mandorle. Come nei precedenti casi gli ingredienti andranno mescolati tra loro, spalmando il composto con massaggi circolari.

Altra possibile soluzione per il viso è lo scrub fai da te all’ananas. Questo frutto contribuisce a idratare la pelle e a mantenerla levigata e luminosa. Si ottiene mescolando insieme i seguenti ingredienti:

  • 1/4 di tazza (circa 30 grammi) di ananas fresco tritato finemente;
  • 1 cucchiaio di olio di cocco;
  • 1 cucchiaino di miele;
  • 1/4 di tazza (circa 30 grammi) di zucchero di canna molto fine.

Massaggiare sul viso e poi sul collo. Quindi lasciare agire per 5 minuti e risciacquare alternando acqua fredda e calda.

Scrub per le labbra

Per quanto riguarda le labbra esistono diverse possibili soluzioni per lo scrub. A cominciare dall’uso dei fondi di caffè, ai quali andranno aggiunti un po’ di miele e dell’olio d’oliva, in quantità tali da rendere il composto pastoso, ma non liquido.

Zucchero di canna e poco miele per il secondo trattamento, da applicare strofinando delicatamente sulle labbra. Lasciare in posa e risciacquare dopo pochi minuti.

La terza ricetta prevede l’aggiunta di un po’ di latte a due cucchiai di farina di avena, in quantitativo tale da realizzare un composto spalmabile.

Chi vuole utilizzare lo scrub per donare freschezza alle proprie labbra può mescolare insieme zucchero, miele, olio d’oliva e una goccia di olio di menta piperita. Il composto ottenuto andrà applicato sulle labbra e lascia agire per cinque minuti. Da risciacquare delicatamente con un panno caldo.

Quinto consiglio per uno scrub fai da te per le labbra, a base di cacao in polvere. A un cucchiaio di cacao andranno aggiunti due cucchiai di zucchero semolato, uno cucchiaino di miele e 2 cucchiai di olio d’oliva. La pasta morbida che ne risulterà andrà tamponata sulle labbra e lasciata agire per una manciata di minuti, risciacquando infine con abbondante acqua tiepida.

Zucchero semolato e olio di cocco per l’ultimo consiglio, da unire insieme aggiungendo un po’ di burro di cacao. Si otterrà un composto granuloso da spalmare in abbondanza sulle labbra, massaggiando delicatamente. Infine risciacquare con acqua tiepida.

Crema idratante dopo lo scrub

Ultimo consiglio è quello di non dimenticare l’applicazione di una crema idratante e lenitiva dopo il trattamento con lo scrub fai da te. Questo perché la pelle necessiterà di maggiore idratazione dopo l’applicazione dello scrub, oltre a un aiuto per recuperare dai piccoli arrossamenti e dalle irritazioni.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Orzaiolo cause: a cosa è dovuto davvero?
Rimedi naturali

L’orzaiolo è un problema che interessa la zona oculare e le palpebre: scopri cos’è, le cause e come distinguerlo da calazio e congiuntivite.