L’utilizzo di tisane snellenti può rivelarsi molto utile per ritrovare la propria forma ideale. Agendo su più aspetti questi infusi favoriscono una riduzione del giro vita e giro coscia, contribuendo in alcuni casi anche a contrastare il fenomeno della ritenzione idrica.

Le principali aree di intervento delle tisane snellenti sono la velocizzazione del metabolismo, la riduzione dell’assimilazione di grassi nell’organismo, il controllo del senso di sazietà e appunto il trattamento della ritenzione idrica.

Tisane snellenti

Una delle più apprezzate tisane snellenti è ottenuta mediante l’utilizzo del tarassaco, una pianta che si rivela inoltre efficace per combattere la ritenzione idrica, come diuretico naturale e come rimedio contro il colesterolo cattivo.

Altra soluzione utile è la tisana di betulla, la cui azione snellente può essere ricondotta alle sue proprietà diuretiche, drenanti e antinfiammatorie. Effetti depurativi e diuretici sono invece offerti dall’infuso alla malva, in grado di contribuire anche al generale rilassamento della persona.

Controllare l’assorbimento dei grassi è possibile invece con la tisana dei monaci buddisti, mentre l’infuso realizzato con l’alga fucus consente di stimolare il senso di sazietà riducendo il volume di alimenti consumati durante i pasti. Utile infine per accelerare il metabolismo il consumo di una tazza di tè verde.

Ricette

Possibile preparare un decotto a base di tarassaco mettendo in infusione in acqua calda, quantitativo pari a una tazza, circa 1 cucchiaino di radice essiccata di tarassaco. Lasciare riposare per 10 minuti, filtrare e consumare non appena abbia raggiunto una temperatura tale da poter essere bevuto.

La preparazione di una tisana snellente alla betulla prevede invece l’utilizzo di 10 grammi di foglie sminuzzate, che andranno poste in infusione per 10-15 minuti in una tazza d’acqua portata a ebollizione. Come in precedenza filtrare e consumare non appena sia divenuta bevibile.

Il tè verde richiede invece una particolare attenzione per quanto riguarda il tempo di infusione e la temperatura dell’acqua. Inserire 3-4 grammi di foglie, disponibili in erboristeria, nei negozi specializzati o in alcuni supermercati, in circa 250 grammi d’acqua calda. La temperatura dovrà essere di circa 70-80 gradi C, variabili a seconda della tipologia di tè, mentre l’infusione dovrà durare 2-3 minuti.

21 luglio 2015
Lascia un commento