Il ginseng è una pianta dalle note proprietà curative. Si caratterizzare per un fusto alto fino a 80 centimetri con foglie palmate e sottili lunghe tra i 7 e i 20 cm e larghe dai 2 ai 5 centimetri. Il suo nome scientifico è Panax ginseng, mentre il suo habitat naturale è un clima generalmente freddo, tipico della Cina del Nord e della Siberia orientale, ma è diffuso anche in alcune zone della Corea e del Vietnam.

Tipologie di Ginseng e diffusione della pianta

Esistono differenti specie di ginseng conosciute e apprezzate per le loro capacità curative: il Panax ginseng, più famoso e diffuso soprattutto in Cina e Corea; l’eleuterococco o ginseng siberiano, diffuso nella Siberia orientale; il parax quinquefolius, una variante di ginseng proveniente dalle Americhe.

Proprietà curative del Ginseng

Le proprietà curative del ginseng interessano vari ambiti, primo tra questi il trattamento dello stress. Andando a stimolare il rilascio in maniera diretta con il relativo ormone, il cortisolo, le radici di questa pianta aiutano l’organismo a fronteggiare le situazioni in maniera più efficace favorendo una migliore risposta del sistema nervoso centrale.

Quest’azione viene garantita grazie ad alcuni effetti come la stimolazione del sistema immunitario, solitamente indebolito dall’insorgere dello stress, la maggiore resistenza alle temperature calde o fredde e alla fatica.

La resistenza alla fatica è uno degli aspetti legati a un’altra delle proprietà riconosciute al ginseng, quella di energizzante naturale. Insieme con altri rimedi naturali come il miele, la pappa reale e la centelli asiatica, gli estratti di questa pianta aiutano a normalizzare le riserve energetiche, stimolano la risposta dell’organismo alla fatica e favoriscono la rimozione delle tossine dal fegato.

Dal ginseng sembra arrivi anche un moderato effetto contro il diabete mellito, seppur in misura limitata rispetto alle prove raccolte in laboratorio nei test sugli animali. I risultati sembra non siano esattamente corrispondenti al modello umano e l’efficacia di questa pianta sia ridotta rispetto a quanto avviene per topi e ratti.

L’utilizzo del ginseng sarebbe inoltre consigliato, come sostengono alcuni ricercatori dell’Università di Yonsei, in Corea del Sud, nel trattamento della disfunzione erettile. Un’altra proprietà riconosciuta è quella di un potente afrodisiaco.

Ginseng: consigli utili e controindicazioni

Il ginseng presenta insieme alle descritte proprietà benefiche anche alcune controindicazioni da tenere in buona considerazione. Queste riguardano non soltanto il rischio di sovradosaggio, che può provocare nausea, diarrea, insonnia anche grave, mal di testa, accelerazione del battito cardiaco, tremori e ipertensione, ma anche l’interazione con alcuni farmaci o la non opportunità relativa alla presenza di talune patologie o disturbi.

Il consumo di ginseng deve essere evitato in ogni caso, che sia sotto forma di bevanda al bar o come rimedio naturale acquistabile in erboristeria, qualora si tratti di donne in gravidanza, soggetti ipertesi o con disturbi del sonno riferibili all’insonnia.

11 aprile 2014
I vostri commenti
enzo, sabato 27 febbraio 2016 alle1:22 ha scritto: rispondi »

sono enzo vorrei porre alcune domande son portatore di catetere endocranico per derivazione triventricolare con drenaggio a livello giugulare preciso che faccio uso di farmaco salvavita (luminale) sofro di insonia vorrei un vostro consiglio potrei fare fare uso anche io del ginseng desidero avere una risposta in merito un cordiale saluto enzo

Nello, martedì 29 aprile 2014 alle19:13 ha scritto: rispondi »

Più che un commento ho una domanda sono iperteso e diabetico,quini uso la pillola per la pressione una al giorno,tre pillole per il diabete,una pillola per il colesterolo che per la verità e basso mentra HDL è alto,una pillola per i trigliceri e una bustina di integratori,la mia domanda è questa posso usare il ginseng? Cordiale saluto Nello

Angelo, sabato 12 aprile 2014 alle18:58 ha scritto: rispondi »

Cara Mirella, anch'io assumo statine ed antiaggreganti, oltretutto assumo anche "Control" per l'insonnia, e me ne guarderei bene dall'utilizzare Ginseng sotto qualsiasi forma .

mirella, venerdì 11 aprile 2014 alle21:40 ha scritto: rispondi »

salve io ho conosciuto il ginseng cosi per caso mi piace il sapore piccante,lo consumo sotto forma di tisana ne bevo pure un litro scarso,notare che ne faccio bollire un pezzetto un centimetro scarso..ecco volevo sapere se è esagerato perchè ultimamente soffro di insonnia ma non sempre...e poi ho notato che mi abbassa la glicemia sono diabetica ,non prendo nessuna pastiglia la tengo sotto controllo con la dieta...poi dite di non assumerla con farmaci,be io prendo la pastiglia per un colesterolo alto e ogni tanto la assumo bevendo la tisana di ginseng. un saluto cordiale Mirella

Lascia un commento