Un buon profumo e una sensazione di freschezza sono fondamentali per migliorare il comfort di una casa. Anche se in molti lo ignorano, però, la maggior parte dei deodoranti e profumatori per ambiente prodotti a livello industriale contengono sostanze inquinanti e tossiche: composti organici volatili e non solo, responsabili non solo di allergie, asma e irritazioni alle vie respiratorie, ma in qualche caso addirittura sospettati di attività cancerogena.

Per evitare ogni rischio, allora, è meglio profumare la casa in modo completamente naturale, optando per il fai da te (un sistema che permette anche di risparmiare qualche euro). I sistemi per ottenere dei deodoranti per ambienti fatti in casa sono tanti, tutti altrettanto semplici.

Una delle possibilità consiste nel posizionare nelle varie stanze dei vasi di erbe profumate o di fiori freschi, meglio se biologici e comunque sempre di stagione. Volendo, è possibile aggiungere qualche goccia di olio essenziale nell’acqua del vaso, completando l’effetto di profumazione.

Chi non sente di avere il pollice verde, invece, può optare per rametti di lavanda essiccati (in questi caso, i fiori secchi possono essere conservati anche all’interno di sacchetti di organza o rafia) o potpourri di fiori secchi, che possono essere sistemati in ciotole e vasi, oppure direttamente negli armadi per profumare gli indumenti e la biancheria.

In inverno, invece, è possibile inserire scorze sminuzzate d’arancia o di altri agrumi nell’acqua di un umidificatore da appendere al termosifone: sarà il calore del radiatore a sprigionare nella stanza una gradevole essenza agrumata.

Anche la realizzazione di un deodorante per ambienti spray è piuttosto semplice: basta miscelare 10 gocce di un olio essenziale con una base alcolica (è ideale l’alcol per preparare i liquori, ma può andare bene anche della semplice vodka) e aggiungere mezzo litro d’acqua. Il liquido ottenuto può essere poi diffuso nell’ambiente, oppure spruzzato direttamente su tende e tappeti, usando un diffusore spray. Questo tipo di deodorante per ambienti fai da te può essere utilizzato anche con i diffusori a bastoncino, mentre chi preferisce usare fornelletti e incensiere può utilizzare qualche goccia di olio essenziale unita ad acqua.

Per quanto riguarda la scelta delle essenze, è consigliabile usare profumazioni rilassanti (come il sandalo, la camomilla, la lavanda, il tiglio o la melissa) in camera da letto o negli ambienti destinati al relax come il soggiorno. Fragranze rinfrescanti come pino e limone sono ideali in bagno e in cucina, dove possono essere usate anche altre fragranze fruttate o spezie mediterranee.

24 dicembre 2013
I vostri commenti
mimmy, giovedì 6 marzo 2014 alle7:21 ha scritto: rispondi »

ciao scusa, si possono, secondo te, ricaricare anche quelle boccette in vetro con tamponcino, stile ambipur, per capirci, quelle che vanno direttamente nella presa elettrica?? se fosse così sarebbe davvero un bel risparmio e poi puoi personalizzare gli aromi a piacimento, in base agli oli essenziali scelti. ciao e grazie

onofrio, giovedì 26 dicembre 2013 alle12:45 ha scritto: rispondi »

Devo riconoscere che quotidianamente impartite delle notizie utili e abbastanza semplificati nel poterli attuare..grazie... Cordiali saluti e Buon Anno 2014

Lascia un commento