Greenstyle Casa & Giardino Casa Fai da te Candele fai da te: come farle con e senza cera

Candele fai da te: come farle con e senza cera

Candele fai da te: come farle con e senza cera

Fonte immagine: Canva

Le candele fai da te sono un ottimo espediente per poter avere delle candele non inquinanti e allo stesso tempo liberare la fantasia e la creatività.

La maggior parte delle candele in commercio ha ingredienti come il benzene e il toluene, sostanze che peggiorano la qualità dell’aria all’interno degli ambienti domestici.

Per risparmiare e tutelare la salute, potete realizzare le candele fai da te in casa con e senza cera.

Perché realizzarle

Le candele in commercio, contenenti sostanze nocive, oltre ad aumentare i livelli di inquinamento indoor, hanno un alto impatto ambientale. La materia prima utilizzata per la creazione delle candele è infatti la paraffina, un sottoprodotto del petrolio. Se amate le candele profumate e volete preservare l’ambiente e la salute evitando di esporvi a emissioni nocive, perché non realizzarle in casa?

Come si fanno le candele in casa? È molto semplice e soprattutto si tratta di un hobby che permette di sfruttare la manualità e la creatività regalando buonumore. Inoltre, sono anche un meraviglioso regalo da donare alle persone che amiamo per un compleanno o come regalo di Natale.

Candele fai da te cera di soia

candele fai da te
Fonte: Canva

Le candele profumate alla cera di soia sono molto semplici da realizzare.

Gli ingredienti che serviranno sono:

  • 2 tazze di cera di soia in scaglie. Potete acquistarla nei colorifici, nei negozi di prodotti naturali o online al prezzo di 7-8 euro al chilo;
  • Una vecchia tazza da tè, un vaso o un barattolo di vetro colorato da adattare a recipiente per la candela. Approfittatene per riciclare in modo creativo vecchi recipienti in vetro, tazzine di porcellana che non usate più o per trovare finalmente uno scopo ai vasi vintage acquistati nei mercatini dell’usato;
  • Uno stoppino più lungo del recipiente scelto per la candela.
  • 5-10 gocce di un olio essenziale a scelta: vaniglia, menta piperita, zenzero, incenso o altro di vostro gradimento;
  • Un bicchiere di vetro;
  • Un termometro 100 gradi per candele, lo trovate in vendita nei negozi di articoli per il fai da te o online al costo di circa 15 euro;
  • Una molletta;
  • Un paio di forbici;
  • Un mestolo di legno.

Procedimento:

Versate la cera di soia nella tazza di vetro o ceramica e fatela sciogliere, tenendola per un minuto in microonde. In alternativa potete sciogliere la cera a bagnomaria, posizionando il contenitore all’interno di una pentola piena di acqua bollente.

Quando la cera si è sciolta completamente, ha raggiunto la temperatura di 50° C e ha acquistato una consistenza liscia, aggiungete 5 o 10 gocce di olio essenziale, in base alle vostre preferenze sull’intensità della profumazione.

A questo punto posizionate lo stoppino all’interno  del bicchiere, versate due cucchiai di cera in fondo al recipiente e tenetelo fermo fin quando la cera non si solidifica. Procedete utilizzando la molletta per fissare la punta esterna dello stoppino alla tazza, mantenendolo sempre dritto e centrato.

Versate lentamente nella tazza la cera rimasta, prestando attenzione a non scottarvi. Lasciate riposare la candela per tutta la notte prima di spuntare lo stoppino alla lunghezza desiderata. La vostra candela profumata alla soia è pronta.

Candele fai da te di cera d’api

Realizzare delle candele profumate a casa ha il pregio di potersi divertire e personalizzarle fin nel più piccolo dettaglio.

Vediamo come realizzare una candela fai da te di cera d’api.

Candele fai da te ingredienti:

  • Cera d’api: la quantità dipenderà dal contenitore scelto per la candela.
  • Olio o Burro vegetale a scelta: l’olio di cocco, di jojoba, di albicocca o di nocciola.
  • Oli essenziali naturali: Importante il punto di infiammabilità degli oli essenziali deve essere superiore a 65°C.
  • Decorazioni opzionali: fiori o foglie essiccate, scorze di arancia o limone sono solo alcune delle decorazioni naturali da poter inserire sulla superficie della candela.

Come fare le candele di cera d’api?

Prima di tutto, per utilizzare la giusta quantità di cera d’api andrà misurata con il contenitore scelto per la candela: andrà riempito una volta e mezzo con la cera d’api. Misurata la quantità di cera d’api, versarla in un pentolino e scioglierla a fuoco basso a bagnomaria aiutandosi con un mestolo di legno.

Intanto prendere lo stoppino e tagliarlo a una giusta lunghezza. Fissare lo stoppino al centro del bicchiere aiutandosi con una molletta per tenerlo centrato. Quando la cera sarà liquida, toglierla dal fuoco e aggiungere i vari ingredienti opzionali come l’olio vegetale che renderà più morbida la cera e aiuterà anche nella profumazione della candela.

La quantità di olio da aggiungere non deve superare la metà del composto di cera, ma soprattutto è bene ricordarsi che più si aggiunge olio e più velocemente la candela si brucerà. In questo passaggio, si possono aggiungere anche elementi decorativi come fiori, petali o foglie essiccati. Aspettare e far freddare la cera, invece prima di aggiungere gli oli essenziali.

In ultimo, versate il composto nel bicchiere, cercando di non muovere lo stoppino. Riponete la candela in un luogo non eccessivamente freddo per farla solidificare.

Ricette

Seguendo queste due ricette base, che sia con cera di soia o cera d’api, è possibile realizzare candele per ogni esigenza.

Vediamo alcune ricette per candele fai da te.

Candela fai da te: Natale

Un graditissimo regalo di natale è sicuramente una bella candela fai da te, che comunica alla persona a cui viene regalata l’amore e la cura con cui si è realizzato con le proprie mani il regalo.

Ecco quali ingredienti aggiungere per rendere una candela fai da te profumata natalizia:

  • 60 g di Cera d’Api
  • 18 g di Olio di Cocco
  • 10 g di miscela di oli essenziali tipici del natale: cannella, chiodi di garofano, zenzero, arancio.

Candela fai da te antizanzare

Anche nei mesi estivi può essere utile avere una candela, soprattutto se allontana gli insetti, in particolare le zanzare.

Ecco cosa aggiungere alla ricetta base:

  • 200g di Cera d’Api
  • 50g di olio di Neem
  • 25g di oli essenziali: citronella ed eucalipto.

Candela fai da te rilassante

Un ottimo modo per rilassarsi, insieme ad un bagno caldo e a della musica, è quello di accendere una candela.

Vediamo gli ingredienti necessari per rendere una candela fai da te rilassante:

  • 60 g di Cera d’Api
  • 18 g di Olio di Cocco
  • 10 gr di oli essenziali come lavanda e camomilla

Candele fai da te senza cera

candele fai da te
Fonte: Canva

Oltre alle candele con cera, è possibile realizzare anche delle bellissime candele fai da te senza questo ingrediente.

La candela ad acqua e olio è la candela senza cera più semplice che si possa realizzare. Non richiede molti ingredienti e passaggi.

Cosa serve:

  • Portacandele o vasetto in vetro temperato
  • Acqua
  • Olio per lampade
  • Colorante alimentare
  • Stoppino
  • Fogli di plastica
  • Forbici
  • Cucchiaio

Procedimento:

  • Riempire il portacandele per circa tre quarti con acqua.
  • Aggiungere il colorante alimentare e mescolare con il cucchiaio.
  • Versare lentamente l’olio per lampade nell’acqua.
  • Tagliare un pezzo di plastica, ad esempio, da un contenitore per alimenti usa e getta, in modo che sia più piccolo della circonferenza del portacandele.
  • Incidere una X al centro della plastica.
  • Inserire lo stoppino attraverso l’apertura nella plastica.
  • Abbassare il coperchio di plastica nell’olio, facendo attenzione a mantenere lo stoppino fermo.
  • Il coperchio di plastica affonderà nell’olio e galleggerà sopra l’acqua.
  • Tagliare lo stoppino, se necessario, in modo che sia circa 1 cm sopra l’olio della lampada.
  • Accendere lo stoppino con un accendino o un fiammifero. La candela brucerà fino a quando l’olio non sarà bruciato.

Candela con l’arancia

Puoi trasformare un’arancia in una candela e il risultato sarà molto decorativo.

Ingredienti:

  • 1 arancia
  • Olio per lampade o olio vegetale
  • Coltello
  • Cucchiaio
  • Oli essenziali (facoltativi)

Istruzioni:

  • Tagliare l’arancia a metà.
  • Ripassare il bordo del frutto aiutandosi con un cucchiaio per eliminare tutta la polpa. Lasciare il filamento centrale interno intatto e attaccato alla buccia.
  • Versare con cura l’olio per lampade nella metà dell’arancia svuotata, assicurandosi di lasciare una parte del filamento sopra l’olio.
  • Aggiungere l’olio essenziale preferito all’olio.
  • Accendere il gambo arancione. La candela brucerà finché c’è olio.

Seguici anche sui canali social