Il Goldendoodle (o Groodles) è un cane ibrido, nato dall’incrocio tra un Golden Retriever e un Barboncino.

Aspetto del Goldendoodle

È un cane di taglia medio-grande di buona struttura muscolo-scheletrica, per quanto riguarda l’impatto visivo ciò che più caratterizza questo cane, è il pelo folto e lungo, che può essere di varie tonalità: nero, rossiccio e cioccolato, anche se i colori più comuni sono color crema e oro.

Proprio per questo suo fitto mantello richiede costanti spazzolate, per evitare che si formino grovigli e nodi, e ha bisogno di fare costantemente movimento fisico perché, come vedremo più avanti in questa stessa scheda, tende a ingrassare.

Impieghi e carattere del Goldendoodle

Il nome di questa razza canina è stato coniato nel 1992, l’obiettivo della selezione era di creare un cane guida per non vedenti, in grado di aiutarli nella deambulazione e fare compagnia a chi ha difficoltà visive e deambulatorie.

In realtà, nel tempo il Goldendoodle è diventato un cane da compagnia per tutti, grandi e piccoli, perché è un animale che ama stare in compagnia dei bambini e giocare con loro.

Questo tipo di cane è molto dolce e particolarmente affettuoso, sia con le persone che lo circondano, sia con gli altri animali domestici. Proprio per questo motivo non è raccomandato il suo impiego come cane da guardia.

Il Goldendoodle è molto intelligente, facilmente addestrabile e soprattutto socievole e, proprio per la sua natura espansiva, odia essere lasciato da solo.

Salute e cura del Goldendoodle

Gli esemplari di questa razza godono generalmente di buona salute e, se curato nel modo giusto, può arrivare a vivere anche fino a 15 anni. Tuttavia, come molte altre razze di cani, anche questa soffre di displasia dell’anca, specie con l’avanzare dell’età.

Per questo, già dai primissimi anni di vita è necessario fare un check up approfondito periodico, in modo da individuare per tempo eventuali problematiche di questo tipo e correre ai ripari, se possibile.

Lo stesso vale per gli occhi: i Goldendoodle sono soggetti a numerose patologie. Per evitare di andare incontro a spiacevoli malattie o fastidi, è opportuno pulirgli spesso gli occhi dal pelo, in modo da evitare possibili infezioni. Come il Golden Retriever, soffre spesso di infezioni alle orecchie, a causa della loro conformazione; le orecchie del Goldendoodle infatti pendono e non lasciano entrare l’acqua; per questo è difficile pulirle e mantenerle sempre sane.

La cura e la pulizia sono quindi importantissimi per mantenere in salute un Goldendoodle e ciò richiede naturalmente pazienza e attenzioni. Inoltre è bene sapere che, sebbene sia un cane affettuoso e socievole, amante della famiglia e della casa, il Goldendoodle richiede particolari cure e attenzioni, anche perché raggiunge una stazza davvero considerevole.

20 giugno 2014
I vostri commenti
alberto, mercoledì 31 maggio 2017 alle14:48 ha scritto: rispondi »

potreste indicarmi un allevamento di goldendoodle in Italia per favore? grazie mille alberto

Lascia un commento