Greenstyle Alimentazione Alimenti Riso soffiato: proprietà, benefici e come farlo in casa

Riso soffiato: proprietà, benefici e come farlo in casa

Riso soffiato: proprietà, benefici e come farlo in casa

È croccante, nutriente e può essere usato per ricette sia dolci che salate: stiamo parlando del riso soffiato, un alimento che potrebbe accompagnarci dalla colazione fino alla cena, un cibo che piace a grandi e bambini e che potrai benissimo preparare a casa con le tue mani, se hai abbastanza tempo a disposizione.

Nato in India, il riso soffiato era inizialmente considerato come una sorta di pietanza dolce da offrire in dono agli Dei. Con il passare del tempo è diventato un ingrediente presente in molti Paesi del mondo, complice di certo la sua inaspettata versatilità in cucina.

Ma esattamente come si ottiene il riso soffiato? Questo alimento deriva, come avrai capito, dal riso, il classico Oryza sativa che ben conosciamo. Per la “soffiatura” del riso, si espone il chicco a temperature e a pressioni molto elevate.

Il riso viene prima riscaldato a una temperatura di 300-400 °C, quindi viene sottoposto a una pressione molto alta.

Grazie a questo procedimento, prende vita il riso soffiato come lo conosciamo oggi. Scopriamo dunque qualcosa in più in merito a questo alimento, e vediamo se e quanto possiamo mangiarne nell’ambito di una dieta dimagrante.

Proprietà e benefici

Diamo innanzitutto un’occhiata ai valori nutrizionali del riso soffiato, e cominciamo proprio con uno degli aspetti che più interessano coloro che seguono una dieta dimagrante, e cioè: quante calorie ha il riso soffiato?

In media, 100 grammi di prodotto apportano circa 350 calorie. Va però detto che una porzione dovrebbe aggirarsi intorno ai 30 grammi, per cui l’apporto calorico non sarà eccessivamente elevato.

Degna di nota è anche la presenza di minerali, come:

Il riso soffiato, o puffed rice in inglese, è peraltro un alimento senza glutine, adatto quindi per l’alimentazione dei celiaci. A questo proposito, raccomandiamo comunque di leggere attentamente l’etichetta e di acquistare solamente prodotti certificati gluten free, per non correre il rischio di eventuali contaminazioni durante il processo di produzione.

Per quanto riguarda l’apporto di fibre, il riso soffiato ne contiene in quantità modeste. Si tratta inoltre di un alimento facile da digerire, quindi sarà l’ideale per chi deve fare i conti con frequenti problemi di digestione.

Quanto riso soffiato mangiare?

A fronte di un apporto calorico non bassissimo, non possiamo non domandarci quanti grammi di riso soffiato possiamo mangiare a colazione. Come anticipato, in media una porzione dovrebbe andare dai 25 ai 30 grammi di riso soffiato, l’equivalente di circa 2 o 3 cucchiai.

Come mangiare il riso soffiato a dieta?

Se sei a dieta, potresti aggiungere il “puffed rice” alla tua alimentazione (sempre con la giusta moderazione) per gustare una colazione completa, abbinando questo alimento a uno yogurt (o a del latte) e a una porzione di frutta fresca o secca.

Ma in realtà questo ingrediente è più versatile di quanto tu possa pensare.

Il riso soffiato viene infatti utilizzato anche per la preparazione di ricette dolci (come le barrette con cioccolato e miele o dei biscotti), o ancora per la preparazione di piatti salati. Possiamo utilizzarlo, ad esempio, per delle ottime panature.

Controindicazioni

Sebbene sia considerato un alimento adatto per la dieta, va detto che un consumo eccessivo di riso soffiato non è mai raccomandabile, specialmente se si parla di prodotti del supermercato, che contengono spesso elevate quantità di zuccheri e conservanti.

Un consumo moderato, nell’ambito di un regime alimentare bilanciato e completo, non comporta tuttavia alcun tipo di controindicazione. Se dovessi avere dei dubbi, chiedi prima un parere al tuo medico o al tuo dietologo di fiducia.

Come si prepara il riso soffiato?

In commercio è possibile trovare marche di riso soffiato di ogni genere e a prezzi molto differenti fra loro. Se intendi acquistare questo alimento già pronto, sarà importante affidarsi ad aziende di buona qualità, optando preferibilmente per delle varietà biologiche e di origine italiana.

In alternativa, potresti sempre allacciare il grembiule e provare a farlo in casa. Che ne dici di metterti all’opera? Di certo si tratterà di uno snack ben più salutare e soddisfacente rispetto a quelli che potresti acquistare al supermercato.

La ricetta del riso soffiato fai da te

Vediamo dunque come fare il riso soffiato in casa. Per la nostra preparazione ci serviranno del riso (100 grammi andranno benissimo) e olio EVO per ungere una teglia.

Prima di tutto, lava il riso. Lascialo in ammollo per 10 minuti in un contenitore con acqua pulita, dopodiché scola l’acqua e sciacqua più volte in modo da eliminare ogni impurità. A questo punto, lessa il riso. Versalo in una pentola e ricoprilo con dell’acqua, fai cuocere a fiamma bassa per circa 30 minuti. Potresti aggiungere dello zucchero o un pizzico di sale, a seconda che tu preferisca un riso dolce o salato.

Quando il riso sarà ben cotto e avrà assorbito tutta l’acqua, mettilo ad asciugare su una teglia foderata con carta assorbente. Dovrai attendere per 24 ore prima che si sia asciugato del tutto.

Solo a questo punto potrai oliare una teglia e versare il riso sparpagliandolo per bene. Inforna a 130 °C e lascia cuocere per circa 2 ore. Una volta terminata la cottura, estrai dal forno e lascia raffreddare. Ed ecco pronto un ottimo riso soffiato fatto in casa.

Conserva il tutto in un barattolo ben asciutto e sperimenta nuove ricette con questo ingrediente. Di seguito puoi trovare uno spunto tutto da gustare, la ricetta delle barrette fatte in casa.

Barrette di riso soffiato: ricetta

Barretta riso soffiato e cioccolato

Prepariamo un ottimo snack per lo spuntino o per la prima colazione, cioè le barrette al riso soffiato con cioccolata e miele. La ricetta è semplicissima e sarà ancor più semplice innamorarsene.

Diamo dunque un’occhiata alla lista degli ingredienti e al procedimento da seguire.

Ingredienti per 10 barrette

  • Riso soffiato al naturale: 150 grammi
  • Miele: 80 grammi
  • Cioccolato fondente: 40 grammi.

Procedimento

Cominciamo con il preriscaldare il forno a 160°C. Nel frattempo, scalda il miele a bagnomaria e aggiungi il cioccolato fondente tagliato a pezzetti. Mescola per bene il tutto e aggiungi il riso. Amalgama gli ingredienti rapidamente, quindi prepara una teglia rivestita con della carta da forno. Versa il composto di riso, miele e cioccolato e stendi per bene appiattendo con una spatola.

Inforna per 15 minuti a 160° C. Dopodiché, lascia raffreddare per circa 30 minuti. Quando tutto sarà ben raffreddato, taglia le barrette a forma di rettangoli o quadrati, e incartale utilizzando della carta da forno e dello spago.

Ecco preparato uno spuntino gustoso, perfetto anche per un dolce e inaspettato regalo. Potresti arricchire la ricetta provando ad aggiungere delle nocciole, o abbinando delle noci o delle mandorle, per migliorare il profilo nutrizionale di questo snack sano e goloso.

Riso soffiato per un’impanatura sfiziosa

Per finire, se desideri preparare la carne o il pesce in modo sfizioso e diverso dal solito, potresti usare il nostro fidato amico riso soffiato per la panatura.

Prima di tutto bisognerà infarinare la carne o il pesce con della normale farina. Quindi, passalo nell’uovo sbattuto, e per finire immergi il tutto nel riso soffiato. Ed ecco pronta una panatura dal sapore diverso e buonissimo.

In alternativa, potresti utilizzare un’altra panatura insolita per rendere più gustose delle polpette di carne o di legumi. Per farlo, ti basterà mescolare del pangrattato e del riso soffiato in un contenitore. In un altro mescola uova e sale. Quindi, passa le polpettine prima nell’uovo, dopodiché nel riso soffiato e cuoci il tutto. Il gusto e la croccantezza ti sorprenderanno al primo assaggio!

Seguici anche sui canali social