Greenstyle Benessere Rimedi naturali Quali sono i rimedi naturali più comuni da conoscere

Quali sono i rimedi naturali più comuni da conoscere

Quali sono i rimedi naturali più comuni da conoscere

Fonte immagine: Pexels

I rimedi naturali sono una via semplice per risolvere i più comuni problemi di salute, riducendo il consumo dei farmaci tradizionali. Alle loro proprietà curative si fa ricorso sin dai tempi antichi, visto che la natura è da sempre grande fonte di ispirazione, anche per mantenere il corpo in forma. È importante sapere però che naturale non è per forza sinonimo di senza effetti collaterali: per questo si consiglia sempre di chiedere un parere medico prima di assumerli.

In più, dire rimedi naturali vuol dire tutto e niente, in quanto esiste un mondo vasto di specifiche preparazioni e differenti modalità di assunzione, in cui è facile perdersi. Vediamo quindi alcune informazioni utili circa le tipologie di rimedi green più famosi e le indicazioni sugli utilizzi consigliati.

Quali sono i rimedi naturali

Rimedi naturali spezie
Fonte: Pexels

Alcuni rimedi naturali sono i cosiddetti superfood, alimenti speciali i cui nutrienti si rivelano di fondamentale importanza per assicurare all’organismo le giuste energie o l’equilibrio necessario a funzionare al meglio. Il tè verde è da annoverare tra questi. È infatti fonte di antiossidanti e composti polifenolici dai rinomati effetti antinfiammatori.

Ma come non citare anche il kefyr, una bevanda fermentata solitamente a base di latte (anche se ne esistono varianti vegetali), divenuta sempre più famosa. Il perché non è difficile da comprendere. Infatti, oltre ai probiotici, contiene anche vitamine del gruppo B, proteine, calcio e potassio ed il suo consumo è un toccasana nei confronti del sistema immunitario.

Non dimentichiamo poi di inserire nella lista dei super cibi anche le alghe, fondamentali nella cucina asiatica, ma sempre più gettonate anche nel resto del mondo. Rispetto alle verdure terrestri le alghe vantano, oltre a vitamina K e fibre, anche una ricca quantità di iodio e tirosina.

Ma nella buona parte dei casi i rimedi naturali sono legati alla fitoterapia, ossia sfruttano le proprietà curative contenute nelle piante officinali. Da quest’ultime possono essere tratti anche gli oli essenziali, la cui applicazione interessa un ampio ventaglio di patologie e disturbi e può rappresentare un elemento centrale nei trattamenti previsti dall’aromaterapia.

L’origine dei diversi rimedi naturali spesso affonda le sue radici nella saggezza popolare, spiegando le frequenti associazioni tra queste soluzioni e i “rimedi della nonna“, come anche appartenere ad esempio alle medicine tradizionali orientali o alla nutraceutica, un approccio che vede negli alimenti dei veri e propri “farmaci” per la salute del corpo.

Benefici per l’organismo

I benefici per l’organismo derivanti dal ricorso ai rimedi naturali possono essere molti, spesso associati alla particolare patologia trattata. Alcuni garantiscono un’azione energizzante, che aiuta a superare alcuni momenti di particolare stress per l’organismo o a rimettersi in sesto dopo una malattia, mentre altri sono apprezzati per la stimolazione del sistema immunitario e la capacità di agire contro determinate infezioni di tipo batterico o virale.

Più in generale i rimedi naturali sono molto apprezzati per la possibilità di trattare diversi disturbi o malesseri evitando l’assunzione di farmaci. Da non dimenticare gli effetti benefici dei rimedi naturali per quanto riguarda la rimozione delle tossine, spesso accumulate in seguito a un’alimentazione sbagliata o a stili di vita poco salutari.

Grazie a queste soluzioni secondo natura è possibile anche svolgere un’attività di prevenzione rispetto ad alcuni malesseri, soprattutto se l’assunzione è regolare e si seguono alla lettera i dosaggi raccomandati.

Non in tutti i casi è consentito però un trattamento esclusivamente a base naturale. Talune patologie specifiche o un particolare stato di gravità di queste ultime, vanno trattate in modo alternativo, con terapie farmacologiche specifiche. Ma se il medico curante è d’accordo, le cure possono essere integrate con prodotti green amici del benessere.

Rimedi naturali miele
Fonte: Pexels

Come e quando si usano

Grazie ai rimedi naturali è possibile trattare vari malesseri e malanni. Tra i più comuni ci sono quelli invernali, soprattutto raffreddore, influenzatosse e mal di gola, che vengono affrontati grazie a soluzioni che alleviano i sintomi e garantiscono un più veloce recupero dell’organismo.

Altri malanni sono quelli che coinvolgono l’apparato digestivo, come ad esempio mal di stomaco, gastrite, digestione lenta. Tutti problemi che possono trovare soluzione grazie ad alcuni rimedi naturali. Di seguito qualche delucidazione sui migliori da provare.

Rimedi naturali per i malanni di stagione

Il mal di gola, la febbricola e la spossatezza sono sintomi tipici delle sindromi parainfluenzali, che fanno la loro comparsa nel periodo autunnale. I rimedi della nonna migliori per trattare questi disturbi sono:

  • Infusi – i tè fatti con ingredienti come la liquirizia e l’olmo sdrucciolevole, molto indicato in caso di laringite, possono aiutare a ridurre l’irritazione.
  • Miele – le sue proprietà antibatteriche ed emollienti possono lenire il mal di gola e calmare la tosse.
  • Echinacea – può ridurre la durata dei sintomi del raffreddore, in particolare se utilizzata durante i primi giorni. La si può assumere come tisana o tramite preparati erboristici studiati appositamente.
  • Sciroppo di sambuco – ha proprietà antivirali, che lo rendono utile in caso di raffreddore e influenza. Le nonne lo preparavano in casa, ma oggi lo si può trovare nelle parafarmacie ed erboristerie.
  • Pelargonium – è una pianta utilizzata in alcuni rimedi naturali per la cura di raffreddore con tosse e riduce la durata e la gravità dei sintomi.

Indigestione o digestione lenta

Alzi la mano chi, almeno una volta nella vita, non si è sentito il classico peso sullo stomaco. Un po’ tutti, ammettiamolo e qualcuno di noi anche molto spesso. In questi casi, ecco i rimedi naturali da provare:

  • Infuso di menta – la menta è una deliziosa erbetta rinfrescante, che può essere aggiunta ai comuni tè e tisane, ma anche usata da sola per infusi e decotti. Le dosi per una persona sono 1 tazza di acqua bollente in cui infondere un cucchiaio di menta essiccata o una decine di foglie di menta fresca tritate.
  • Decotto di limone e alloro – Come l’infuso di menta, anche il decotto di alloro e limone è un toccasana digestivo che va provato. In questo caso portiamo a bollore una tazza di acqua in cui avremo messo due foglie di alloro fresco e due fette di limone. Quando l’acqua inizia a bollire abbassiamo la fiamma al minimo e copriamo, tenendo sul fuoco una decina di minuti, poi filtriamo e beviamo.
  • Zenzero – è ottimo sia in polvere, sia fresco fatto a pezzetti, sia come candito e si presta bene ad essere usato come infuso. Oltre a stimolare la digestione, è ottimo in caso di nausea. Lo zenzero è anche molto indicato per le donne in gravidanza che soffrono di iperemesi gravidica.

Ansia e tensione: i rimedi green migliori

Lo stress e l’ansia sono i nemici del nostro secolo. In una giornata abbiamo così tante cose a cui pensare, tanti problemi da risolvere, che spesso tensione e agitazione fanno la comparsa. Per giornate più tranquille e nottate serene, proviamo qualcuno di questi rimedi:

  • Meditazione e respirazione – la meditazione, lo yoga e gli esercizi di respirazione diaframmatica sono alla base di una salute mentale di ferro. Se non abbiamo tempo di andare in una palestra che fa corsi appositi, possiamo comunque rivolgerci a professionisti per classi a distanza. In ultima spiaggia ben vengano anche le app per smartphone certificate e serie, che ci aiutano a trovare la calma con esercizi guidati e musica relax di sottofondo.
  • Esercizio fisico – l’attività fisica regolare è in grado di contrastare lo stress, riducendo la produzione di cortisolo. In più, allenarsi in modo sano e continuo, migliora anche la qualità del sonno.
  • Aromaterapia – ci sono oli essenziali che non dovrebbero mai mancare nell’armadietto del bagno. Se lo stress è il nostro nemico principale, le essenze di lavanda, neroli, ylang ylang, arancio dolce, sandalo, incenso, rosa e geranio, sono ottime alleate per sconfiggerlo. Le possiamo versare nel brucia essenze o diluire nell’acqua del bagno per rilassare nervi e ritrovare equilibrio psicofisico.
  • Infusi – la camomilla, la valeriana, il biancospino e la melissa sono erbe mediche dalle proprietà calmanti e sedative e possono essere usate per favorire il sonno ed il relax mentale.
  • Integratori – se il medico è d’accordo, ci sono alcuni integratori naturali che possono aiutarci a ritrovare la stabilità emotiva. Quelli a base di acidi grassi omega-3, secondo alcuni studi scientifici, sarebbero in grado di ridurre l’ansia. Poi, se vogliamo affidarci ad un caposaldo della medicina ayurvedica, l’Ashwagandha è una delle erbe più famose e potenti per ridurre stress ed agitazione.

Seguici anche sui canali social