Riciclare bucce di limone

Riciclare bucce di limone

Fonte immagine: Pixabay

Come sfruttare i benefici delle bucce di limone anche fuori dell’ambito culinario, per le pulizie di casa e la cura del corpo.

Le bucce di limone sono utilissime in cucina, perfette per aromatizzare creme e pietanze ma anche per essere consumate così come sono, ad esempio preparando degli ottimi canditi agli agrumi. Capita spesso di accumulare scorze di limone quando si prepara il liquore al limoncello, ad esempio, oppure quando si spremono i limoni per sfruttare tutti i benefici del succo. Le valide alternative al cestino dei rifiuti non mancano, infatti le scorze rappresentano una risorsa anche al di fuori dall’ambito culinario. Dalle pulizie di casa alla cura del corpo, le possibilità di riciclo delle bucce di limone non mancano.

Per sciogliere il calcare

Limone

Grazie alla componente acida, la scorza di limone può trasformarsi in un ottimo anticalcare naturale. È possibile utilizzarle sulle incrostazioni dopo avere imbevute in un liquido composto da aceto di mele, acqua e bicarbonato di sodio. È necessario adagiare le bucce sulle zone da pulire lasciandole agire per circa dieci minuti, prima di risciacquare bene.

Per sgrassare fornelli e microonde

Utilizzando le bucce di limone è possibile preparare uno sgrassatore naturale da usare per pulire a fondo i fornelli della cucina. Anche in questo caso si deve preparare un liquido a base di aceto bianco caldo, inserendovi anche le bucce di limone. Dopo aver fatto riposare il liquido per qualche settimana, è possibile filtrarlo e utilizzarlo per le pulizie quotidiane adoperando un pratico flacone spray. Per quanto riguarda il forno a microonde, invece, si prepara una ciotola con acqua e bucce di limone, facendo bollire il liquido all’interno alla massima potenza per un paio di minuti. Sarà il vapore sprigionato a sgrassare le pareti del forno rimuovendo anche le macchie più ostinate, lasciando anche un gradevole profumo. È importante utilizzare un contenitore che sia adatto al microonde, come il semplice vetro.

Per realizzare candele profumate

Avendo a disposizione della cera sciolta, si possono riempire direttamente i limoni spremuti privati della polpa e tagliati a metà, collocando al centro uno stoppino in modo da permettere l’accensione della candela una volta che il contenuto si sarà raffreddato. Oltre a essere molto aromatiche, queste candele vantano una forma originale e creative.

Per sbiancare i denti

Sbiancare i denti

Ottenere denti più bianchi e puliti grazie alle bucce di limone è possibile. È sufficiente strofinare delle bucce pulite sui denti, agendo in modo delicato e insistendo in particolar sulle discromie e sulle macchie scure, procedendo poi con il risciacquo e il consueto lavaggio. Un risultato ancora più brillante si ottiene utilizzando il succo di limone miscelato con un cucchiaino di bicarbonato, creando una pasta da applicare sui denti semplicemente usando lo spazzolino umido.

Per tonificare la pelle del viso

Skincare

Vero toccasana per la pelle del viso, il limone potenzia il suo effetto tonificante grazie alle bucce. Dopo aver fatto bollire dell’acqua insieme alle scorze, si fa raffreddare il liquido e si utilizza poi per lavare il viso massaggiando delicatamente la pelle nelle zone più critiche e soggette a impurità. È anche possibile adoperare le scorze come se fossero dischetti di cotone, tamponando il viso.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Dieci anni di Ecodom: intervista a Marco Gisotti