Greenstyle Alimentazione Mangiare sano Latte di noci: proprietà, benefici e controindicazioni

Latte di noci: proprietà, benefici e controindicazioni

Latte di noci: proprietà, benefici e controindicazioni

Fonte immagine: Veganbaking.net via Wikimedia

Il latte di noci è una bevanda vegetale che si ottiene dall’omonimo tipo di frutta secca a guscio caratterizzata da importanti valori nutrizionali e benefici per la salute che vale la pena conoscere. A cosa serve, e come utilizzare il latte di noci in cucina per introdurlo nella propria alimentazione? Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Cos’è il latte di noci

Il latte di noci è un latte vegetale (senza latticini, quindi) che si ottiene frullando insieme noci e acqua e filtrando il liquido che ne risulta. Il prodotto ottenuto si presenta come una bevanda abbastanza liscia e fluida. Nonostante sia facilmente reperibile in commercio, tale tipo di latte è meno comune di quello vaccino e della maggior parte delle alternative vegetali a questo.

Fonte: Ray Shrewsberry

Latte di noci: valori nutrizionali

Sebbene dal punto di vista nutrizionale il latte di noce sia un prodotto molto diverso dal latte vaccino, la bevanda offre una serie di benefici per la salute non indifferenti. Esso contiene micronutrienti quali una vasta gamma di vitamine del gruppo B e minerali (specie manganese, del quale è un’ottima fonte), magnesio, fosforo, potassio e zinco.

Contiene inoltre luteina (ottima per la salute di occhi e pelle) e zeaxantina e acidi grassi omega-3 ad alto contenuto di polinsaturi. Particolarmente importanti sono l’acido alfa-linolenico, l’acido linoleico e l’acido oleico. Le calorie del latte di noci non sono particolarmente alte.

100 grammi di latte di noci contengono:

  • 43 Kcal
  • 15 grammi di proteine
  • 21 grammi di carboidrati
  • di cui zuccheri 4.2 grammi
  • 65 grammi di grassi
  • 6 grammi di fibre

Proprietà

È un prodotto adatto alla dieta paleo, è vegano ed è adatto a chi soffre di intolleranza al lattosio, in quanto privo di latticini (come latte di riso, quello di soia o di cocco). È inoltre senza glutine, e quindi perfetto per i celiaci e gli intolleranti. Ancora, è un’alternativa al latte vaccino: può essere bevuto o utilizzato in cucina come ingrediente esattamente come quest’ultimo. Tra le sue maggiori proprietà e conseguenti benefici per la salute, si annoverano:

  • Basso contenuto di carboidrati (solo nelle varietà non zuccherate), che lo rende adatto a chi è a dieta o vuole mantenere il proprio peso
  • Discreto quantitativo di proteine
  • Alto contenuto di antiossidanti, in particolare gli ellagitannini ed i tocoferoli, utili contro l’infiammazione e lo stress ossidativo
  • Ottima fonte di acidi grassi essenziali, che aiutano a ridurre il rischio di morte per malattie cardiache e a migliorare la memoria e la cognizione
  • L’ALA, in particolare, aiuta il corpo a mantenere livelli di colesterolo sani
  • Fonte di fibre, che favoriscono la salute dell’intestino, prolungano il senso di sazietà ed aiutano nel controllo del peso corporeo
  • L’aminoacido L-arginina, utile nel favorire la salute ed il buon funzionamento del sistema circolatorio
  • La melatonina contenuta nelle noci regola il ciclo sonno-veglia e favorisce di conseguenza un sonno sano
  • Contribuisce alla salute del fegato

In definitiva, oltre che per le categorie di soggetti alle quali abbiamo già accennato, il latte di noci è ottimo anche per chi pratica sport e conduce uno stile di vita attivo.

Latte di noci: controindicazioni

Al latte di noci non sono legate particolari controindicazioni. L’unico divieto è fatto in caso di allergia o intolleranza a tale tipologia di frutta secca. Questa non è così rara, e nel peggiore dei casi può scatenare reazioni abbastanza preoccupanti per la salute.

Per il resto, basta leggere attentamente l’etichetta riportata sulla confezione per valutarne composizione e ingredienti in modo da abbinarlo nella maniera più corretta alla propria alimentazione. Se si è a dieta, è preferibile non eccedere nel suo consumo. Quanto berne?

In via del tutto generale, un bicchiere al giorno è una quantità ragionevole. Da sottolineare è il fatto che il prezzo del latte di noce sia piuttosto elevato, almeno in confronto alle altre tipologie di bevande vegetali.

Latte di noci a confronto

Il latte di noci è uno dei latti vegetali più salutari: le noci frullate in esso contenute sono molto facili da assimilare. A differenza del latte vaccino, ma anche della maggior parte delle alternative vegetali a questo, contiene più grassi, seppur per la maggior parte si tratti di acidi grassi omega -3. Il contenuto calorico non è molto differente da quello di origine animale parzialmente scremato. Per ovvi motivi, quello di noci è molto simile, per quanto riguarda l’apporto nutrizionale, al latte di mandorla.

Fonte: Brian Suman

Latte di noci fatto in casa, la ricetta

Come fare il latte di noci in casa? Realizzare tale bevanda vegetale e godere dei benefici di un latte tanto nutriente e ipocalorico diventato così popolare nell’ultimo decennio, è molto semplice. Tutto quello che serve è:

Ingredienti

  • 100 g di noci
  • 750 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di zucchero di cocco (facoltativo)

Preparazione

  • Metti a bagno le noci da qualche ora a tutta la notte per farle ammorbidire. Scolale e risciacquale con acqua corrente.
  • Trasferiscile nel frullatore insieme all’acqua e frulla per circa un minuto alla massima potenza.
  • Filtra quanto ottenuto utilizzando un sacchetto per latte di noci (o, in sua mancanza, un panno di cotone pulito). Strizza bene.
  • Raccogli il latte di noci in una bottiglia di vetro o in un barattolo. Avvita il tappo o il coperchio e conserva in frigo per un massimo di cinque giorni.

Non gettare la polpa che avrai filtrato: potrebbe esserti utile per preparare frullati, muesli, muffin o barrette energetiche. Inoltre, nel caso in cui tu abbia dimenticato di tenere in ammollo le noci, puoi sempre saltare tale passaggio. Tuttavia, metterle a bagno durante la notte fa sì che aumenti la loro attività enzimatica e consente un maggiore assorbimento dei loro nutrienti da parte dell’organismo. Inoltre, rende il latte di noci più facilmente digeribile.

Varianti del latte di noci

Trattandosi di un alimento dal sapore piuttosto neutro, il latte di noci si può aromatizzare a piacere. Ad esempio, lo si può addolcire unendo un paio di datteri tritati o dell’uvetta sultanina. Si può anche ricorre a dolcificanti naturali quali sciroppo d’acero, malto d’orzo o miele.

Puoi unire del cacao amaro in polvere per ottenerne una versione più golosa, oppure del caffè per sorseggiare una bevanda adatta alla colazione. Unisci della frutta fresca a piacere per dare vita a delle bevande rinfrescanti e nutrienti da sorseggiare in ogni occasione.

Fonte: Pezibear

Latte di noci, come utilizzarlo

A cosa serve il latte di noci? I suoi possibili usi sono tanti e variegati. Come sostituto del latte vaccino si può usare in sua vece nelle ricette dolci e salate che lo prevedono. Si può bere a colazione da solo o insieme a cereali, granola, biscotti o lievitati; se ne può fare un cappuccino o un latte macchiato. Lo si può ampiamente sfruttare nella realizzazione di dolci quali torte e ciambelloni, muffin, biscotti, pancake, brioche ma anche di dessert al cucchiaio come budini, mousse, ed ancora frullati.

A chi si chieda se il latte di noci si può scaldare, rispondiamo che sarebbe preferibile di no in quanto le alte temperature tendono a far perdere i nutrienti tipici del prodotto e a cambiarne la consistenza. Più in generale, quando si scaldano diversi tipi di latte vegetale, può accadere che questi si separino in due fasi, si sedimentino attaccandosi sul fondo o si addensino assumendo la consistenza di un budino.

Conclusioni

Il latte di noci – il cui sapore è delicato e dolce – è uno dei latti vegetali più salutari: è caratterizzato da parecchi benefici per la salute. È utile per controllare il colesterolo e come protettore cardiovascolare. Favorisce la concentrazione e migliora la memoria, è adatto ai celiaci, agli intolleranti al lattosio e a chi segue un’alimentazione di tipo vegano.

Il contenuto di antiossidanti e minerali lo rende ideale per gli atleti e per gli studenti. È controindicato, però, per chi sia affetto da una intolleranza o un’allergia a tale tipologia di frutta secca in quanto potrebbe andare incontro a reazioni allergiche avverse di gravità variabile da lieve a preoccupante. Meglio non rischiare rinunciando a berlo.

Altri approfondimenti

Seguici anche sui canali social