Greenstyle Cani Dalmata

Dalmata

Il carattere del Dalmata, l'aspetto e il colore del mantello, salute e malattie e curiosità sulla razza diventata famosa per La carica dei 101.

Dalmata

Il Dalmata è una razza canina molto nota, anche se attualmente poco diffusa. Dopo un periodo in cui era in auge per via del film Disney La carica dei 101, progressivamente la sua presenza nelle case italiane si è andata riducendo. Ma andiamo a conoscere meglio questa razza, vedendo storia e origini, aspetto, colore del mantello, peso, carattere, prezzo di un cucciolo e qualche curiosità.

Storia e origini

dalmata neve
Fonte: Pixabay

Il Dalmata è una delle razze di cani più antiche. Nonostante non si conoscano esattamente la storia e le origini, ecco che in alcuni dipinti nelle chiese del XVI e XVIII secolo si trovano dei cani che sembrano Dalmata. Si pensa che la razza abbia avuto origine nella zona del Mediterraneo orientale, soprattutto nella provincia della Dalmazia.

Le prime descrizioni della razza risalgono al 1719, mentre per il primo standard di razza dobbiamo aspettare il 1882. Il Dalmatian Club of England venne creato nel 1890, mentre il primo standard della FCI è del 1955.

Non si sa esattamente da quali incroci derivi. Qualcuno ipotizza che discenda dal Bracco del Bengala, estinto, altri che derivi da incroci fra Bull terrier e Pointer. Altri ancora, poi, sostengono che Alano arlecchino e Dalmata abbiano il medesimo antenato. La FCI, come antenato, parla solamente del Pointer d’Istria.

Aspetto e colore del mantello del Dalmata

dalmata punta
Fonte: Pixabay

Il Dalmata è la razza n.153 della FCI. Originaria della Croazia, fa parte del Gruppo 6 – Segugi e razze affini, Sezione 3 – Razze affini. Viene utilizzato come cane da caccia, cane da compagnia e di famiglia.

È un cane di media taglia dalla testa mesocefala con orecchie pendenti. Il corpo è forte e muscoloso.

Standard di razza del Dalmata

Questo è lo standard di razza ENCI del Dalmata:

  • Testa: cranio piatto leggermente tondo lateralmente, stop moderatamente pronunciato, tartufo grande con narici larghe e di colore uguale alle macchie. La mascella è forte e ben sviluppata, la canna nasale rettilinea. Le mascelle hanno una chiusura a forbice (chiusura a tenaglia concessa solo nei cani anziani). Gli occhi sono ovali, di colore uguale alle macchie. Le orecchie sono inserite alte, aderenti e con punta arrotondata: le orecchie non devono essere totalmente nere o fegato, ma devono sempre essere maculate
    Collo: forte e lungo, senza giogaia
    Corpo: garrese ben definito, dorso potente e orizzontale, rene muscoloso, groppa muscolosa, torace profondo, costole ben curvate. Linea ventrale moderatamente retratta
    Coda: forte alla radice, più sottile verso la punta e portata a sciabola. Possibilmente deve avere macchie
    Arti: anteriori dritti e verticali, metacarpo forte, piedi con dia chiuse e cuscinetti forti. Posteriori paralleli, coscia muscolosa e piedi con dita chiuse
    Andatura: movimento elegante e armonico

Colore del mantello del Dalmata

Il Dalmata ha il mantello corto, duro e fitto. Il colore di fondo è bianco puro. Esistono varietà:

  1. a macchie nere
  2. a macchie fegato (è il dalmata marrone)

Le macchie devono essere distribuite su tutto il corpo, rotonde, nette e senza mescolanza con il bianco di fondo. Anche la grandezza deve essere uniforme con diametro di 2-3 cm. Nei cani fegato le macchie sono più piccole. Anche le macchie su testa e arti devono essere più piccole rispetto a quelle sul corpo. Possibilmente è richiesta la presenza di macchie sulla coda, più piccole rispetto a quelle sul corpo.

La moschettatura sul corpo non è richiesta e viene penalizzata. Le macchie non devono fondersi fra di loro. Le macchie estese non sono desiderate.

Taglia: altezza e peso

Come dimensioni, l’altezza al garrese del Dalmata deve essere:

  • maschi: 56-62 cm
  • femmine: 54-60 cm

Lo standard di razza non specifica il peso del Dalmata, ma in generale deve essere:

  • maschi: 15-32 kg
  • femmine: 16-24 kg

Difetti

Qualsiasi deviazione dallo standard viene considerato un difetto. Fra i difetti eliminatori ci sono:

  • cani aggressivi o troppo paurosi
  • cani con evidenti anormalità fisiche o problemi comportamentali
  • linea craniale convergente
  • mancanza di più di 6 premolari (la mancanza dell’M3 non è un difetto)
  • entropion, ectropion, occhi di colori diversi (eterocromia) e occhi blu
  • tartufo non pigmentato
  • coda ad anello
  • macchie nere su uno o entrambi gli occhi, macchie estese
  • tricolore, colore brindle, macchie limone/arancio/blu e mantello totalmente bianco
  • pelo duro o pelo lungo
  • sordità

Carattere del Dalmata

dalmata gioca
Fonte: Pixabay

Il Dalmata è un cane dal carattere amichevole: non deve mai essere timido, nervoso o aggressivo. È vivace e dolce, fedele e intelligente, facile da educare. È anche abbastanza autonomo.

Come razza, ama nuotare e passeggiare. Da non sottovalutare il suo istinto alla caccia specie se deve convivere con altri animali più piccoli.

Adora giocare e essere coccolato dal suo umano. Si adatta a vivere bene anche in appartamento, a patto di fare sufficiente attività fisica.

A chi è adatto?

Il Dalmata è un cane adatto ai neofiti, alle famiglie con bambini (a patto di saperlo educare correttamente) e alla vita in appartamento.

Alimentazione, salute e malattie

Per quanto riguarda l’alimentazione del Dalmata, particolare attenzione bisogna prestare ai soggetti che soffrono di calcolosi da urati di ammonio: esiste un’alimentazione commerciale apposita per tali cani.

Questo vale sia per i cani per cui sceglierai un’alimentazione di tipo commerciale (crocchette o scatolette), sia un’alimentazione di tipo casalingo. La dose del cibo varia a seconda della marca acquistata.

Malattie

Oltre alle classiche malattie che tutti i cani possono sviluppare indipendentemente da razza e taglia, nel Dalmata sono particolarmente frequenti:

  • calcoli di urati
  • sordità congenita
  • tiroidite autoimmune
  • displasia dell’anca
  • displasia del gomito
  • rottura del legamento crociato
  • atopia
  • dermatiti e otiti
  • cardiomiopatia dilatativa
  • cheratocongiuntivite secca
  • entropion
  • ectropion
  • paralisi laringea
  • neoplasie

Dove trovare un Dalmata

Puoi trovare cuccioli di Dalmata in vendita presso allevamenti con affisso Enci, allevamenti amatoriali o anche privati che fanno cucciolate.

In alternativa prova a contattare i canili, i rifugi o le Rescue che si occupano del recupero di specifiche razze.

Se decidi di optare per annunci online, assicurati di scegliere solamente siti affidabili.

Ricordati anche che in Italia, per legge, non è possibile vendere, cedere o regalare nessun cane (di razza o meticcio) sprovvisto di microchip. Il microchip deve essere intestato al proprietario della fattrice e poi deve essere effettuato passaggio di proprietà al nuovo proprietario.

Quanto costa un cucciolo di Dalmata

dalmata cucciolo
Fonte: Pixabay

Un cucciolo di Dalmata costa dai 500 ai 1.500-1.800 euro, molto dipende dalla genealogia e dall’allevamento. Il prezzo di un cucciolo potrebbe comunque essere variabile. Per essere sicuri che sia un vero Dalmata, l’unico modo è assicurarsi che il cucciolo venga venduto corredato di Pedigree: in assenza di Pedigree, per la legge italiana, quel cucciolo non può essere venduto come Dalmata e considerato dunque di razza, ma solo come cane che assomiglia a tale razza.

Curiosità

Ecco qualche piccola curiosità sul Dalmata:

  • I Dalmata, resi famosi dal lungometraggio Disney de La carica dei 101, dopo l’exploit iniziale (all’epoca si vedevano cuccioli di Dalmata ovunque), sono andati abbastanza scemando come popolarità
  • I cuccioli di Dalmata appena nati sono bianchi: le macchie cominciano a comparire intorno alle 2 settimane di vita
  • Non esiste il Dalmata nano e non esiste il Dalmata a pelo lungo: cuccioli nani o cuccioli a pelo lungo o sono meticci o nati con qualche difetto dello standard
  • Se ti stai chiedendo quanti anni vive un cane Dalmata, ebbene, purtroppo non è una razza molto longeva: nonostante sia di media taglia, la durata di vita media è di 10-13 anni
  • Secondo la psicologa canina Stanley Coren, che ha stilato una classifica empirica delle razze di cani più intelligenti (basandosi su quanto velocemente i cani imparassero i nuovi comandi), il Dalmata si piazza in 39esima posizione (su un totale di 79 razze esaminate)

Perché prendere un Dalmata?

Il Dalmata è un cane da compagnia ideale. Si adatta bene alla vita in appartamento grazie anche alle sue dimensioni non eccessive. È un cane intelligente e facilmente adattabile, giocherellone e vivace. Non proprio robustissimo come salute, potrebbe necessitare di qualche controllo in più dal veterinario.

Seguici anche sui canali social