Greenstyle Sostenibilità Economia Agenda 2030, obiettivo 8: lavoro dignitoso e crescita economica

Agenda 2030, obiettivo 8: lavoro dignitoso e crescita economica

L'Obiettivo 8 dell'Agenda 2030 promuove il lavoro e la crescita economica, e mira a creare opportunità di lavoro che siano eque e dignitose per tutti, in tutti i Paesi del mondo. L'ottavo obiettivo punta soprattutto a sradicare il lavoro forzato, la schiavitù moderna, a ridurre la disoccupazione e stimolare al contempo la crescita economica dei Paesi.

Agenda 2030, obiettivo 8: lavoro dignitoso e crescita economica

Fonte immagine: iStock

L’obiettivo 8 dell’Agenda 2030 mira a favorire una crescita economica duratura, che sia inclusiva e sostenibile a livello globale, e punta a garantire un lavoro dignitoso per tutti. Un obiettivo senz’altro difficile da raggiungere, specialmente se si considera che anche nel nostro Paese, siamo ben lontani da questa ambita meta.

In questo articolo vedremo quali sono i goal fissati attraverso l’Obiettivo 8 dell’Agenda 2030, qual è la situazione attuale e gli altri traguardi da conseguire entro la fine di questo decennio.

Lavoro dignitoso e crescita economica: qual è la situazione attuale?

Secondo le stime, ad oggi circa 200 milioni di persone nel mondo non hanno un lavoro. La mancanza di un impiego che sia remunerato in maniera dignitosa porta molte persone a vivere sulla soglia della povertà, o spesso ben al di sotto di essa. Ancora troppe persone sono costrette al lavoro forzato, vengono sfruttate in quella che viene definita una “schiavitù moderna”, private di ogni genere di diritto.

Per arginare il problema e favorire uno sviluppo sostenibile che sia davvero globale e democratico, l’Agenda 2030 si pone l’intento – riassunto per l’appunto nell’ottavo obiettivo – di favorire l’aumento dei posti di lavoro e una maggiore crescita economica a livello globale.

Una tale crescita economica, però, dovrebbe andare di pari passo con la tutela dell’ambiente. Creare nuove opportunità di lavoro non deve comportare la distruzione di risorse naturali. Inoltre, perché questi buoni propositi possano trasformarsi in fatti concreti, è necessario che la crescita economica sia davvero democratica e universale, su tutti gli strati del tessuto sociale.

Agenda 2030, Obiettivo 8: i traguardi

obiettivi 2030
Fonte: iStock

Ma vediamo, concretamente parlando, quali sono i 12 cambiamenti da attuare entro questo decennio secondo l’obiettivo 8 dell’Agenda venti trenta:

  • 8.1: Favorire la crescita economica pro capite, con particolare attenzione ai Paesi in via di sviluppo, dove si auspica una crescita annua pari ad almeno il 7% del PIL.
  • 8.2: Migliorare gli standard di produttività economica grazie alle nuove tecnologie e a un processo di diversificazione e innovazione.
  • 8.3: Favorire lo sviluppo dei Paesi adottando politiche volte a creare posti di lavoro dignitosi, incoraggiare la crescita delle piccole e medie imprese anche attraverso appositi incentivi finanziari
  • 8.4: Favorire una crescita economica sostenibile
  • 8.5: Assicurare un lavoro dignitoso e adeguatamente retribuito a donne e uomini (inclusi giovani e persone con disabilità), e un’equa remunerazione
  • 8.6: Ridurre la disoccupazione giovanile
  • 8.7: Contrastare in modo concreto e drastico il lavoro forzato, la schiavitù moderna e la tratta di esseri umani, il lavoro minorile (incluso il reclutamento dei bambini-soldato)
  • 8.8: Favorire la creazione di un ambiente lavorativo sano e sicuro per tutti, inclusi immigrati, donne e lavoratori precari
  • 8.9: Favorire lo sviluppo di un turismo sostenibile che sia fonte di nuovi posti di lavoro
  • 8.10: Favorire il ricorso a servizi bancari e finanziari rafforzando la capacità degli istituti finanziari interni
  • 8.a: Incrementare il sostegno all’assistenza per il commercio per i Paesi in via di sviluppo, e in special modo quelli meno sviluppati
  • 8.b: Elaborare e attuare strategie per promuovere l’occupazione giovanile e attuare il Patto Globale per l’Occupazione dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro.

Agenda 2030, i 17 obiettivi

Se vuoi conoscere e approfondire l’argomento dell’Agenda 2030, qui puoi trovare tutti e 17 gli obiettivi del programma:

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Cos’è l’agricoltura verticale e quali vantaggi ha?
Economia

La vertical farming o agricoltura verticale è una tecnica di coltivazione che si basa su strutture verticali, soprapposte l’una sull’altra. Con questa tecnica si riduce drasticamente lo sfruttamento del suolo e si incrementa al tempo stesso la produzione di frutta, verdure e cereali. Ma quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’agricoltura verticale?