Greenstyle Benessere Acido borico: cos’è e come adoperarlo per l’igiene personale

Acido borico: cos’è e come adoperarlo per l’igiene personale

L’acido borico è una sostanza spesso impiegata nel trattamento di irritazioni e infezioni cutanee, ma può essere usata anche per prendersi cura degli occhi, per pulire le orecchie e per lavaggi intimi, soprattutto in presenza di infezioni vaginali. Ma sapevi che l’acido borico è anche un noto insetticida? Gli usi di questo composto sono davvero molti, ma è importante conoscerne anche i possibili rischi e le controindicazioni.

Acido borico: cos’è e come adoperarlo per l’igiene personale

Fonte immagine: Pixabay

L’acido borico è una sostanza che viene frequentemente impiegata come insetticida, per eliminare scarafaggi e formiche, ma non solo. In effetti, si tratta di ben più di un semplice repellente o veleno per insetti. Con il nome “acido borico”, o acido ortoborico, si indica un acido debole, che viene impiegato in numerosi ambiti, da quello farmaceutico al campo dell’industria.

Si tratta di una sostanza che vanta diverse proprietà utili, come quelle antibatteriche e quelle antisettiche. Viene impiegata come rimedio contro gli insetti o anche come disinfettante, ma anche come rimedio per la cura di infezioni cutanee, oculari o vaginali.

Le donne possono fare ricorso all’acido borico per lavaggi intimi e per combattere le infezioni vaginali, ma questo composto può rivelarsi utile anche nel trattamento delle infezioni oculari. Insomma, si tratta di un elemento davvero versatile, un composto poliedrico che vale la pena conoscere.

In questo articolo vogliamo vedere per cosa si usa l’acido borico, che differenza c’è tra acido borico e acqua borica e quali sono i rischi per la salute quando si viene esposti a quantità eccessive di questo composto.

Cos’è l’acido borico?

Acido borico
Fonte: Pixabay

Chimicamente parlando, l’acido ortoborico (H3BO3) è definito come un ossiacido del boro trivalente, considerato un acido debole, che si forma dall’idratazione dell’anidride borica, uno degli ossidi del boro. L’acido ortoborico, che si presenta sotto forma di polvere bianca, vanta una lunga serie di benefici.

A questo composto, infatti, sono attribuite proprietà:

  • Antimicotiche
  • Antibatteriche
  • Antivirali
  • Insetticide
  • Disinfettanti
  • Antisettiche.

Proprio in virtù di questa lunga serie di effetti, il composto è da lungo tempo impiegato negli ambiti più disparati. L’ingrediente è spesso contenuto negli insetticidi, nei prodotti per la pulizia della casa e nei disinfettanti.

Per quanto riguarda la salute umana, il composto è solitamente presente in concentrazioni del 3% nei prodotti per la cura della pelle, per il trattamento delle infezioni oculari e vaginali.

Cos’è l’acqua borica?

Insieme al termine “acido borico”, probabilmente avrai sentito parlare anche dell’acqua borica, un prodotto che deriva dalla diluizione dell’acido borico in acqua depurata.

L’acqua borica viene impiegata per la cura di molte condizioni, proprio per via degli effetti antibatterici, antisettici e antimicotici sopra menzionati.

Per questo motivo, puoi trovare questo ingrediente nella formulazione di prodotti per trattare infezioni o scottature della pelle, nei prodotti per la cura degli occhi e delle orecchie.

In commercio puoi trovare anche le bustine di acido borico in polvere, da sciogliere con acqua per ottenere una soluzione da applicare localmente sulle zone di pelle da trattare.

Quando si usa l’acido borico per la salute e l’igiene personale?

Fonte: Pixabay

Come abbiamo potuto constatare, l’acido ortoborico trova impiego in moltissimi ambiti. Di seguito, ci concentreremo sull’utilizzo del composto per il trattamento di alcune condizioni di salute.

In tal senso, l’acido borico può essere usato per:

  • Trattare ustioni di lieve entità, purché non venga mai applicato su ferite aperte
  • Alleviare le irritazioni della pelle e le screpolature
  • Ridurre il fastidio causato dalle punture di insetto
  • Combattere il problema dell’acne: l’acido borico, grazie alla sua azione antibatterica, aiuta a trattare questa malattia della pelle
  • Pulire le orecchie e combattere le otiti: prima di utilizzare l’acido borico nell’orecchio, chiedi consiglio al tuo medico curante o a un farmacista di fiducia
  • Trattare alcune infezioni degli occhi: l’acido borico oftalmico viene impiegato per curare le infezioni che possono colpire gli occhi, ma anche per ridurre la secchezza oculare e alleviare le irritazioni agli occhi dovute a corpi estranei
  • Trattare le infezioni vaginali: l’acido borico, unito ad altri rimedi, viene spesso impiegato per i lavaggi intimi, per combattere le infezioni da candida, la vaginite batterica e altre infezioni. Anche in questo caso, prima di fare ricorso a questo trattamento, ti consigliamo di rivolgerti al tuo ginecologo di fiducia
  • Prevenire le micosi: per via della sua attività antimicotica, l’acido borico viene impiegato anche per prevenire il piede d’atleta o ridurre l’eccessiva sudorazione dei piedi.

Dove si può trovare l’acido borico?

Le bustine e le soluzioni di acido borico 3% sono disponibili in farmacia, in parafarmacia e nei negozi on line, quando non necessitano di ricetta medica.

In base alle specifiche necessità, è possibile acquistare acido borico per uso cutaneo, per trattare le infezioni oculari o per uso vaginale e così via. Per maggiori chiarimenti, ti consigliamo di rivolgerti al tuo medico o al farmacista.

Acido borico come insetticida

Fonte: Pixabay

Oltre che per trattare molti disturbi e condizioni mediche minori, è possibile usare l’acido ortoborico anche come insetticida, per combattere il problema degli scarafaggi in casa. Il prodotto torna utile anche per eliminare formiche rosse, termiti, pesciolini d’argento e altri insetti.

Acido borico: pericolosità

Poiché si tratta di una sostanza pericolosa, l’utilizzo di insetticidi di questo tipo dovrebbe avvenire sempre con la dovuta cautela, specialmente se in casa vi sono bambini o animali domestici.

L’avvelenamento da acido borico potrebbe avvenire in seguito a una ripetuta esposizione a questa sostanza o in seguito a un’ingestione accidentale, potrebbe causare sintomi come:

  • Vomito
  • Diarrea
  • Shock
  • Comparsa di macchie rosse sulla pelle.

Sia che tu scelga di acquistare un insetticida con acido borico, sia che utilizzi un prodotto ad applicazione cutanea o quant’altro, il prodotto deve essere sempre impiegato con la dovuta cautela.

L’acido ortoborico, ad esempio, non deve essere applicato su aree di pelle troppo estese, su ferite o lesioni o in quantità elevate, in quanto potrebbe comportare degli effetti avversi gravi, tossicità da accumulo.

Impiegato nel modo corretto e nelle giuste quantità, il prodotto è considerato sicuro per la salute, tuttavia non deve mai essere impiegato nei bambini di età inferiore ai 3 anni, e mai senza aver prima vagliato il parere del pediatra o del medico.

Il prodotto non va mai ingerito, ragion per cui è sempre importante tenere la confezione fuori dalla portata e dalla vista di bambini e animali.

Controindicazioni

Il rimedio è sconsigliato per le donne in gravidanza o per coloro che sono affetti da patologie come diabete o disturbi del sistema immunitario. Il prodotto è inoltre sconsigliato in caso di ipersensibilità verso il principio attivo o uno degli eccipienti.

In tutti i casi, prima di utilizzare questo tipo di rimedio, chiedi consiglio al tuo medico, e informalo in merito a qualsiasi tipo di farmaco o rimedio naturale tu abbia assunto nelle precedenti 2 settimane.

 

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

PFOA: cos’è, dove si trova e rischi per la salute
Salute

Il PFOA, o acido perfluoroottanoico, è un composto chimico utilizzato nella produzione di vari prodotti di consumo, in primis, i rivestimenti antiaderenti di pentole e padelle ed i tessuti impermeabili. Può contaminare l’acqua, il suolo e l’aria, e comportare rischi per la salute umana – grazie anche alla capacità che ha di permanere a lungo dopo il rilascio – dovuti alla correlazione esistente tra tale sostanza e il cancro nell’uomo.