Lo yogurt è un alimento sano e nutriente, per chi ama il latte e la cremosità, per questo negli ultimi anni si è diffusa la moda di prepararlo in casa. Sono aumentate quindi le vendite delle yogurtiere casalinghe, che complete di vasetti facilitano la produzione in proprio. Ma per chi ama cimentarsi con la realizzazione fatta a mano, senza l’utilizzo di macchinari, suggeriamo qualche trucco facile e immediato. E preparare uno yogurt sano, denso e cremoso sarà facilissimo.

Cosa vi serve? Due litri di latte biologico di mucca preferibilmente a lunga conservazione e intero (eventualmente a piacere un litro di latte di capra); un thermos da uno o due litri; una pentola d’acciaio pulita con una capacità tripla rispetto al latte impiegato; barattoli o vasetti di vetro puliti e asciutti, come ad esempio quelli da miele o marmellata; un vasetto di yogurt bianco naturale e biologico con la data di produzione molto vicina a quella dell’acquisto per ottenere fermenti lattici molto vitali (un vasetto da 125ml per 2 litri di latte potrà bastare); un mestolo; un cucchiaio d’acciaio; una scatola di legno o cartone con coperchio e un vecchio maglione di lana che non utilizzate più.

Prima di procedere togliete dal frigorifero il vasetto di yogurt e il latte e consentite a entrambi di raggiungere la temperatura ambiente, in modo da evitare ai fermenti lattici uno sbalzo termico. Aprite il vasetto di yogurt e a parte riscaldate il latte a fiamma media portandolo a ebollizione, quindi diminuite la fiamma lasciandolo cuocere per dieci minuti. Spegnete e lasciate raffreddare fino a raggiungere la temperatura di 42°, inserite un dito per testare direttamente se la temperatura raggiunta sia calda/tiepida al punto giusto. Eliminate quindi la pellicola creatasi con la cottura. A questo punto versate lo yogurt in una ciotola e ammorbiditelo con un po’ di latte preparato, quindi versate il tutto nella pentola e mescolate accuratamente con il mestolo per un composto omogeneo.

Travasate il composto nei vasetti puliti, fino a 2cm dal bordo, e sigillateli accuratamente perché non entri l’aria. Riponete i barattoli nella scatola di cartone avvolgendoli con il maglione, quindi coprite con un coperchio e riponete il tutto al buio in una zona calda. ad esempio all’interno di un mobiletto dove la temperatura superi di poco i 40°. Dopo 6 ore di attesa lo yogurt sarà pronto e andrà conservato in frigorifero, bloccando la fermentazione con il freddo e impedendo che diventi troppo acido. Preparato in questo modo si potrà conservare per almeno 7 giorni, superati i quali (non oltre i 15 giorni) potrete utilizzarlo per creare nuovo yogurt casalingo.

Un’alternativa alla scatola è il thermos: potrete versarvi il composto prodotto, sigillarlo e attendere a temperatura ambiente per massimo 48 ore prima di versalo nei barattoli.

Anche in questo caso la conservazione in frigorifero è di sette giorni massimo dieci. Lo yogurt è così pronto per essere gustato, mescolato con cereali e frutta di stagione e addolcito con un cucchiaino di miele.

7 settembre 2011
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento