Semi di Chia: proprietà curative e usi

I semi di Chia provengono dalla stessa famiglia della menta (Lamiaceae), e sono originarie del Messico e del Guatemala. La storia racconta che i semi di Chia fossero coltivati dagli Aztechi. Nei Paesi d’origine le colture di Chia sono rimaste stabili, mentre erano sono stati in gran parte sconosciuti in Europa e in Nord America fino a qualche decennio fa.

Tra gli effetti positivi dei semi di Chia sugli esseri umani vi sarebbero un grande incremento di energia nell’organismo, la stabilizzazione dei livelli di glicemia, il miglioramento della digestione e l’abbassamento del colesterolo.

Questi piccoli semi, il cui colore varia dal bianco al marrone scuro al nero, hanno un ottimo profilo nutrizionale: contengono infatti calcio, manganese e fosforo, e sono una grande fonte di acidi grassi Omega 3. Inoltre, mentre i semi di lino devono essere macinati prima del consumo, i semi di Chia possono essere assunti anche interi.
Per ciò che riguarda il colore, sono una buona scelta sia i semi bianchi che marrone scuro, mentre è meglio evitare i semi rossi (che indicano che i semi di Chia non sono ancora maturi) sia i semi neri molto piccoli, che potrebbero non essere buoni. In genere i semi di Chia si trovano nei supermercati biologici e nei negozi di alimentari naturali.

Il loro gusto molto delicato li rende ottimi per essere aggiunti a tutto, tipo nelle insalate, nel pane tostato o in aggiunta ai frullati o al gelato. Il loro sapore molto leggero fa sì che non cambino il gusto del piatto che vanno ad arricchire.

Quali sono le ragioni per consumare semi di Chia?

  • Sono un’ottima fonte di acidi grassi Omega-3, fondamentali per la salute del cervello.
  • Contengono calcio, che diventa a sua volta fondamentale per le donne con l’osteoporosi e per mantenere denti e ossa forti.
  • Contengono il manganese, che aiuta l’organismo a utilizzare altri nutrienti essenziali, come la biotina e la tiamina. 28 grammi di semi di Chia contengono il 30% della razione giornaliera raccomandata di manganese.
  • Contengono fosforo, che è utilizzato dal corpo per sintetizzare le proteine, in modo da riparare e sviluppare cellule e tessuti.
  • Contengono molte proteine, di cui sono un’ottima fonte: 28 grammi di semi di Chia contengono 4,4 grammi di proteine.
  • Combattono il grasso addominale. L’effetto stabilizzante che i semi di Chia hanno sulla glicemia combatte anche l’insulino-resistenza, che a sua volta può essere collegata ad un aumento del grasso a livello addominale. Questo tipo di grasso può essere dannoso anche per la salute in generale.
  • Contengono il triptofano, un amminoacido che aiuta a regolare l’appetito e migliora l’umore.
  • Migliorano la salute del cuore. Infatti alcuni studi hanno dimostrato che i semi di Chia migliorano pressione sanguigna nei diabetici, e aumentano il colesterolo sano riducendo il colesterolo totale, il colesterolo cattivo (LDL) e i trigliceridi. Tutte ottime notizie per il cuore!

Semi di Chia: verità e leggende

Quando il nome di qualche alimento non è comune, il suo ‘essere esotico’ lo rende affascinante e misterioso al tempo stesso. Ed è così che, spesso e volentieri, il cibo in questione diventa oggetto di vere e proprie dicerie, positive o negative che siano. Lo stesso avviene con i semi di Chia.

Vediamo insieme, però, cosa è vero e cosa è falso a proposito di questi concentrati di benessere.

I semi di chia Messicani sono i migliori. FALSO. I semi di Chia sono coltivati non solo in America Centrale, ma anche nel Sudamerica, in Oceania e in Africa. Allo stato attuale, sembra che le migliori coltivazioni di semi di Chia siano in Australia e in Bolivia.

Con solo due cucchiai di semi di Chia al giorno aumenta l’efficienza dell’organismo. VERO. In due cucchiai di semi di chia vi sono 5 grammi di Omega 3, e questo contenuto di acidi grassi sono equiparabili solo da mezzo chilo di pesce. Per chi non fosse ancora convinto della completezza degli alimenti di origine vegetale, ce ne sono di verità su cui riflettere!

I semi di Chia aiutano gli studenti alle prese con memoria e concentrazione. VERO. Questo è da ricondurre all’alto contenuto di Omega 3 in questi semi. Gli Omega 3 favoriscono la concentrazione, migliorano la vista dei bambini costretti sui compiti per molte ore, e sono necessari per il normale funzionamento della corteccia cerebrale, dove hanno sede funzioni come il ragionamento e la capacità mnemonica.

I semi di Chia funzionano meglio se miscelati con l’acqua. FALSO. Vi sono vari studi che dimostrano che il corpo assimila i vari nutrienti dei semi di Chia senza che prima vengano messi in ammollo.

I semi di Chia prevengono le malattie cardiovascolari. VERO. Infatti gli Omega 3 riducono il colesterolo cattivo nel sangue, andando a prevenire le malattie cardiovascolari e mantenendo il cuore sano.

Gli Omega 3 dei semi di Chia sono di qualità inferiore rispetto a quelli contenuti nel pesce. FALSO. Gli Omega 3 dei semi di Chia vengono assimilati dall’organismo esattamente come gli Omega 3 provenienti dal pesce.

I semi di Chia sono anticancerogeni. VERO. Gli Omega 3 di origine vegetale dei semi di Chia diminuiscono la possibilità di ammalarsi di cancro, avendo anche proprietà anti-infiammatorie e anti-ossidanti.

L’unica domanda che, a questo punto, c’è da farsi è: qual è il negozio biologico più vicino a casa che vende i semi di Chia?

15 aprile 2014
I vostri commenti
lino, martedì 7 febbraio 2017 alle12:29 ha scritto: rispondi »

ciao a tutti li posso prendere i semi di chia in un bicchiere di acqua mettendo 3 cucchiaini poi dopo quanti minuti posso bere il tutto grazie fatemi sapere sui primi piatti li metto sopra e posso mangiarli subito ho devo aspettare che si forma il gel poi non vanno tritati fatemi sapere

marina, domenica 5 luglio 2015 alle13:31 ha scritto: rispondi »

quanti benefici! e controindicazioni non ne ha????

ila, sabato 6 giugno 2015 alle14:44 ha scritto: rispondi »

Allora cosa ne dici dopo mesi di utilizzo?

romolo, domenica 19 ottobre 2014 alle17:55 ha scritto: rispondi »

e da poco che conosco la chia ne avevo sentito parlare dei benefici che produce questo medicamento naturale,e quindi incuriosito ho voluto provare acquistandone un kg visto che mi trovavo in brasile......ho iniziato da poco la cura e quindi vi farò sapere più in la gli effetti benefici conquistati con la chia.....ciao a tutti romolo

alessandro, giovedì 9 ottobre 2014 alle16:06 ha scritto: rispondi »

I semi di chia quelli piccoli e neri sono ottimi. Bisogna evitare quelli di colore rosso perchè non sono maturi. Ciao Alessandro

Lascia un commento