D’estate si trascorre più tempo all’aria aperta. Grazie alle temperature miti e al meteo clemente anche pranzi e cene nei mesi estivi si svolgono in giardino, in terrazzo o al parco, organizzando dei picnic rilassanti nel verde.

All’esterno è però più difficile tenere sotto controllo l’igiene dei cibi e proteggere le pietanze dal rischio di contaminazione. Le alte temperature possono inoltre provocare un rapido deterioramento degli alimenti, esponendo al pericolo di un’intossicazione alimentare.

Per evitare rischi per la salute e concedersi picnic estivi sicuri e spensierati è bene adottare alcuni semplici accorgimenti. I cibi a cui bisogna prestare particolare attenzione sono quelli che vanno soggetti a un facile deperimento a causa delle alte temperature come la maionese, le uova sode, le insalate di pasta e di patate, le salse e i formaggi.

Si tratta di cibi freschi che vengono serviti spesso ai barbecue e ai picnic. Gli esperti consigliano di non esporre il cibo all’aria aperta fino al momento di servirlo. I cibi freschi dovrebbero essere mantenuti a una temperatura di 4-5°C nelle borse termiche o nel frigo portatile.

Se la temperatura esterna supera i 32°C i cibi non dovrebbero rimanere fuori dal frigo per oltre un’ora prima di essere consumati. Per mantenere i cibi al fresco è possibile disporre i piatti da portata e i contenitori direttamente sul ghiaccio, scolando l’acqua e aggiungendo altro ghiaccio quando i cubetti iniziano a sciogliersi.

Per quanto riguarda i cibi caldi, come la pasta al forno, è bene mantenerli in caldo fino al momento di consumarli, evitando di esporli per oltre 2 ore a temperature superiori ai 32°C. Per mantenere le pietanze calde, come appena sfornate, è possibile usare fornellini elettrici e aiutarsi con dei coperchi. È opportuno prestare attenzione ai bambini piccoli e agli anziani per evitare che inciampino nelle prese dei fornellini.

Per picnic e grigliate sicure è poi fondamentale adottare precauzioni particolari per le carni fresche da arrostire sulla griglia. La carne non dovrebbe mai essere scongelata a temperatura ambiente. Prima del picnic, posizionate bistecche e salsicce in frigo in modo da farle scongelare lentamente.

Le carni vanno tenute coperte e adeguatamente protette da ogni contatto con l’esterno fino al momento della cottura. La carne e il pesce andrebbero cotti a una temperatura non inferiore ai 62°C; la carne macinata va invece cotta a una temperatura di almeno 71°C, mentre il pollame va cucinato a una temperatura di 73°C. Utilizzate un termometro da cucina per controllare la temperatura ottimale.

Per preservare la freschezza di frutta e verdura, è opportuno lavarla sotto l’acqua corrente e asciugarla bene con un panno pulito. Bisogna eliminare ogni residuo di terra e di contaminanti per evitare il rischio di infezioni.

Le ciotole vanno poi posizionate direttamente sopra al ghiaccio per mantenere al fresco la frutta e la verdura, evitando che si deteriorino a causa delle temperature troppo alte e dell’esposizione eccessiva al sole.

Le borse frigo che contengono alimenti e bibite andrebbero richiuse subito dopo aver prelevato l’occorrente. Inoltre dovrebbero essere distinte perché solitamente quella delle bevande viene aperta più di frequente.

12 agosto 2015
Fonte:
MNN
Immagini:
Lascia un commento