A volte la genialità è quotidiana e si trova nelle piccole cose, Internet è ormai pieno di esempi di soluzioni brillanti applicate a situazioni comuni.
Vediamone alcuni:

  1. Bicarbonato
    Il bicarbonato ha moltissimi usi, da ingrediente lievitante ad anticalcare, ma se sullo spazzolino da denti ancora umido ne spolverate un po’ ecco un trattamento sbiancante per denti (di cui non abusare però, massimo una volta la settimana per non rovinare lo smalto dei denti)
  2. Alluminio
    Fantastico per cuocere o conservare i cibi e per fare il laghetto nel presepe, l’alluminio è un componente fondamentale se volete lucidare l’argenteria senza fatica.
    Prendete una pirofila in plastica e ricopritela con un foglio d’alluminio, oppure prendete direttamente una di quelle vaschette da forno in alluminio. Versateci dell’acqua calda e un cucchiaio di sale grosso, fate sciogliere un attimo, immergete completamente l’oggetto che volete lucidare, facendo attenzione a che stia a contatto con la vaschetta. Ed ecco che nel giro di poco la reazione chimica farà scomparire completamente la patina ossidata dal vostro oggettino d’argento!
  3. Sabbietta per gatti
    Che altra funzione potrebbe avere se non quella di contenere le produzioni del vostro amato felino ed essere lanciata ovunque mentre il suddetto si dà a ferventi scavi notturni?
    Il suo potere assorbente è ideale se, nel recuperare valige o scarpe dalla cantina, vi siete accorti che hanno preso uno sgradevole odore di umido e muffa. Nessun problema: versate un po’ di sabbietta – ovviamente pulita, c’è bisogno di specificare? – nell’oggetto che ha bisogno di bonifica, lasciate in posa tutta notte e poi svuotate/aspirate i residui. L’odore dovrebbe essere magicamente scomparso!
  4. Acetone
    Sì, proprio l’acetone per unghie. È perfetto per rimuovere residui di supercolla da qualsiasi cosa.
    Si sa, Natale è il periodo che vede più fai da te di tutto l’anno, e comunque può capitare sempre di rovesciare una goccia di colla dove non doveva essere, di avere una sbavatura su un progetto finito, di avere dei residui su del materiale da riciclare o, molto più frequentemente, averne residui sulle mani.
    Pur non essendo l’ingrediente migliore del mondo, l’acetone è adatto anche ad essere usato sulle mani: imbevete un cottonfiocc nel solvente e procedete alla rimozione dei rimasugli, l’applicazione sarà così localizzata e precisa
  5. Scotch di carta
    Non più utile solo per proteggere i battiscopa durante le ritinteggiature, perfetto come base per lavori in cartapesta, si riadatta benissimo ad etichetta temporanea e senza residui.
    Magari siete pieni di tè sfusi, di spezie in cerca di barattolo, o di cassettini per contenere tutti i materiali dei vostri hobby.
    Scrivete il nome del contenuto sul nastro, ritagliate l’etichetta e incollatela al suo posto. Ideale anche e soprattutto per i barattoli di vetro in quanto non lascia residui di colla.
  6. Gomme per cancellare
    Per un progetto creativo coi bambini oppure per se stessi, le gomme da cancellare sono ottime da intagliare e incidere per creare degli stampini fai da te totalmente personalizzati. Basta poi un tampone d’inchiostro oppure un velo sottile di pittura, che sia tempera, olio o acrilico, per decorare quaderni, carte o biglietti d’auguri (visto che siamo vicini al periodo giusto!). Questo stesso effetto si può ottenere con le patate, ma queste danno il loro meglio cotte in qualsiasi modo!
  7. Sale da cucina
    Indispensabile per la riuscita di una buona pastasciutta, ingrediente principale della pasta al sale, il sale da cucina può diventare vostro alleato nella pulizia del forno senza l’utilizzo di prodotti chimici.
    Rimuovete griglie e ripiani, scaldate il forno a 100 gradi per una decina di minuti, lasciate intiepidire giusto per non scottarvi e spalmate su tutte le superfici un composto piuttosto denso di sale fino, acqua e bicarbonato. Lasciate agire almeno mezz’ora e poi rimuovete con un panno: il calore del forno e l’azione abrasiva dell’impasto scioglieranno macchie e incrostazioni, rendendole così facilissime da rimuovere.
  8. Borotalco
    State pianificando una serata di tutto relax con bagno pieno di schiuma, candele e un trattamento di bellezza per i capelli. Però vi squilla il cellulare e all’improvviso dovete precipitarvi fuori di casa. Con i capelli da lavare ma senza il tempo di passare per shampoo e phon. Il rimedio rapido per posticipare lo shampoo ed essere comunque presentabili si trova nel borotalco: sgarbugliate bene i capelli, spargete un po’ di borotalco sulle radici, massaggiate bene per far sì che il borotalco assorba il sebo in eccesso, spazzolate di nuovo i capelli per togliere gli aloni bianchi.
    Per un rimedio rapido funziona, l’unica controindicazione è che il borotalco rende i capelli più elettrici.
  9. Collutorio
    Non è certo una rivelazione che il collutorio rinfresca l’alito liberandovi soprattutto dall’odore di aglio e cipolla che magari erano ingredienti della cena, però è anche in grado di eliminare l’odore del trito e del soffritto dalle mani, l’uso è semplice, basta sciacquarsi le mani col collutorio.
    Come bonus aggiunto funziona anche da gel igenizzante e, doveste avere qualche taglietto o graffio, è anche un disinfettante e cicatrizzante.
  10. Calze
    Le calze hanno un sacco di applicazioni: scaldano i piedi, possono diventare marionette e aiutano a spolverare.
    Ma le calze di nylon possono essere usate anche nella lavatrice in due modi: come contenitore di scaglie di sapone di marsiglia, per avere il vostro detersivo fatto in casa, o come contenitore per la biancheria delicata e per evitare che i ferretti dei reggiseni si perdano nel cestello.

26 dicembre 2013
I vostri commenti
Ridolfi Giampaola, martedì 21 gennaio 2014 alle17:48 ha scritto: rispondi »

Bravissima Cristina ,molti rimedi li conosco ma tu ne sai davvero tanti. Sono contenta di essermi iscritta.

nirvana, martedì 31 dicembre 2013 alle10:54 ha scritto: rispondi »

molto interessante , per qualsiasi problema , c'è una soluzione...e a costo zero.

Lascia un commento