Greenstyle Benessere Rimedi naturali Come eliminare le cimici dall’orto con rimedi naturali

Come eliminare le cimici dall’orto con rimedi naturali

Come eliminare le cimici dall’orto con rimedi naturali

Fonte immagine: Pixabay

Se anche tu hai un orto, probabilmente in questo periodo sarai alla ricerca di rimedi naturali contro le cimici. Per molti di noi questo insetto rappresenta uno dei più sgraditi “ospiti” che possono attaccare i nostri orti. Con la loro capacità di riprodursi rapidamente e la voracità con cui riescono a distruggere interi raccolti, questi animali possono arrivare a danneggiare pesantemente le coltivazioni.

Il problema si è acuito maggiormente negli ultimi anni, specialmente in estate, con l’arrivo di una particolare cimice, la cosiddetta “cimice asiatica”, che affiancandosi a quella europea sta accelerando i danni causati a orti e campi coltivati.

Ma come allontanare le cimici con i rimedi naturali?

Prima di vedere quali sono le strategie per combattere questo piccolo ma dannoso “nemico”, sarà opportuno conoscere da vicino le sue caratteristiche, vedere cosa attira le cimici e cosa, invece, le tiene alla larga.

Cimici: cosa mangiano e le caratteristiche

cimici rimedi naturali
Fonte: Pixabay

Considerato un insetto polifago, vale a dire che può mangiare un vastissimo numero di piante, la cimice può nutrirsi attraverso due diverse modalità. Essa può succhiare la linfa delle piante o dei frutti, oppure può rimuovere intere parti della stessa pianta. In entrambi i casi, questo animale arreca notevoli danni al raccolto e al lavoro di tante persone.

Nel nostro Paese è possibile trovare diversi tipi di cimice. In particolar modo, puoi osservare le cosiddette cimici “europee”, quelle asiatiche e la cimice dei cavoli.

Vediamo più da vicino quali sono le diverse caratteristiche.

Cimici europee

Conosciuta anche come cimice verde o Palomena prasina, la cimice europea è un imenottero molto diffuso. Si tratta di un animale sostanzialmente innocuo per l’uomo, caratterizzato da una forma ovale, appiattita e coriacea.

Essa si riproduce molto velocemente e prolifera maggiormente nei luoghi con climi caldi e umidi, dove tende ad attaccare numerose coltivazioni, in cerca di nutrimento.

La cimice europea ha l’abitudine di attaccare diverse piante da orto, come quelle di pomodoro e altre varietà appartenenti alla famiglia delle Solanacee, come il peperone e la melanzana, impedendone una crescita corretta.

Dal momento che si tratta di un animale polifago, in assenza di queste piante la cimice europea di “accontenterà” anche di altre verdure, in particolare quella a foglie verdi e grandi, come la lattuga e il radicchio.

L’animale può attaccare anche le verdure crucifere, sebbene questa varietà di verdure sia più spesso attaccata da un’altra specie di cimice, un insetto dalle dimensioni più ridotte e di colore rosso e nero, conosciuto proprio con il nome di “cimice dei cavoli”.

Cimici asiatiche

Nota anche con il nome scientifico di “Halyomorpha halys”, la cimice asiatica (o cimice marmorata) è originaria della Cina, ed è arrivata fino a noi alcuni anni fa, attraverso gli scambi commerciali.

La cimice differisce rispetto a quella europea per il suo aspetto. Essa infatti ha un corpo più grande, caratterizzato da un’intensa colorazione marrone. Questa specie è molto più aggressiva rispetto alla cimice verde, e colpisce un’ampia varietà di piante, compresi gli alberi di ciliegio, quelli di pesche, il caco e il pero.

Cosa posso fare contro le cimici?

Fonte: Pixabay

Visti i danni che questi animali possono arrecare alle coltivazioni, probabilmente ti starai chiedendo come eliminare le cimici in casa e soprattutto come allontanarle dal tuo orto. In un primo periodo, questi animali potevano rappresentare in effetti solo un mero fastidio, ma negli ultimi anni la loro presenza ha costituito un vero problema per le coltivazioni.

La brutta notizia è che allontanare le cimici non è affatto semplice, vista la rapidità riproduttiva e le elevate capacità di adattamento di queste specie. Basti pensare che da giugno e per il periodo estivo questi animali producono tre o quattro generazioni.

Prevenire è l’arma più efficace

La prima azione deve essere quindi preventiva e di contenimento, per evitare l’ingresso di queste presenze sgradite nell’area coltivata.

Può essere pertanto utile predisporre reti e zanzariere su tutto il perimetro dell’orto, sin dalla primissima primavera, controllando sempre l’eventuale presenza di uova o di esemplari nelle varietà coltivate.

Cimici: 5 rimedi naturali per proteggere il tuo orto

Fonte: Pixabay

Se i metodi di prevenzione non dovessero sortire gli effetti sperati, sarà il caso di passare a maniera più incisive, ma pur sempre “naturali”, per allontanare o eliminare le cimici. Diverse soluzioni hanno dimostrato di avere un effetto abbastanza soddisfacente nel tenere lontane le cimici.

Ciononostante, è bene ricordare che non è possibile sperare di eliminare le cimici in 40 secondi. La procedura richiede infatti qualche attimo in più e dei trattamenti ben precisi.

Vediamo insieme quali sono i più efficaci, quelli che potresti mettere in atto nel tuo orto casalingo o in giardino.

Spray anti cimici fai da te con aceto bianco

Per prima cosa, potremmo utilizzare dell’aceto bianco per realizzare uno spray anti-cimici. Il prodotto andrà mescolato insieme a dell’acqua e spruzzato sulle parte aeree di alcune piante, come i pomodori. In questo modo, potrai tenere alla larga questi sgraditi animali.

Aglio e peperoncino contro le cimici

Un macerato realizzato con peperoncino e aglio può esercitare un’azione deterrente contro le cimici. Ma come usare l’aglio contro le cimici? Uno o più spicchi possono essere posizionati sul terreno, proprio in corrispondenza della base della pianta che intendi proteggere.

Olio di Neem

Dalle ben note proprietà deterrenti, l’olio di neem, un prodotto vegetale estratto dai semi dell’albero Azadirachta indica, è considerato un insetticida naturale utile per tenere alla larga le cimici. Ti basterà spruzzare il prodotto direttamente sulle piante in cui sono presenti questi insetti per eliminare efficacemente il problema.

Piretro

Un altro insetticida naturale è quello a base di Piretro, che per via delle sue caratteristiche è ampiamente utilizzato in agricoltura biologica. Esso è estratto dai fiori di un particolare tipo di crisantemo, Chrysanthemum cinerariifolium, agisce contro afidi, cimici, coleotteri, contro la mosca bianca, le larve di lepidotteri e numerosi altri insetti.

Sapone di Marsiglia contro le cimici

Un sapone potassico, anche detto “sapone molle di potassio”, come ad esempio il sapone di Marsiglia, è spesso impiegato nell’eliminazione delle cimici dagli orti e dalle case. Se spruzzato su questi particolari animali, infatti, ne provoca il soffocamento e la morte. Per ottimizzarne l’efficacia, puoi unire sapone di Marsiglia e olio di Neem.

Alternative agli insetticidi

Se il tuo obiettivo non è quello di uccidere, bensì allontanare le cimici, puoi optare anche per dei meccanismi più indolore, come la rimozione manuale delle uova e delle neanidi di cimice, vale a dire gli insetti più giovani. O ancora, potresti contrastare le invasioni di cimici utilizzando un’apposita rete anti cimici per orto.

Come allontanare le cimici dal balcone e da casa

Fonte: Pixabay

Come tenere lontane le cimici dalle finestre? Sempre nell’ottica di tenere lontane le cimici senza ucciderle, puoi liberare la tua casa e il tuo orto da questi animali utilizzando delle sostanze che emettono odori sgraditi. Fra tutti, vi sono gli oli essenziali, il sapone di Marsiglia, la menta e la lavanda.

Infine, per conoscenza ricordiamo che esistono senz’altro insetticidi contro le cimici, capaci di abbattere l’animale ed eliminare il problema in pochi secondi.

Tuttavia, sarebbe meglio evitarne l’utilizzo. Questi animali hanno infatti una grande capacità di adattarsi e a lungo andare possono dare origine a generazioni sempre più resistenti a simili prodotti, quindi sempre più difficili da combattere.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare