Pere Abate Fetel: ricette, raccolta, calorie

Pere Abate Fetel: ricette, raccolta, calorie

Fonte immagine: Pexels

Nutrienti e ipocaloriche, le pere Abate Fetel sono protagoniste di tante ricette dolci e salate: ecco alcune proposte, facili da realizzare.

La pera Abate Fetel ha antiche origini francesi, infatti la sua nascita risale al 1866 e si deve all’omonimo Abate Fetel che proprio all’epoca riuscì a ottenere questa varietà di frutto caratterizzato da notevoli virtù e qualità nutritive. Le pere Abate Fetel, successivamente coltivate in Italia soprattutto nel territorio dell’Emilia-Romagna, sono frutti generalmente di dimensioni medio-grandi e dalla forma molto allungata, tanto da raggiungere un diametro variabile tra i 50 e gli 85 millimetri.

Il peso di ciascun frutto si aggira mediamente intorno ai 270 grammi, mentre la buccia ha una colorazione giallo scuro che può virare verso il rosso e il ruggine nelle parti che hanno assorbito maggiormente i raggi solari. Quando raggiunge la piena maturazione, infatti, la buccia si presenta color tabacco con macchie rossastre sparse. La polpa, invece, è bianca e molto succosa, lievemente acidula e aromatica.

Calorie e valori nutrizionali

Pere abate

Il perfetto equilibrio tra dolcezza e acidità è senza dubbio uno dei tratti distintivi delle pere Abate Fetel, note anche per l’elevato contenuto di acqua e fibre, fondamentali per favorire l’attività intestinale soprattutto se consumate crude e con la buccia. Priva di grassi e di colesterolo, questa tipologia di pera vanta un indice glicemico basso tanto da essere spesso inserita nella dieta di coloro che soffrono di diabete. Ricca di vitamine e antiossidanti, la pera Abate Fetel vanta un apporto calorico molto basso, pari a circa 35 calorie per 100 grammi di prodotto. La stessa dose contiene circa 130 milligrammi di potassio, un minerale prezioso per il benessere dell’organismo a tutte le età.

Raccolta

Le pere Abate Fetel vengono solitamente raccolte durante la prima e la seconda decade di settembre, disponibili poi fino alla fine del mese di maggio. È preferibile conservare le pere a una temperatura bassa, vicina allo zero, infatti in questo modo è possibile rallentare il decadimento dei frutti che segue la raccolta.

Ricette e consigli

Crostate

Le pere Abate Fetel a tavola possono essere consumate al naturale, anche a colazione o come spuntino energetico e dissetante, oppure inserite come ingrediente di numerose ricette sia dolci sia salate. Un esempio è il risotto pere e gorgonzola, primo piatto gustoso e profumato che si prepara con:

  • un bicchiere di riso;
  • una pera Abate Fetel;
  • 100 grammi di gorgonzola;
  • un bicchiere di latte;
  • una cipolla;
  • burro e brodo vegetale.

Si fa imbiondire la cipolla tritata nel burro, facendo poi tostare il riso per alcuni minuti prima di sfumarlo con il brodo e completando circa i tre quarti della cottura. A parte si fa sciogliere il gorgonzola nel latte sul fornello, versando poi la crema sul riso e completando con le pere tagliate a cubetti.

Tra i dolci, la crostata di ricotta e pere rappresenta un dessert di sicuro successo. Si prepara la base di pasta frolla e, a parte, si predispone la farcitura: si fanno cuocere due pere tagliate a pezzi in padella con poco burro, zucchero e succo di limone.  Si unisce poi della panna montata, 250 grammi di ricotta fresca e 100 grammi di zucchero. Questa crema deve essere stesa sulla base di pasta frolla, da cuocere in forno caldo per 180 gradi per 50 minuti circa.

Infine, con le pere Abate Fetel si può anche preparare una deliziosa salsa perfetta per accompagnare formaggi stagionati: si fa cuocere per circa 20 minuti la polpa di due pere tagliate a pezzi insieme a mezzo bicchiere di vino bianco, 100 grammi di zucchero, succo di limone e una spolverata di cannella. Dopo aver lasciato raffreddare la salsa, è necessario passarla al mixer per renderla omogenea e cremosa.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Mozzarella fatta in casa, ricetta