Pere Kaiser: proprietà, ricette, valori nutrizionali

Pere Kaiser: proprietà, ricette, valori nutrizionali

Fonte immagine: Pexels

Ottime al naturale o cotte, le pere Kaiser sono un concentrato di qualità benefiche: ecco caratteristiche e consigli per usarle in cucina.

Originaria della Francia, la pera Kaiser è nota anche con il nome di Imperatore Alessandro e rappresenta una delle varietà più consumate e apprezzate di questo frutto. Succosa e dolce, è stata scoperta per la prima volta all’inizio del XIX Secolo ed è molto coltivata anche in Italia, soprattutto nella stagione autunnale e invernale nella Pianura Padana Emilia-Romagna e Veneto.

Le pere Kaiser vantano una dimensione medio grande e una forma caratterizzata da un collo oblungo, un picciolo lungo e spesso, una buccia rugginosa color cannella o tabacco che tende al giallo nel periodo di piena maturazione. La polpa è bianca, leggermente granulosa ma molto aromatica e zuccherina.

Proprietà e valori nutrizionali

Pere nel piatto

Le pere Kaiser, come le pere in generale, sono molto ricche di acqua e di fibre: cento grammi di prodotto contengono infatti più dell’87% di acqua ma apportano solo 45 calorie, rivelandosi un alimento ipocalorico adatto anche alle diete volte a perdere peso. L’apporto di zuccheri, tuttavia, è abbastanza elevato, pari a 11 grammi, mentre poco meno di 4 grammi è il contenuto di fibre alimentari. Ricca di vitamine, la pera Kaiser è una fonte preziosa di minerali, primo tra tutti il potassio: un frutto medio può contenere anche 130 milligrammi di potassio, oltre a 11 milligrammi di calcio e 15 di fosforo. Sono presenti anche ferro e sodio, sebbene in proporzioni più ridotte, così come 5 milligrammi circa di vitamina C e oltre 8 milligrammi di carboidrati. Le Kaiser vantano anche la presenza di elevate dosi di antiossidanti, tra cui beta-carotene e luteina, ma anche il contenuto di acido folico è decisamente rilevante.

Per quanto riguarda le proprietà di questi frutti, oltre a vantare un elevato potenziale energizzante grazie al contenuto di zucchero, sono noti per la capacità di migliorare la funzionalità intestinale e favorire la digestione. La presenza di fibre rende le pere Kaiser particolarmente sazianti, mentre l’apporto di acqua e di potassio aiuta a stimolare la diuresi e a contrastare la ritenzione dei liquidi. L’acido folico, inoltre, oltre a rivelarsi fondamentale in gravidanza si rivela anche utile per agevolare l’eliminazione dell’acido urico. Le vitamine, infine, sono preziose alleate del benessere e della bellezza della pelle.

Ricette e usi in cucina

Pere al vino rosso
Pere al vino rosso

Ottime da gustare al naturale, preferibilmente come snack lontano dai pasti principali, le per Kaiser sono spesso utilizzate per la preparazione di deliziosi dessert, tra cui le pere vaniglia e zafferano. Si pelano un paio di pere e si tagliano a metà provandole del torsolo. A parte si fa scaldare in una padella antiaderente dello zucchero, una stecca di vaniglia e del succo di limone, aggiungendo infine lo zafferano. Dopo aver aggiunto le pere, si ricopre di acqua e si fa cuocere per circa tre quarti d’ora. Il dessert si serve tiepido.

Un’alternativa sono le pere caramellate, che si ottengono bagnando delle fette di pera sbucciata con del succo di arancia dentro una padella antiaderente, cuocendo per alcuni minuti e lasciando caramellare il fondo aggiungendo dello zucchero. Si impiatta versando il caramello sulle pere e decorando con granella di nocciole.

Non mancano le ricette che prevedono abbinamenti salati, come il risotto pere e pecorino. Dopo aver preparato la base per il risotto con scalogno e olio extravergine d’oliva, si fa tostare il riso e si aggiunge del vino bianco. Le pere tagliate a cubetti e il pecorino si aggiungono circa cinque minuti prima che il riso sia pronto, eventualmente decorando con noci tritate.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Raccogliere i semi di girasole