Papille gustative e lingua gonfie: cause e rimedi naturali

Papille gustative e lingua gonfie: cause e rimedi naturali

Fonte immagine: Wavebreakmedia via iStock

Cosa provoca il gonfiore della lingua e delle papille gustative e come alleviare il fastidio utilizzando rimedi fai da te non farmacologici.

Sentire un gonfiore o una sensazione di fastidio alla lingua è un disturbo abbastanza comune e può dipendere da diverse cause. Spesso a gonfiarsi è tutta la lingua, mentre alcune volta ad aumentare di volume sono le papille gustative che si trovano sulla superficie di quest’organo: sono piccole strutture neuroepiteliali situate sulla superficie superiore della lingua responsabili della percezione del gusto.

Esistono quattro tipologie di papille gustative, organi sensoriali veri e propri: quelle circumvallate sono più grandi e disposte parallelamente al solco terminale della lingua, mentre le foliate si trovano lungo i bordi e le fungiformi sono localizzate nella punta e sui lati. Le filiformi, infine, sono molto abbondanti sul dorso della lingua disposte in file parallele al solco terminale.

Cause del gonfiore

Peperoncino cayenna

Sia la lingua sia le papille gustative possono essere soggette a gonfiore, bruciore o intorpidimento, malesseri che possono celare cause di vario tipo. Per quanto riguarda la lingua, il gonfiore è spesso la conseguenza di una condizione infiammatoria detta glossite, la maggior parte delle volte accompagnata da bruciore e torpore. La glossite di Hunter, ad esempio, è causata da una carenza vitaminica. Anche una reazione allergica può far gonfiare la lingua e le vie respiratorie, così come una condizione di malnutrizione determinata dalla carenza di ferro, vitamina B12 o vitamina B3. Più banalmente, una semplice ustione causata dall’ingestione cibi caldi o piccanti può generare gonfiore, esattamente come l’assunzione di alcolici. Le papille gustative gonfie, o ipertrofiche, invece, hanno come conseguenza una alterazione della percezione del gusto e possono essere causate da:

  • presenza di tossine, rilasciate spesso da alcol e fumo di sigaretta;
  • traumi causati da morsi accidentali;
  • scottature locali;
  • candidosi orale, detta mughetto;
  • disturbi di natura digestiva;
  • iperstimolazione dovuta all’ingestione di cibi eccessivamente salati o piccanti che irritano le papille;
  • stress, che può portare alla comparsa di afte orali o all’infiammazione delle papille gustative.

Rimedi naturali

Miele

In presenza di gonfiore alla lingua o alle papille gustative è sempre indicato consultarsi con il medico, tuttavia spesso è possibile associare facilmente la causa soprattutto se questa corrisponde a un evento traumatico o all’assunzione di un cibo o di una bevanda specifica. Spesso, inoltre, si tende a trascurare l’igiene della lingua soffermandosi solo sulla pulizia dei denti: in commercio esistono pratici pulisci lingua che possono aiutare a detergere quotidianamente questa zona della bocca. In generale, esistono alcuni rimedi naturali che possono alleviare il fastidio e ridurre il gonfiore:

  • evitare di assumere alimenti che possono incentivare l’infiammazione, come i cibi caldi, salati o speziati;
  • assumere molti liquidi o alimenti semisolidi tiepidi che possano favorire la deglutizione;
  • appoggiare sulla lingua un cubetto di ghiaccio, facendolo sciogliere lentamente per trovare immediato sollievo;
  • preparare una miscela a base di foglie di menta, anice e acqua bollente: dopo averla fatta raffreddare e filtrata, si utilizza come un comune collutorio;
  • masticare un pezzo di sedano, ortaggio che si rivela efficace per placare il fastidio e idratare localmente;
  • assumere un cucchiaio di miele, da far sciogliere lentamente sulla lingua;
  • effettuare gargarismi usando una miscela ottenuta sciogliendo una punta di curcuma in un bicchiere d’acqua.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

5 cibi ricchi di vitamina C (video)