Greenstyle Benessere Bellezza Olio di ricino sui capelli: a cosa serve e come usarlo

Olio di ricino sui capelli: a cosa serve e come usarlo

Olio di ricino sui capelli: a cosa serve e come usarlo

Fonte immagine: Foto di AliaHasan da Pixabay

Il binomio olio di ricino e capelli, da qualche tempo a questa parte, è piuttosto rinomato. Anche se spesso ci vengono in mente quei cucchiai di olio dal sapore sgradevole proposti per combattere la stitichezza, questo rimedio naturale non è indicato solo come lassativo naturale. Anzi, ultimamente non è quasi più impiegato per questo motivo, perlomeno non in modo diffuso come in passato.

Al contrario l’olio di ricino ha trovato largo impiego in molti altri ambiti, a cominciare da quello della cura dei capelli. Se, ad esempio, vuoi far crescere la chioma più lunga e più in fretta, quasi certamente avrai sentito parlare delle sue proprietà. Questo olio vegetale deriva dalla spremitura dei semi della pianta del ricino, Ricinus communis, ed è impiegato in tanti diversi modi per prendersi cura dei capelli e combattere alcune delle piccole problematiche che spesso li affliggono.

In questo articolo scoprirai come usare l’olio di ricino sui capelli, vedremo quali sono le effettive proprietà di questo rimedio naturale e scopriremo come sfruttarle al meglio per il benessere della chioma. Prima di tutto, però, vediamo quali sono i benefici dell’olio di ricino per la salute del nostro corpo e dei nostri capelli.

Caratteristiche dell’olio di ricino

olio di ricino capelli
Fonte: Foto di nir_design da Pixabay

L’olio è ottenuto dalla spremitura dei semi della pianta Ricinus communis e si presenta con una consistenza molto densa e viscosa. Una simile densità potrebbe renderne difficile l’utilizzo, specialmente se applicato sui capelli. Per tale motivo, questo prodotto viene spesso mescolato con altri oli meno densi e più semplici da usare e da applicare.

I benefici dell’olio di ricino per pelle e capelli

Oltre che come lassativo naturale, l’olio di ricino è impiegato anche per i suoi effetti benefici su pelle e capelli. Questo prodotto possiede infatti proprietà antimicotiche, che si riveleranno utili per combattere batteri e infiammazioni cutanee.

L’olio di ricino è considerato anche un antiossidante naturale ed è quindi in grado di combattere la formazione dei radicali liberi.

L’elevato potere idratante di questo olio lo rende peraltro un ottimo amico per la cura di pelle e capelli. Esso favorisce la formazione di collagene ed elastina, e ti regalerà una pelle morbida, idratata e persino più giovane.

Benefici dell’olio di ricino per i capelli

Ma vediamo più nel dettaglio quali sono i benefici dell’olio di ricino per la cura dei capelli. Questo rimedio naturale è considerato utile per idratare i capelli secchi e sfibrati, per nutrire le lunghezze e persino per ravvivare il colore e rendere la chioma più lucente.

Questo olio possiede anche proprietà antibatteriche e antimicotiche che aiuterebbero a combattere il problema della forfora e le infezioni del cuoio capelluto.

L’olio di ricino fa crescere i capelli?

C’è chi ritiene che l’olio di ricino faccia crescere capelli e ciglia più velocemente. In realtà non ci sono sufficienti prove scientifiche a sostegno di tali affermazioni, tuttavia alcuni nutrienti presenti nel prodotto (come le sostanze antiossidanti e la vitamina E) potrebbero esercitare un effetto benefico sulla salute dei capelli e del cuoio capelluto, aumentando anche il flusso sanguigno.

Inoltre, la presenza di acidi grassi omega-6 contenuti in questo prodotto potrebbe promuovere la crescita dei capelli e ridurre l’infiammazione nel follicolo pilifero.

Un aiuto contro la caduta dei capelli?

Fonte: Foto di Phimchanok Srisuriyamart da Pixabay

Se stai pensando di usare l’olio di ricino come rimedio per la caduta dei capelli, ricorda che questo problema ha spesso delle cause mediche, per cui prima di usare questo o qualsiasi altro tipo di rimedio naturale per combattere la perdita di capelli eccessiva, parlane con il tuo medico.

Quale olio di ricino comprare?

In commercio potrai trovare decine di marche diverse di olio di ricino. A prescindere da quale sia il brand da te prescelto, ciò che più conta è che si tratti di un olio biologico al 100%, meglio se spremuto a freddo, in modo che mantenga integre le sue caratteristiche essenziali.

Fra i migliori in commercio vi è senz’altro l’olio di ricino nero giamaicano, prodotto con semi di ricino tostati e schiacciati. Questo prodotto è considerato all’unanimità un efficace rimedio per la cura dei capelli secchi e fragili, poiché è in grado di renderli più forti e spessi.

Come usare l’olio di ricino sui capelli?

Fonte: Foto di Юлия Зяблова da Pixabay

La viscosità e la particolare densità di questo prodotto ci impongono di usare l’olio di ricino con attenzione. Un uso scorretto o eccessivo potrebbe infatti appesantire i capelli, rendendoli unti. Sarà quindi utile diluire il prodotto con altri oli naturali, come l’olio di jojoba, l’olio di avocado, quello di lino o l’olio di cocco, tutti molto utili per rendere più morbido il capello e nutrirlo in profondità.

4 utilizzi che non conoscevi

Grazie alle sue proprietà benefiche, l’olio di ricino può essere applicato sui capelli in molti modi differenti. Potresti usare questo prodotto per rinforzarne la struttura, magari dopo periodi di stress psicologico o fisico, o potresti applicarlo come impacco pre-shampoo per ammorbidire i capelli e renderli più setosi.

Vediamo come applicare l’olio di ricino sui capelli. Scopri 4 utilizzi che dovresti assolutamente provare.

Maschera per rinforzare i capelli

Un impacco tiepido a base di questo olio, da ripetere tre o quattro volte al mese, potrà aiutarti a rigenerare, idratare e nutrire i capelli, rendendoli persino più forti. In più, un impacco di olio di ricino e olio di Argan potrebbe favorire la crescita dei capelli. Mescola i due oli, applicali sui capelli umidi con un leggero massaggio al cuoio capelluto, quindi lascia in posa per 15 minuti e procedi con il normale shampoo.

Molto probabilmente dovrai lavare i capelli più di una volta per eliminare ogni residuo dai capelli.

Impacco per capelli all’olio di ricino

È possibile applicare l’olio di ricino anche sui capelli asciutti. Una maschera prima dello shampoo renderà infatti la chioma più morbida, e si rivelerà l’ideale per chi ha capelli sfibrati.

Per la preparazione di questa maschera, mescola 30 ml di olio di ricino e 20 ml di olio di mandorle dolci. Applica sui capelli asciutti e lascia in posa per un’ora coprendo i capelli con una cuffia. Dopodiché, procedi con il consueto shampoo.

Una valida alternativa al balsamo

Probabilmente non lo sapevi, ma questo particolare olio può anche aiutarti a rendere più disciplinati i tuoi capelli. Per questo motivo, molte persone ne applicano poche gocce dopo lo shampoo. Lascialo in posa per una quindicina di minuti, poi esegui un lavaggio finale ripetendo lo shampoo se necessario.

Maschera per capelli ricci e crespi

Infine, se hai capelli ricci e crespi, potrai renderli più definiti grazie a un’apposita maschera con olio di ricino. Ti basterà unire una parte di olio di ricino e due parti di olio di lino, mescolare gli ingredienti e applicare il tutto sui capelli.

Copri la chioma con un asciugamani tiepido e lascia in posa per 30 minuti. A questo punto potrai lavare i capelli con abbondante acqua e procedere con lo shampoo per eliminare ogni traccia di olio.

In quanto tempo fa effetto l’olio di ricino sui capelli?

Fonte: Foto di Marfa Bogdanovskaya da Pixabay

Bisogna ricordare che i capelli non crescono in un giorno. È necessario attendere diverse settimane prima di notare i primi effetti. In generale, a prescindere dai prodotti che applichiamo, i capelli crescono infatti di poco più di un centimetro al mese.

E allora a che serve usare l’olio di ricino o un qualsiasi altro tipo di olio? Semplice, se applicati regolarmente questi prodotti possono ridurre al minimo i danni, favorendo una crescita del capello più sana e rendendo la chioma più forte e lucente.

Olio di ricino capelli: controindicazioni

L’utilizzo di questo prodotto è considerato sicuro per la pelle e per i capelli. Tuttavia, bisogna sempre applicarlo con attenzione, poiché potresti provocare irritazioni e infiammazioni a causa di uno scorretto utilizzo, ad esempio, facendo scivolare per sbaglio delle gocce di olio dentro l’occhio mentre tieni in posa la maschera per capelli. Evita di applicare il prodotto sulla pelle irritata o dove sono presenti delle lesioni.

Quante volte usare olio di ricino sui capelli?

Gli esperti della cura dei capelli consigliano di utilizzare questo prodotto non più di una volta a settimana, per non rischiare di appesantire il capello e provocare un accumulo di olio sul cuoio capelluto e sulle lunghezze.

Ricorda infine che, come ogni altro tipo di olio, anche quello di ricino tende a diventare rancido circa un anno dopo l’apertura. Conserva il prodotto correttamente, smaltiscilo qualora dovesse superare la data di scadenza o quella di conformità del prodotto dopo l’apertura.

Seguici anche sui canali social