Greenstyle Benessere Fitness Nordic walking: cos’è, come si fa e benefici

Nordic walking: cos’è, come si fa e benefici

Col Nordic Walking, una camminata strategica che coinvolge fasce muscolari alte e basse, la salute ci guadagna. Si tratta di una pratica ormai conosciuta e apprezzata ovunque nel mondo, che permette di bruciare calorie e migliorare il benessere. Ma il lato positivo ulteriore è che si adatta ad ogni età, con i bastoncini appositi che migliorano stabilità ed equilibrio dei praticanti.

Nordic walking: cos’è, come si fa e benefici

Fonte immagine: Pixabay

Il Nordic walking è una disciplina aerobica che si ispira allo sci di fondo, basato sulla camminata con degli appositi bastoncini di supporto. La presenza di questa attrezzatura, permette di tonificare più fasce muscolari. Di fatti, se con la camminata normale si adoperano soprattutto le gambe, in questo caso si stimolano anche i muscoli di spalle e braccia.

In termini di benessere, il Nordic walking è quindi un tipo di attività in grado di migliorare il tono muscolare di tutto il corpo, aiutando a bruciare più calorie. Da alcuni studi risulterebbe infatti che la camminata nordica, rispetto a quella tradizionale, favorirebbe un aumento di calorie bruciate che va dal 18 al 67%, per gli stessi minuti.

La camminata nordica è anche associata a riduzioni della massa grassa, del colesterolo “cattivo” LDL e dei trigliceridi, con un miglioramento della salute cardiovascolare. Ma il Nordic walking aiuterebbe anche a trattare ansia, depressione e dolore cronico, oltre a migliorare resistenza fisica, flessibilità muscolare e forza.

Se la fama del Nordic walking ha permesso a questa disciplina di avere un discreto numero di seguaci, il motivo risiede anche nel suo essere adatta a tutti. Le grandi città ormai hanno i propri club dedicati, a cui fanno riferimento iscritti di ogni età, pronti a camminare su strada asfaltata o sterrata, con l’aiuto dei bastoncini nordici.

Nordic walking benefici
Fonte: Pixabay

Cos’è il Nordic walking e i benefici per la salute

Nel mondo dello sci di fondo, i paesi nordici e soprattutto la Finlandia, si qualificano come vere e proprie autorità degne di nota. Le attività sportive invernali fanno infatti parte della cultura nazionale. Ma in Scandinavia non c’è la neve tutto l’anno, il che spiega come sia nata la camminata nordica: un allenamento fuori stagione per i fondisti.

Con la camminata nordica si utilizzano infatti i bastoncini a mano per aiutarsi a spingersi in avanti, come avviene nello sci di fondo tradizionale. Lo abbiamo accennato e lo ribadiamo, questa modalità di esercizio migliora il dispendio energetico e favorisce la tonificazione dei muscoli di tutto il corpo.

La camminata normale stimola infatti solo le fasce muscolari dalla vita in giù, ma con il Nordic Walking si coinvolge anche la parte superiore del corpo. Si parla infatti di un interessamento del 90% della muscolatura totale. Il che significa che, oltre alle gambe, si stimolando anche braccia, spalle, torace e schiena.

Il tipo di allenamento a cui si sottopone l’organismo rende più forte il cuore, come dimostrano gli studi effettuati su soggetti con malattia coronarica che hanno scelto di affidarsi alla camminata nordica. In più, grazie ai bastoncini nordici, anche l’usura delle articolazioni ne trae giovamento, in quanto il peso del corpo è meglio distribuito.

I benefici del Nordic walking da considerare

Se vogliamo perdere peso, il Nordic walking è un grande alleato: l’intensità di allenamento consente infatti di bruciare calorie e rimettersi in forma. In più, visto che questa disciplina coinvolge quasi tutte le fasce muscolari, ci aiuta anche nel tonificare gambe, braccia, spalle e schiena. Ed è un aiuto se vogliamo migliorare flessibilità, resistenza, equilibrio.

Il Nordic Walking aumenta anche la frequenza cardiaca, più della tradizionale camminata, si parla di un aumento fino a 33 battiti al minuto quando si cammina in piano. I benefici di questa attività per il cuore e i polmoni sono documentati da prove scientifiche.

Tra le altre cose, la camminata nordica aiuta ad abbassare la pressione sanguigna, migliora la circolazione e aiuta il ritorno del sangue al cuore, migliora il drenaggio linfatico. Ma l’esercizio fisico, in generale, aiuta a ridurre lo stress e l’ansia ed è ancora più efficace se svolto in un ambiente verde.

Il Nordic walking non è solo una disciplina che si pratica all’aria aperta, ma è anche un’attività che può essere svolta da soli o in compagnia. Il miglioramento della socialità, va ricordato, è un’altra soluzione antistress, che migliora l’umore e combatte l’ansia e il senso di isolamento.

Come si pratica il Nordic walking

Se vogliamo praticare il Nordic walking, dovremo vestirci con abiti comodi, restare idratati durante il percorso, iniziare e terminare l’allenamento con riscaldamento e defaticamento. Va inoltre scelto il paio di bastoncini nordici adatti. Se camminiamo in città scegliamo quelli con le punte in gomma, per i terreni accidentati preferiamo estremità puntute.

Le tecniche di camminata nordica sono di fatto due, il double poling e il single poling, che identificano gli spostamenti dei paletti rispetto al resto del corpo. Il double poling prevede che si posiziono i paletti entrambi d’avanti e in simmetria tra loro e che si facciano due o tre passi per avvicinarsi.

Il single poling segue invece i movimenti naturali delle gambe quando si cammina: il paletto e il piede della stessa parte si muovono in contemporanea. Si fa un passo e il braccio che tiene il paletto segue la gamba. Di norma si inizia con questa tecnica, si aumenta poi l’intensità del passo e si procede verso il double, assecondando il ritmo.

 

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Quali sono gli sport più sostenibili?
Fitness

Fare sport senza inquinare l’ambiente è un atto di amore per il nostro pianeta e per la natura che ci accoglie, ma quali sono gli sport più sostenibili? dalla corsa al plogging, passando per l’orienteering, ecco come allenarsi per costruire un futuro più verde.