• GreenStyle
  • Pets
  • Muore Longcat, il gatto più amato dai social: aveva 18 anni

Muore Longcat, il gatto più amato dai social: aveva 18 anni

Muore Longcat, il gatto più amato dai social: aveva 18 anni

Fonte immagine: Twitter

È morto Longcat, uno dei gatti più amati dai social network: era diventato famoso a metà degli anni 2000 grazie alla sua lunghezza, molti i meme a tema.

È venuto a mancare Longcat, uno dei gatti più amati sui social. L’esemplare era divenuto virale sin dalla metà degli anni 2000, grazie alla sua insolita e incredibile lunghezza. Il felino si è spento a 18 anni, per ragioni fisiologiche legate all’età.

La conferma è giunta dai proprietari del felino, i quali hanno confermato il decesso, avvenuto lo scorso sabato. L’animale non soffriva di particolari problemi di salute, tuttavia risultava ormai molto anziano: la vita media di un gatto domestico si aggira infatti attorno ai 15-19 anni.

Come già accennato, Longcat era divenuto famoso verso la metà degli anni 2000, quando le sue foto iniziarono a circolare repentinamente su forum e siti di cronaca, nonché sull’allora popolato MySpace. A stupire gli utenti l’incredibile lunghezza del quadrupede: ben 65 centimetri dal capo all’attaccatura della coda.

Longcat: un gatto storico

La sua prima apparizione online pare risalga attorno al 2005. In un solo anno, l’animale raggiunse una fama internazionale, tanto da essere ufficialmente incluso nell’Urban Dictionary a partire dal 2006. In particolare, il merito di tanto clamore sarebbe derivato da 4chan, dove il quadrupede divenne protagonista di molteplici meme.

In realtà, il vero nome del gatto non è mai stato Longcat, un nickname spontaneamente nato dagli utenti sui social. Il quadrupede viveva infatti in Giappone e i proprietari l’avevano ribattezzato Shiroi, ovvero “bianco”, dato il manto candido. Sempre in terra nipponica, i fan avevano elaborato per il micio l’appellativo “Nobiiru” o “Nobiko”, per indicare la sua lunghezza.

La morte di Longcat ha colto i fan di sorpresa sui social network, in particolare sulla piattaforma Twitter. Per questa ragione, in molti si sono lanciati in tributi e omaggi, ripescando dal passato i meme più rappresentativi a lui dedicati. Alcuni artisti digitali hanno voluto invece ricordare la sua vita con dipinti e illustrazioni, ringraziando il gatto per tutti i momenti di gioia regalati alla Rete nel corso di questi anni.

Fonte: CNET

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cucciolo di cane allevato da una gatta